mercoledì 31 luglio 2013

Alberi in pericolo allo Spasimo di Palermo

L'Assessorato al Verde, in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura e l'Assessorato al Centro Storico di Palermo, sta effettuando alcune verifiche sulla staticità degli alberi che si trovano nel complesso monumentale dello Spasimo, dopo che nei giorni scorsi un ramo si era staccato, per fortuna senza alcuna conseguenza. 

Santa Maria dello Spasimo a Palermo
Si tratta di alcuni esemplari di Ailantus Altissima, detto anche "Falso Sommaco" o falso sommaco, una specie fortemente infestante e legno poco resistente, ma che dello Spasimo è certamente un elemento caratterizzante. Dai sopralluoghi eseguiti è emerso che uno degli alberi dovrà essere abbattuto per evitare situazioni di pericolo, in quando il sistema radicale è compromesso e non più in grado di reggere la pianta. Per un altro ceppo, si è deciso di effettuare ulteriori controlli nei prossimi giorni al fine di stabilire se si possa evitare l'abbattimento.

"Le notti di Segesta" sotto il segno di Save Italy

Il Festival di Segesta, dopo lo stop della scorsa edizione, quest'anno non salta. Torna però in una versione speciale, ridotta in termini di tempo ma non di qualità. "Segesta non è purtroppo immune dallo stato di degrado in cui versano la Sicilia ed il suo patrimonio artistico - dichiara l'assessore alla Cultura di Calatafimi Segesta, Giovanna Mazara - ciò altro non deve che spronare gli amministratori a tentar di percorrere tutte le vie possibili per restituire il suo antico splendore alla cultura siciliana. L’intento è che questa stagione teatrale sia il primo tassello di una più che auspicabile rinascita del sito segestano sotto tutti gli aspetti, non ultimo quello dell’immagine". 

Valentina Cenni e Enrico Melozzi in "Fuochi di Bach"
Non un Festival, questa volta, ma un grande happening: cinque lunghe notti, legate da un filo rosso intorno al luogo e per quel luogo. Una stagione lunga 4 settimane, eventi immaginati e costruiti per festeggiare l’arte, per sottolineare il disagio che la cultura sta vivendo in Italia, ma anche per rilanciare con una provocazione direttamente da Segesta, e il messaggio rimanda all’importanza di resistere, di inventare nuove forme di creatività e di vita, nuovi meccanismi di intrattenimento.

Un comitato di professionisti per la Sinfonica Siciliana

Un appello a tutte le professionalità della città – avvocati, notai, ingegneri, architetti, geometri, consulenti del lavoro, commercialisti, esperti in bandi europei – per creare un comitato di professionisti a titolo gratuito, sostenitori dell’Orchestra Sinfonica Sicilana, con il quale avviare un processo profondo di analisi e verifica di tutti gli aspetti giuridici, amministrativi, finanziari, impiantistici e strutturali che coinvolgono l'attività dell'Orchestra.

Concerto di protesta dell'Orchestra Sinfonica Siciliana
A lanciarlo, le Organizzazioni Sindacali Aziendali Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uil-Com e Fials-Cisal e il commissario straordinario dell’Oss Gianni Silvia. "L'insufficienza di professionalità adeguate e di livello dirigenziale nell'organico amministrativo, - fanno sapere i sindacati - nonché l'esigenza di offrire alla cittadinanza una trasparente procedura di dual diligence interna con il coinvolgimento di quelle energie che hanno a cuore le sorti della nostra attività musicale, ci hanno spinto a ricercare una solidarietà cittadina al fine di monitorare e risolvere in tempi rapidi le diverse problematiche della Fondazione".

Sul sito ufficiale, www.orchestrasinfonicasiciliana.it, è già consultabile un’apposita sezione relativa all’appello, nella quale è possibile trovare tutti i dettagli dell’iniziativa e le modalità di partecipazione. Le richieste di adesione dovranno pervenire via email all’indirizzo: foss@pec.it.

martedì 30 luglio 2013

Lampedusa cerca libri, l'appello del sindaco

Vivreste mai in una città dove non è possibile comprare dei libri? Questa si domanda Giusi Nicolini, sindaco di Lampedusa, che ha lanciato un appello per riempire l'isola di libri. "Lampedusa non ha una biblioteca e neppure un negozio dove poter acquistare libri, - ha detto il sindaco -  quindi se in giro per casa avete libri, di qualsiasi genere, che non leggete o avete già letto e di cui volete sbarazzarvi, aderite all'iniziativa". 

Così, chiunque può aderire all'iniziativa, inviando libri direttamente al primo cittadino di Lampedusa a questo indirizzo: "Giusi Nicolini, Sindaco - Donazione dei libri per la prossima apertura della Biblioteca Ibby di Lampedusa Via Cameroni, 92010". 

La chitarra di Buzzurro e il mecenate Presti alle FAM

Settimana ricca di eventi quella in corso alle Fabbriche Chiaramontane di Agrigento nell’ambito del cartellone “Agrigento e Vigata” promosso dalle FAM per offrire a viaggiatori e residenti un ricco calendario di appuntamenti culturali nel centro storico della città.

Il chitarrista Francesco Buzzurro
Giovedì, per il ciclo Conversazioni, l’ospite sarà il mecenate Antonio Presti, fondatore di Fiumara d’Arte e animatore del progetto della “Porta della Bellezza” a Librino, uno dei quartieri satellite di Catania. Presti interverrà sul tema “Girgenti città della Bellezza”. Ingresso gratuito, si comincia alle ore 21. 

Venerdì 2 agosto grande appuntamento con il jazz d’autore. Ospite della corte interna delle FAM il chitarrista Francesco Buzzurro. Un concerto a pagamento dai prezzi estremamente popolari e per un limitato numero di posti: 140 (90 poltrone, 50 gradini). I costi: 10 euro la poltroncina numerata, 5 euro la gradinata. La prevendita comincia domattina alle FAM e si conclude venerdì: gli orari sono 10.30-12.30 e 17-20. Il concerto comincia alle ore 21.

