giovedì 12 gennaio 2012

Catania, la lirica arriva sul grande schermo

L’opera e il grande schermo. Un rapporto che dura da decenni e che le nuove tecnologie hanno rafforzato e migliorato, portando la magia della lirica anche tra coloro che non sono addetti ai lavori o melomani: Due forme d’arte che si incontrano per completarsi a vicenda.

Il Teatro Bellini di Catania
Il Teatro Massimo Bellini di Catania, per tutta la stagione artistica, propone al Teatro Sangiorgi, la seconda prestigiosa sala dell’Ente, Cineopera, una rassegna di film e video dedicati al mondo dell’opera lirica e del balletto che seguirà i titoli della Stagione Lirica 2012 del Teatro Massimo Bellini, con le voci dei grandi interpreti, i film d’autore, i ballerini che hanno fatto la storia della danza. Peraltro, la mediazione delle nuove tecnologie costituisce un supporto didattico importante nella divulgazione del repertorio lirico tradizionale.

L’iniziativa è inserita nei “Pomeriggi al Sangiorgi”, il contenitore di attività artistiche che già dallo scorso 2011 ha riportato il pubblico nella bella sala di via Sangiuliano.

Cineopera si terrà i giovedi pomeriggio a partire dalle ore 17,30; venti appuntamenti a ingresso libero dal 12 gennaio al 7 giugno 2012, e un intero mese, aprile, dedicato al grande scenografo e illustratore Emanuele Luzzati, che al “Bellini” ha realizzato importanti allestimenti.

Si comincia dunque giovedi prossimo, 12 gennaio, con la proiezione del bel film di Carlos Saura, Carmen Story; il 19 gennaio sarà la volta di U-Carmen Ekhayelitsha di Mark Dornford-May.

In febbraio il cartellone della “Lirica” al “Bellini” propone Tosca. E al “Sangiorgi” il 9 febbraio ecco dunque la registrazione di Tosca con la grande Magda Olivero, con l’orchestra e il coro della Rai di Torino. Il 16, la Tosca andata in scena alla Scala nel 2000 con la direzione d’orchestra di Riccardo Muti e la ripresa della regia di Luca Ronconi. Il 23 febbraio, infine, la Tosca dell’Arena di Verona diretta da Daniel Oren.

In marzo comincia l’omaggio ai grandi interpreti. L’1 e l’8 marzo protagonista sarà Maria Callas, con registrazioni di brani d’opera e documentari sulla sua travagliata vita e la sua luminosa carriera.

Il 15 e il 22 marzo l’omaggio è a Rudolf Nureyev, con la proiezione di Romeo e Giulietta da lui danzato all’Opéra di Parigi e di alcuni dei suoi più celebri balletti danzati alla Scala.

Il 19 aprile, omaggio congiunto a Maja Plissetskaja e Maurice Bejart, insieme una delle più grandi ballerine e uno dei più grandi coreografi del XX secolo.

Il 26 aprile sarà proiettato un documentario sulla vita e la carriera del soprano Mirella Freni.

In maggio al “Bellini” andrà in scena Le nozze di Figaro, e il 3 e il 10 maggio al “Sangiorgi”, Cineopera proporrà, nell’ordine, l’edizione della Scala del 2006 con la ripresa di una storica regia di Giorgio Strehler, e il film omonimo di Peter Sellars.

Il 17 e il 24 maggio spazio all’arte di Pina Bausch, con Orfeo ed Euridice e un’antologia di alcune delle sue più celebri coreografie.

Il 31 maggio e il 7 giugno, infine, documentari d’autore sul grande Luciano Pavarotti.

Nessun commento:

Posta un commento