Teatro Stabile di Catania, Nino Milazzo presidente

Sarà il giornalista Nino Milazzo a presiedere il nuovo Cda del Teatro Stabile di Catania. Ieri l’assemblea dei soci del Teatro Stabile di Catania si è riunita negli uffici di via Museo Biscari per nominare i membri del nuovo consiglio di amministrazione e designare tra questi il presidente dell’ente. Per il Comune di Catania è intervenuto personalmente il sindaco Enzo Bianco, che ha così voluto dare segno di vicinanza e cura nei confronti dell'Ente.

Nino Milazzo
Il nuovo Cda risoluta così composto: per il Comune Nino Milazzo, che assume la carica di presidente; per la Provincia Celeste Costanzo; per l’Ente Teatro di Sicilia Raffaele Marcoccio; in via di definizione i membri che saranno nominati dalla Regione.

Nato a Biancavilla, Nino Milazzo ha iniziato l'attività di giornalista agli inizi degli anni Cinquanta a Catania ("Giornale dell'Isola", "L'Isola", "Espresso Sera", "La Sicilia"). Esperto di politica internazionale, approda a Milano al "Corriere della Sera", nella cui redazione arriverà a ricoprire l'incarico di vicedirettore. E' poi vicedirettore vicario de "L'indipendente". Nel biennio 1987-1989 torna a Catania, chiamato dal direttore Mario Ciancio, come condirettore responsabile del quotidiano "La Sicilia". Ha collaborato con il "Sole 24 Ore" e "L’Europeo". Impegnato anche nel giornalismo televisivo, dal 2000 al 2006 è stato direttore dell'emittente siciliana "Telecolor" e per circa ven'anni ha collaborato ai programmi tv di Enzo Biagi.


La "Giocasta" di Caterina Vertova al Tindari Festival

Sarà Caterina Vertova ad inaugurare la prosa al Tindari Festival, giovedì 1 agosto alle 21,30 al Teatro Antico di Tindari. L’attrice sarà la protagonista in "Giocasta" di Dimitra Mitta per la regia di Stefano Molica. La Vertova sarà affiancata dal giovane attore pattese Marco Conti Gallenti. La colonna sonora originale è di Luca Pincini che eseguirà le musiche dal vivo. Il testo della scrittrice greca Dimitra Mitta, ribalta totalmente la visione tradizionale del mito di Edipo ed offre una visione diversa su una della storie più antiche ed affascinanti del teatro classico. 

L'attrice Caterina Vertova
“Giocasta – ha spiegato Caterina Vertova - nasce a Tindari e di fatto è un laboratorio aperto voluto dal Teatro dei Due Mari e dal regista Stefano Molica. Mi è stato proposto di interpretare il ruolo di Giocasta su un testo contemporaneo di una giovane scrittrice greca che ha fatto una cosa straordinaria: ha preso un personaggio noto della mitologia greca ed è entrata dentro. Nessuno conosce chi è realmente Giocasta, cosa prova o quali siano le sue paure, le sue gioie o i suoi desideri. Quali sentimenti ha provato in relazione ad Edipo. Dimitra Mitta ha preso in braccio questa donna ed è andata ad indagare nella sua vita e nel suo animo. Questo – ha aggiunto l’attrice - mi ha affascinato, anche perché è una visione rivoluzionaria. In primis parla dell’aderire alla propria natura per essere vivi e non adattarsi alla società del tempo. E per fare ciò ci vuole tanto coraggio. In secondo luogo esprime il desiderio di donna di essere madre e di proteggere il proprio figlio e il proprio destino. Un testo talmente attuale da sembrare di essere scritto oggi”.

Teatri di Pietra: "Caligola" da Svetonio a Camus

Uno spettacolo ispirato al “Caligola” di Albert Camus‚ elaborato in diverse versioni dal 1937 al 1958, fino ad arrivare, indietro nel tempo, al testo di Svetonio. Per la nona rassegna “Teatri di pietra Sicilia” un incentrato sul delirio del potere‚ rappresentato per la prima volta a Parigi nel 1945, in scena al Teatro Antico di Morgantina – Aidone (Enna) mercoledì 31 luglio alle 21.30

Una scena dello spettacolo
La messinscena in forma di danza teatro, è scabra e tutta al femminile: Caligola (in doppio con la figura della sorella/amante Drusilla) interpretato da Cinzia Maccagnano e Valentina Capone,  Scipione ( il giovane poeta innamorato di Caligola) affidato alla giovane Roberta Rossignoli, due soldati/guardie , quasi amazzoni (Carlotta Bruni e Rosa Merlino) e la devota e sacrificata sposa Cesonia (Luna Marongiu).

Mimmo Cuticchio cittadino onorario di Palermo

"A Mimmo Cuticchio, voce e volto di tante storie di Palermo, non può non darsi la cittadinanza onoraria della nostra città. Le sue storie, i suoi pupi, la sua passione hanno rappresentato e rappresentano una delle esperienze culturali e di impegno civile più belle e longeve della nostra città". Queste le parole del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che con l'assessore Francesco Giambrone ha scoperto in via Bara all'Olivella una targa commemorativa dei 40 anni dello storico teatro dei Pupi. 

Mimmo Cuticchio in una scena del film "Terraferma"
"Che questa esperienza, che è anche impresa culturale - ha detto Orlando - si trovi in una delle più antiche aree pedonali a vocazione turistica della città è un fatto che dovrebbe far riflettere tutti noi". "Il riconoscimento a questo Teatro - ha detto l'assessore Francesco Giambrone - è un riconoscimento non solo a Mimmo ma a tutta la sua straordinaria compagnia, simbolo della possibilità di mantenere viva una grande scuola artistica e culturale che unisce tradizione e innovazione".

Il Teatro Massimo approva bilancio consuntivo 2012

L’assemblea dei Soci della Fondazione Teatro Massimo (Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Regione Siciliana e Comune di Palermo) riunitasi oggi, ha espresso parere favorevole al bilancio consuntivo 2012 presentato dal Commissario Straordinario prefetto Fabio Carapezza Guttuso. Il bilancio 2012 – che riguarda l’esercizio precedente all’insediamento del Commissario - si chiude con un disavanzo di 3.431.000 euro. Tale parere si aggiunge a quello dei Sindaci revisori e a quello della società di revisione PwC – PricewaterhouseCoopers anch’essi favorevoli.

Il Teatro Massimo di Palermo
Il risultato, frutto di una attenta ricostruzione della realtà delle cose, ha inciso inevitabilmente sulla gestione del 2013 e sul bilancio di previsione 2013-2015 già approvato. In particolare, in questi mesi, il Commissario straordinario ha dovuto infatti da un lato modificare la programmazione artistica, già approvata, contrattualizzata e commercializzata nel 2012, dall’altro ha dovuto chiudere un accordo con le OO. SS. per intervenire sulle retribuzioni del personale dipendente.

lunedì 29 luglio 2013

Al via il Nebrodi Art Fest a Castell'Umberto

Dall'1 al 4 Agosto il Parco sub-urbano di Castell’Umberto, nel Messinese, ospiterà la IV edizione del Nebrodi Art Fest. La quattro giorni prevede spettacoli circensi, laboratori di riciclo e riuso, intrattenimento per i più piccoli e grandi spazi per il gioco. Sul palcoscenico del #NAF13 si alterneranno artisti e dj affermati, realtà musicali come: General Leavy (UK), Tha Trickaz (FRA), MezzoSangue (ITA), Ipercussonici (ITA), Baciamo le mani (ITA), e tanti altri artisti isolani e emergenti.

Agli spettacoli e alle performaces artistiche si affiancano momenti di riflessione e di discussione. Tre i dibattiti tematici su: Dritto del lavoro, spazi auto gestiti e difesa e tutela del territorio. "Buttiamo giù la mafia, con un caffè”, è il tema del museo a cielo aperto, novità della IV edizione del #NAF13 che, attraverso ricostruzioni storiche e mediante esposizioni fotografiche ed artistiche, racconterà la mafia e l'Antimafia.

Una manifestazione nata dall’iniziativa di un gruppo di giovani accomunati dalla voglia di creare nuovi spazi in cui la cultura si manifesta in tutte le sue forme ed espressioni: la musica, l’arte e il confronto sulle problematiche relative alla società e al vivere comune, con il presupposto di mettere in primo piano la difesa del territorio. 

domenica 28 luglio 2013

Eleonora Abbagnato aprirà il Festival Belliniano


Grandi lavori per la quinta edizione del Festival Belliniano. Il cartellone, dal 22 agosto al 3 novembre, sarà incentrato sulla dimensione e la vasta risonanza europea che hanno accompagnato la parabola umana ed artistica del compositore etneo, che con il debutto parigino dei "Puritani" conobbe nel 1835 la piena consacrazione. 

Eleonora Abbagnato
La manifestazione, rivolta ad un pubblico internazionale, si snoderà come di consueto tra Taormina e Catania. Si parte il 22 agosto proprio dal Teatro Antico di Taormina con un evento particolarmente atteso, che riporta la grande danza al centro del Festival Belliniano, così come avvenne per la prima edizione con il balletto Le Baccanti di Misha va Hoecke. L'edizione odierna vedrà infatti protagonista Eleonora Abbagnato e le stelle dell'Opéra di Parigi, proprio la città "adottiva" per eccellenza di Bellini. 

"Archeologia in divenire" e scavi a Capo Boeo

Martedì 30 luglio, alle 18, al Museo “Baglio Anselmi”, sede del Parco archeologico e ambientale di Marsala, si svolgerà il secondo incontro sul tema “L’archeologia in divenire”, un’iniziativa congiunta del Centro Internazionale di Studi Fenici e Punici, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Marsala, il Parco e la Soprintendenza di Trapani. La conferenza, dal titolo "Scavi alle Mura di Lilibeo nell’Area archeologica di Capo Boeo", che sarà tenuta da Nicola Bonacasa, Antonella Mandruzzato e Alessia Mistretta, riguarda le più importanti scoperte effettuate durante le ricerche archeologiche condotte a Marsala dalle Università di Amburgo e Palermo, in regime di Convenzione prima con la Soprintendenza di Trapani e poi con il Parco. 

Capo Boeo
Le ricerche, finalizzate alla ricostruzione e restituzione planimetrica delle fasi punico, ellenistica e romana di Lilibeo, si sono svolte finora nella zona settentrionale dell’area archeologica, e più precisamente nei pressi del fossato punico. La scoperta di imponenti tratti delle fortificazioni delle fasi punica e romana ha consentito di conoscere meglio rispetto al passato lo sviluppo e l’evoluzione architettonica delle mura nel corso del lungo arco di tempo in cui furono in uso. 

"Stragusto" a Trapani, tra degustazioni e laboratori

Tanti visitatori stanno partecipando a Trapani alla quinta edizione di Stragusto, la manifestazione, promossa da Trapani Welcome e Ps Advert con il patrocinio del Comune di Trapani e del centro di cultura gastronomica Molino Excelsior di Valderice, che intende recuperare e valorizzare il grande patrimonio offerto dai produttori del cibo da strada, veri e propri artigiani del gusto. 

Sapori trapanesi (Foto: Francesco Genovese)
Dopo il taglio inaugurale del nastro, giovedì scorso, alla presenza del sindaco Vito Damiano, l'Assessore comunale al turismo Ivana Inferrera e Paolo Salerno direttore del centro di cultura gastronomica Molino Excelsior, gli stand enogastronomici dedicati allo street food di varie regioni d'Italia hanno aperto i battenti per accogliere i numerosi visitatori, in gran parte turisti, venuti per assaporare specialità come le panelle, il pane ca meusa, lo sfincione palermitano, "a rascatura" cabbucio, i ćevapčići, ma anche il kebbap palestinese, i dolci panteschi, il melone giallo di Paceco, il Marsala, il lampredotto fiorentino, la porchetta umbra e tanto altro.

La manifestazione si chiuderà questa sera con degustazioni, laboratori di cucina, realizzati da grandi chef e mastri pasticceri, e wine tasting a cura di “Mondo sensoriale”.

La tartaruga di Mondello, tavolo tecnico e informazione

Il presidio del Wwf a Mondello
Il presidente della VII Circoscrizione, Pietro Gottuso, ha effettuato un sopralluogo, con alcuni consiglieri comunali e di circoscrizione, alla spiaggia di Mondello, sul luogo in cui è stato individuato un nido di uova di Caretta Caretta. Insieme al responsabile del WWF Davide Bonaviri, presente all’incontro, è stato deciso che il prossimo 7 agosto verrà svolto un tavolo di lavoro presso la sede della Circoscrizione con i gestori dei lidi balneari per istruire il personale di sorveglianza e di pulizia degli arenili in caso di ritrovamento dei nidi di tartaruga. È inoltre emersa la possibilità che nel corso del prossimo anno scolastico possa essere organizzata, con il supporto dell'amministrazione comunale, una campagna di informazione e sensibilizzazione rivolta agli studenti delle scuole.

A Palermo artisti uniti per salvare il Brass Group

“Le condizioni del Brass Group continuano a essere drammatiche e preoccupanti, la mancanza di risorse disegna un futuro terribile per questa grande istituzione culturale. Palermo non può permettersi di perdere un luogo d’eccellenza musicale così importante e famoso nel mondo”. La Slc Cgil di Palermo chiama a raccolta la stampa, gli intellettuali, i musicisti e tutti gli operatori culturali palermitani, e non, a una conferenza stampa che si terrà il 31 luglio alle 19 presso lo Spasimo di Palermo.

Santa Maria dello Spasimo
A seguire, i musicisti del Brass con la partecipazione degli artisti del Teatro Massimo, della Foss, del Teatro Biondo e di tanti altri artisti si esibiranno in uno spettacolo gratuito per lanciare il loro grido di allarme. “La Slc Cgil – è l’invito di Murizio Rosso, segretario Slc Cgil di Palermo - auspica che le istituzioni politiche e culturali della città costruiscano insieme al sindacato un percorso certo per risolvere la crisi del Brass”.

venerdì 26 luglio 2013

Il Teatro Massimo al Tindari Festival e a Cefalù

Il Teatro Massimo di Palermo chiude la prima parte delle attività artistiche 2013 con importanti manifestazioni sul territorio regionale: nei prossimi giorni sarà infatti ospite della 58a edizione del Tindari Festival, con il balletto “Verdiana” (30 luglio) e con un concerto corale (2 agosto) con musiche di Verdi, e ancora nella magnifica Basilica Cattedrale di Cefalù (31 luglio) sempre con il Coro diretto da Piero Monti protagonista di un omaggio a Verdi nel bicentenario della nascita.

Una scena dello spettacolo "Verdiana" (Foto: Lannino)
Queste attività ‘fuori casa’ dei complessi artistici del Teatro Massimo – ha sottolineato nel corso della conferenza stampa il Commissario straordinario prefetto Fabio Carapezza Guttuso – sono a oggi le ultime cronologicamente di un percorso intrapreso nei mesi scorsi che rende virtuoso un collegamento solo apparentemente bizzarro, e cioè quello della ‘dipendenza’ in Sicilia del Teatro dall’Assessorato regionale al Turismo. Ho pensato che era necessario assecondare tale caratteristica non solo per incentivare le attività che portano nella nostra ‘casa’ turisti da tutto il mondo, ma sviluppare percorsi d’arte e di musica in luoghi meno frequentati (per esempio Petralia Sottana con gli itinerari gaginiani nelle Madonie) che possono essere scoperti anche attraverso la presenza di spettacoli pensati appositamente. Così facendo diamo rilievo alle capacità produttive interne dell'Isola e costruiamo percorsi di condivisione con gli enti locali e il territorio anche per un più razionale impiego delle risorse economiche. Mi piace poi anticipare che stiamo concretizzando una collaborazione con le più note compagnie di navi da crociera, nonché con le strutture alberghiere palermitane cui da alcuni mesi dedichiamo un nuovo servizio privilegiato denominato Massimoguest”.

Palermo, "Il Giullare" in scena a Villa Pantelleria

Sabato 27 e domenica 28 luglio, alle 21,30, nell'ambito del Parco Villa Pantelleria Festival, a Palermo, andrà in scena "Il Giullare", a storia di un buffone di corte che, tra un gioco e l'altro, denuncia la tirannia dei sovrani ed annuncia il disprezzo del popolo verso il re e la regina. Lo spettacolo, scritto da Lollo Franco, è diretto da Giuditta Perriera e vede in scena gli attori della Compagnia Putia d'Arte Malvina Franco

La Compagnia Putia d'Arte Malvina Franco
"Siamo in una corte del ‘700, - si legge nelle note di regia - ma è certo che non si tratti di oggi? C’è un giullare che diverte e prende in giro il re. Ma siamo certi che non ci sia anche oggi qualcuno che si prenda gioco del potere? Una corte ridotta a un pollaio vanesio, un re nano ma forte della sua ricchezza, una regina che è una fredda escort in posa. Un giullare che appartiene al popolo ma che aspira ad essere ascoltato e accolto dal potere, e coi suoi amici si inventa i modi per galleggiare in questa ipocrita e misera esistenza. Fino a quando qualcosa non va storto e il re lo condanna a morte. Allora esce il coraggio dell’uomo nudo e senza più nulla da perdere se non la propria dignità di uomo e di artista. E dunque viene fuori la sua ribellione e il suo disprezzo per il potere. E’ una favola certo. I buoni vincono. Il popolo si riprende la sua dignità. Nelle favole può succedere ancora. Con una leggera e divertente farsa, tra un gioco e l’altro, ci prendiamo ironicamente ma anche, speriamo, seriamente in giro".

"Storie di Giacobbe" nel giardino di Villa Piccolo

Domenica 28 luglio, alle 21, nell'ambito della rassegna "Le porte del Sacro - Artisti per Villa Piccolo", promossa dalla Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella e diretta da Alberto Samonà, nel giardino di Villa Piccolo (Strada Statale 113, km.109, Capo d’Orlando) andrà in scena Storie di Giacobbe, Progetto di Beatrice Monroy; narrazione e lettura di Beatrice Monroy e Rinaldo Clementi: una narrazione tratta dalla trilogia di Thomas Mann, Giuseppe e i sui fratelli. 

Beatrice Monroy e Rinaldo Clementi
È un viaggio alla scoperta del Sé, l’iniziazione dell’Io, ma è anche un lungo viaggio intorno alla leggerezza dell’uomo. Mann si muove nella sua grande scrittura attraverso i simboli per riscattarli in una storia dell’umanità. Dal “piatto di lenticchie”, al “combattimento con l’angelo” attraverso la nascita di Giuseppe e “il pozzo”. Avventure di ogni donna e uomo che, percorrendo la sua vita, inciampa e impara.

Le storie di Thomas Mann sono narrate, lette e completate con riferimenti alla Bibbia, ai testi di Henri Corbin, di Ibn Arabi e di altri autori. La rassegna è interamente autofinanziata dagli artisti quale gesto di solidarietà nei confronti della Fondazione Piccolo. Ingresso libero.

Maria Grazia Cucinotta a Salina ricorda Troisi

A quasi vent’anni dalle riprese de “Il Postino”, torna a Salina da guest star Maria Grazia Cucinotta, ospite di MareFestival venerdì 2 agosto per il “Massimo Troisi Day”.

Maria Grazia Cucinotta
La proposta del direttore artistico Massimiliano Cavaleri di intitolare al protagonista una strada e un’opera destinata a perpetuare il ricordo del film, ha trovato pronta adesione nel sindaco di Santa Marina Salina, Massimo Lo Schiavo, e nel soprintendente ai Beni culturali Salvatore Scuto, che ha già esitato il progetto dell’installazione. 

Così il lungomare del Porto prenderà il nome di “Passeggiata M. Troisi” e nello slargo, fra il vialetto per gli aliscafi e la piazza principale, sarà collocata la scultura “Oltre il tempo” del maestro Antonello Arena, seguito nel percorso artistico dall’esperto della Provincia, Saverio Pugliatti. La suggestiva icona della bicicletta, cui lo scultore si è ispirato, ha convinto i critici Teresa Pugliatti e Luigi Ferlazzo Natoli, e le loro riflessioni sull’espressività del simbolo prescelto sono riportate nel catalogo del Festival.

Da Israele alla Sicilia, arriva la musica di Sagi Rei

L'artista israeliano Sagi Rei, diventato popolare per il brano "L'amour toujours (I'll Fly With You)" scelto nel 2009 dal marchio "Intimissimi" come colonna sonora per il suo spot televisivo, si esibirà al Centro "Cambio Rotta" di Altavilla Milicia (Via Consolare) domenica 28 luglio alle 21.

Sagi Rei
Dotato di una vocalità con tratti soul ed etnico-acustici, Sagi Rei ha sviluppato uno stile musicale che va dal genere pop melodico alla musica dance. Nato a Tel Aviv nel '72 e trasferitosi all'inizio degli anni '90 per motivi di studio in Italia, dove prende la cittadinanza italiana, comincia sin da subito la sua carriera di musicista e cantante. Nel 2005 pubblica la raccolta "Emotional Songs" che riscuote un buon successo e sulla stessa scia pubblica nel 2007 la raccolta "Emotional Songs Part 2". Queste raccolte sono state pubblicate in più di 15 Paesi e risultano tra le più vendute in Italia. Rei ha collaborato con il dj Mario Fargetta per il quale ha interpretato "People on the beat", "Shining Star" e "All I Need", brani molto in voga nelle discoteche. Nel 2010 ha inciso l'album "Sagi sings Michael Jackson" in onore del re del pop scomparso nel 2009.

Le ceramiche di Picasso e Pan Lusheng a Caltagirone

“Pablo Picasso/Pan Lusheng. Dialogo con la ceramica” è il titolo della mostra – a cura di Annamaria Orsini e Vincenzo Sanfo – che, promossa dall’assessorato ai Beni culturali e al Turismo del Comune di Caltagirone, si svolgerà nella città della ceramica, in tre distinte “location” (Palazzo Libertini, ex Carcere borbonico e Museo diocesano) dal 28 luglio al 22 settembre.

Ceramiche di Pablo Picasso (Foto: Caterina Barjau)
La mostra, ospitata alla Biennale di Venezia e destinata, dopo l’appuntamento di Caltagirone, ad altre importanti “piazze” come Parigi e Berlino, consta di oltre 80 ceramiche di Picasso e Pan Lusheng, oltre a dipinti, acqueforti, litografie e documenti provenienti da musei e collezioni pubbliche e private di Cina, Francia, Spagna, Italia e Stati Uniti. Essa mette a confronto l’esperienza di due grandi maestri che, attraverso la ceramica, hanno trasformato le economie e la storia di due città distanti tra loro, ma pervase dallo stesso spirito: Vallauris in Francia e Zibò in Cina. “Infatti – spiega Vincenzo Sanfo – Pan Lusheng, con la sua libertà d’espressione, ha fatto come Picasso e ha stravolto, rileggendola a suo modo, la decorazione della ceramica moderna in Cina che, dopo di lui, non sarà più la stessa, come è stato per Picasso a Vallauris”.

L’esposizione è visitabile tutti i giorni dalle 9,30 alle 13 e dalle 16 alle 19,30. Ingresso 8 euro.

giovedì 25 luglio 2013

"Tour Madonie Expo": natura, arte e cibo ad alta quota


Monte San Salvatore da Petralia Sottana
Natura, musica e cibo “in vetrina” dal 25 al 28 luglio al Tour Madonie Expo. A Castellana Sicula, nel Palermitano, nella villetta comunale di Calcarelli, si potranno trascorrere quattro giorni tra degustazioni, estemporanee d’arte, musica ed escursionismo. La rassegna, organizzata dal Tour Madonie Village, prevede laboratori del gusto per apprezzare le prelibatezze del territorio, escursioni a cavallo e in mountain bike, voli in parapendio dal santuario di Madonna dell’Alto, visite guidate al Museo archeologico Muratore, un’estemporanea d’arte con creazioni dal vivo ed anche un mercatino dell’usato. Sarà, inoltre, possibile approfittare di un’area campeggio libera o pernottare in strutture convenzionate. La sera, poi, spazio alla musica dal vivo con diverse cover band e discoteca. Per informazioni chiamare il 348 0748061.

Giovanni Antonini suona con la Sinfonica Siciliana


Giovanni Antonini, uno dei più grandi flautisti italiani al mondo per la musica antica, sposa la causa dei lavoratori dell'Orchestra Sinfonica Siciliana. L'artista è infatti il protagonista del concerto offerto al pubblico domani, venerdì 26 luglio alle 21 al Politeama Garibaldi di Palermo e rientrante nel calendario di concerti di protesta gratuiti eseguiti per non far spegnere i riflettori sulla grave situazione di stallo in cui versa la Fondazione. 

Giovanni Antonini
Con Antonini suonerà anche il gruppo di ottoni dell'OSS, che aprirà la serata con le note del primo tempo del Concerto per due trombe di Vivaldi. Seguiranno brani di G. Gabrieli, Samuel Scheidt, J.F.K. Fischer e M. Altenburg. Il programma prevede, inoltre, l'esecuzione del Concerto in do maggiore per flauto, archi e basso continuo di Telemann, la Sinfonia in fa minore n. 49, "La passione" di Haydn e il Concerto in do maggiore per flauto, archi e basso continuo di Vivaldi. Dirige lo stesso Antonini che offre la sua performance a titolo gratuito.

Emma Dante a Venezia con "Via Castellana Bandiera"

Una scena del film
Il cinema siciliano torna a Venezia. L'opera prima della regista palermitana Emma Dante, "Via Castellana Bandiera", sarà in concorso alla settantesima edizione della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, in programma dal 28 agosto al 7 settembre. Tra gli interpreti, oltre alla stessa Dante, Alba Rohrwacher e Elena Costa. Il film, tratto dall'omonimo romanzo di Emma Dante, è stato scritto dalla regista insieme a Giorgio Vasta, con la collaborazione di Licia Eminenti.

Questa una breve nota sul film: "Palermo, domenica pomeriggio. Due auto si trovano una di fronte all’altra; alla guida, due donne. Nessuna delle due intende cedere il passo. Da questo incontro minimo, un intero cosmo di relazioni, famiglie, sentimenti, si prepara a esplodere, testimone di un duello femminile ostinato e senza tempo per bere, mangiare o dormire, che arriva alla notte, e forse oltre". 

Weekend tra jazz, danza e immagini a Catania

Prosegue a Catania la rassegna musicale “NonsoloCLASSICA International 2013”, organizzata dall'associazione culturale A.Gi.Mus. Dalla cornice barocca del Chiostro dei Minoriti, sede della Provincia regionale di Catania, (via Etnea, 73), si ascolterà la musica del “Rosalba Bentivoglio Jazz Quintet”, in programma sabato 27 luglio alle 21 e del particolare concerto, fra i pochi in Italia con musiche originali, “Dehesmael - Musica dal mondo dei sogni”, previsto domenica 28, sempre alle ore 21.00.

La compositrice e cantante Rosalba Bentivoglio
Giovanni Cultrera, direttore artistico della manifestazione, presenta i prossimi appuntamenti: “Quelli del 27 e 28 si prospettano concerti tanto particolari quanto diversi. Rosalba Bentivoglio è una delle compositrici e cantanti jazz più apprezzate del panorama internazionale, ed è per noi un onore averla nel nostro cartellone. La Shine Orchestra, ci proporrà un tipo di musica che sorprenderà molto. Accanto alla sezione degli archi, dei fiati e delle percussioni, un tastierista suonerà con campionatori e sintetizzatori moderni; un video-composer proietterà su megaschermo immagini in movimento sincronizzate in real time; una voce narrante fuori campo e una ballerina interagiranno con l'ensemble”.

L'omaggio al Verismo del Teatro Massimo di Palermo

Venerdì 26 luglio alle 21.15 secondo concerto del Teatro Massimo al Teatro di Verdura di Palermo all'interno della rassegna “Estate al Verdura” organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo e che raggruppa le istituzioni musicali più importanti della città (Teatro Massimo, Orchestra Sinfonica Siciliana, Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini”, Brass Group e Amici della Musica).

L'Orchestra e Coro del Teatro Massimo di Palermo
“Omaggio al Verismo” per l'Orchestra e il Coro del Teatro Massimo guidati nuovamente dalla bacchetta di George Pehlivanian (maestro del Coro è Piero Monti): ricco il programma con musiche di Giacomo Puccini (Preludio dall'Atto III di Edgar - Coro a bocca chiusa da Madama Butterfly - Intermezzo “La tregenda” da Le Villi - Intermezzo da Manon Lescaut), Pietro Mascagni (“Gli aranci olezzano” da Cavalleria Rusticana - Intermezzo “Il sogno di Ratcliff” da Guglielmo Ratcliff - Intermezzo da Cavalleria Rusticana), Ruggero Leoncavallo (Intermezzo e “Coro delle campane” da Pagliacci) e Arrigo Boito (Prologo in Cielo (I e IV Tempo) da Mefistofele).

mercoledì 24 luglio 2013

"Dal nulla all'infinito", arte di scena alla Villa del Casale

Un filo che proviene dal nulla corre lungo il telaio, arriva in un primo ambiente, inizia a tessere relazioni producendo dialogo, esperienza, passa da un luogo ad un altro, porta l’uomo ad interrogarsi e a cercare un’identità, e si purifica dialogando con il suo Dio. Dal caos all’infinito, un viaggio per gironi infernali che attraverso il Limbo e giunge alla purezza. Insomma, una Divina Commedia per gradi, un percorso di iniziazione legato ad un unico filo: è il progetto site specific che l’artista di Pozzallo Francesco Rinzivillo ha ideato per la Villa del Casale di Piazza Armerina

La Villa Romana del Casale in notturna
Da venerdì 26 a domenica 28 luglio l’artista siciliano presenterà infatti la sua istallazione “Dal nulla all’infinito”, nell’ambito del progetto “Le forme dell’identità”, installazioni artistiche in precise aree espositive all’interno della struttura, le cosiddette ZAT, Zone Artistiche Temporanee, visitabili anche in notturna visto che la Villa è aperta fino al 23,30 per tutta l’estate. Domenica 28 si esibiranno i Famiglia del Sud.

Il filo di Rinzivillo proviene dal nulla (ovvero dall’esterno della Villa del Casale, il caos primordiale) corre lungo il telaio (la stessa residenza romana), arriva in un primo ambiente (corte porticata, l’esistenza) inizia a tessere relazioni (lungo il vestibolo, i mosaici sono il simbolo del dialogo tra le diverse culture). L’intercapedine (il corridoio della Grande Caccia) rappresenta la soglia tra visibile e invisibile, corpo e anima. Porta l’uomo ad interrogarsi e cerco il suo Dio attraverso il tempio (la basilica) fino a distaccarsi dal suo io de-creandosi e a liquefarsi diventando infinito. Illuminazioni, con colori diversi negli ambienti, condurranno il visitatore lungo il percorso.

Catania, dal fado al jazz con il duo Ribeiro & Barenghi

Dopo le tappe in Portogallo, Spagna e nell’isola di Salina, ospiti del film festival in corso, tocca Catania per il cartellone di Classica & Dintorni la tournèe 2013 del Duo Ribeiro & Barenghi, attesi al Castello Ursino venerdì 26 luglio, ore 21, con “Apenas: dal fado al jazz”.

Sofia Ribeira e Bartolomeo Barenghi
Si tratta di un duo italo-portoghese con una produzione artistica estremamente versatile che, dal jazz al fado alla bossa nova brasiliana attraversa – con il canto e lo straordinario accompagnamento della chitarra acustica – un universo musicale raffinatissimo e al contempo, potenza dell’arte, fortemente evocativo di luoghi, scenari e contesti artistici e socio-culturali di più continenti.

I musicisti sono Sofia Ribeiro, giovane cantante portoghese dalla musicalità poliedrica come il chitarrista italiano Bartolomeo Barenghi: partendo dal jazz, il loro duo si avventura nel cammino della diversità stilistica, con particolare attenzione per la musica portoghese, pop e brasiliana.

Pilar in concerto a Ispica

La voce di Pilar e le sue musiche dal ritmo avvolgente saranno protagoniste, a Ispicamercoledì 31 luglio (Villa Torre del Mare, ore 21) del terzo e ultimo appuntamento con “Pillole di seduzione”, la manifestazione organizzata dall'associazione "Ipso facto" di Modica, dalla Villa Torre del Mare e dalla Fidapa di Modica.

Pilar
Un'antica villa immersa nel silenzio della campagna iblea farà da scenario all'esibizione dal vivo della cantante, interprete e autrice romana Pilar nell'unica tappa ragusana della sua tournée siciliana. Pilar, al secolo Ilaria Patassini, unisce l’interpretazione vocale a un uso strumentale della voce, coniugando musica popolare e canzone d’autore in un sound originale. 

L'artista romana interpreterà i brani del suo ultimo album, “Sartoria Italiana Fuori Catalogo” (UpArt Records/ Egea Distribution, 2011) realizzato con Bungaro e gli arrangiamenti di Toni Canto, oltre ad alcuni “pezzi” del suo ricco repertorio. 

"Voci del Sud" a Favignana: da Analfino a Venuti

Mario Venuti, Lello Analfino, Peppe Qbeta, Matteo Amantia e la Supercombo Band. Saranno questi i protagonisti di “Voci del Sud”, il concerto organizzato dall’amministrazione comunale di Favignana per giovedì 25 luglio alle 21.30 al piazzale Barraco, vicino alla baia del porto, proprio per permettere a chi lo volesse di assistere al concerto a bordo delle imbarcazioni che sostano nello specchio d'acqua che farà da sfondo alla scenografia naturale dell’evento, così come voluto dall’amministrazione comunale, che intende coniugare la valorizzazione delle location alle varie manifestazioni.

Mario Venuti
Il concerto serale sarà preceduto da una conferenza stampa che si terrà nel pomeriggio, alle 18,30 a Palazzo Florio, alla quale oltre al sindaco, Giuseppe Pagoto, interverranno tutti gli artisti protagonisti dell’iniziativa. Durante la conferenza stampa, Lello Analfino, leader dei “Tinturia”, si soffermerà ad illustrare, in qualità di direttore artistico, i dettagli di un grande evento in fase di programmazione per il mese di settembre, pensato e voluto dall’amministrazione per avviare la destagionalizzazione del turismo, e volto a coniugare musica, tradizioni ed enogastronomia.

martedì 23 luglio 2013

"Velanzignu", educazione ambientale a Favignana

Arriva nell’Area Marina Protetta "Isole Egadi", a Favignana, il progetto di educazione ambientale “Le Avventure di Velanzignu”, realizzato per l’estate 2013 dall’omonima associazione, in collaborazione con il Comune di Favignana e l’Area marina protetta, e indirizzato a bambini e ragazzi. 

Il progetto si articola in cinque giornate d’incontro e di esperienze di vita in mare nei comuni di Castellammare del Golfo, San Vito lo Capo, Trapani, Favignana e Palermo. "Velanzignu" viaggia su una barca a vela e conduce i ragazzi e i loro genitori, attraverso la lettura di una favola, a scoprire gli elementi naturali nascosti tra le pieghe della quotidianità e quindi a riflettere sull’importanza di adottare stili di vita in armonia con l’ambiente. Una favola per apprendere, per creare dialogo, rispetto e valori. Tra gli argomenti trattati l’acqua, l’aria e la terra, e poi consumi, rifiuti, energia, stili di vita e paesaggio.

Casa Memoria Peppino Impastato diventa museo

Giovedì 25 luglio alle 18 si inaugura la Casa-Museo, dedicata a Peppino Impastato, nella sede di Casa Memoria in corso Umberto 220 a Cinisi. Quella che era l’abitazione di famiglia, infatti, è stata trasformata in una struttura adatta ad accogliere i numerosi visitatori che ogni anno raggiungono Cinisi per conoscere la storia e i luoghi di Peppino Impastato. I lavori di ristrutturazione, realizzati grazie al progetto “Un ponte per la memoria”, sostenuto da Fondazione con il Sud, hanno trasformato la casa in un museo: punto accoglienza, bookshop, sala lettura, area espositiva.

Peppino Impastato
Con l’occasione, sono stati recuperati numerosi materiali inediti di Peppino Impastato che saranno mostrati alla stampa e al pubblico per la prima volta, in occasione dell’inaugurazione della Casa-Museo. Intervengono: Giovanni Impastato, il senatore Giuseppe Lumia (ex presidente della Commissione antimafia), Ottavio Sferlazza (Procuratore Aggiunto, Reggio Calabria), Salvatore Palazzolo (Sindaco di Cinisi), Salvatore Finazzo, (vice presidente del Consiglio comunale di Palermo), Umberto Santino (Centro siciliano di documentazione), Emanuela Giuliana, Claudio La Camera (Osservatorio sulla ndrangheta), Umberto Pagano (Libera) e Addio Pizzo.

"Il vino tra identità e progettazione" a Marsala

Giovedì 25 luglio, alle 18.30, si svolgerà al Museo archeologico “Baglio Anselmi”, sede del Parco archeologico e ambientale di Marsala, la manifestazione dal titolo "Il Vino, tra identità e progettazione", organizzata dal Parco e dall’Associazione “Amici del Parco” con il concorso del Comune di Marsala. 

La manifestazione si articolerà in tre diversi momenti, accomunati dal tema del vino: la presentazione della pubblicazione dal titolo "Simboli e immagini del simposio", a cura di Maria Luisa Famà (con testi di M. L. Famà, Monica de Cesare, Teresa Linares, Maria Grazia Griffo, Caterina Mione), la presentazione del progetto "L’Umano e il Divino" con una video-installazione di Antonio Mauro, e, per concludere, una degustazione di vini D.O.C. di Marsala, città del vino. 

Tindari Festival, si danza con "Abraço”

Saranno le coreografie di "Abraço" di Santina Pellitteri Franco per la regia di Salvo Tessitore ad aprire, giovedì 25 luglio, la cinquantottesima edizione di Tindari Festival.

Il progetto mette insieme la forza visionaria di ben sei coreografi italiani ed europei, che si sono confrontati su un unico tema, l’abbraccio. Atto, si legge nella presentazione dello spettacolo "che muove i corpi, sostiene la vita o semina distruzione. L’abbraccio che può trasformare la minaccia in eros, permette la riconciliazione e fa recedere la rabbia. L’abbraccio che si oppone al vuoto e all’assenza d’amore, allontana la guerra e tocca il dolore come flusso vitale di umanità. L’abbraccio di sé con sé, nella solitudine, quello della coppia nel gioco del prendersi e lasciarsi".

"Glaviano Jam Session", aperitivo jazz a Palermo

In tema con la mostra “Marco Glaviano, il suo mondo la sua Palermo” e con la grande passione del noto fotografo (una sezione è proprio dedicata ai nomi più cool del panorama jazzistico mondiale) giovedì 25 luglio la terrazza del Loggiato San Bartolomeo ospita il primo di una serie di concerti jazz per uno straordinario aperitivo.

La cantante Anna Bonomolo
Si apre giovedì 25 aprile alle ore 20.30, con il trio Beppe Vella, Diego Spitaleri e Anna Bonomolo, “Glaviano Jam Session”. La formula dell’after-hour è molto semplice: con 15 euro (fino esaurimento posti) si può visitare la mostra, sorseggiare un cocktail godendo della vista di un panorama unico e assistere al concerto.

Si tratta di un spettacolo in cui fortissime sono le influenze di certa “black music” in contesti jazzy e pop che hanno segnato epoche musicali indimenticabili. Componenti del Trio sono due voci importanti della musica siciliana ed anche italiana quelle di Beppe Vella e di Anna Bonomolo, che con il loro timbro e le loro interpretazioni hanno affascinato anche critici musicali come Renzo Arbore e Vincenzo Mollica di RaiUno.
 

Con "Mena" nasce la "Festa dell'Opera Mediterranea"

“Festa dell’Opera Mediterranea” è il nuovo appuntamento con la grande musica lirica promosso dalla Camerata Polifonica Siciliana. Fedele alla linea programmatica tracciata in oltre vent’anni di attività dal presidente Aldo Mattina e dal fondatore e direttore artistico Giovanni Ferrauto, la CPS produce per il 2013 un vero e proprio festival estivo, che pur senza trascurare il tradizionale repertorio operistico, ha tra i principali obiettivi tenere a battesimo titoli inediti o mai eseguiti nel territorio. 

Il soprano Chiara Vyssia Ursino (Foto: Orazio Ursino)
La prima mondiale assoluta di "Mena", da poco ultimata dal compositore Plinio Maggi ispirandosi a “I Malavoglia” verghiani, sarà così abbinata in cartellone ad un classico immortale come “Il barbiere di Siviglia” rossiniano, allestito con la prestigiosa collaborazione del bass-baritone Simone Alaimo.

Questa prima edizione della “Festa” si svolgerà dal 25 al 30 luglio a Catania e Gela con un’ulteriore tappa a Noto. La Camerata Polifonica Siciliana si avvale per l’occasione della preziosa sinergia, avviata già lo scorso anno, con la Repubblica del Kazakistan, che sostiene il progetto attraverso la partecipazione della rinomata Orchestra di Stato del Teatro dell’Opera di Astana, capitale della nazione kazaka. Anche il Comune di Gela (Assessorato al Turismo) interviene come sponsor della manifestazione insieme agli altri enti pubblici che sostengono la CPS: Regione Siciliana (Assessorato Turismo) e Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Cultura in lutto, addio al musicologo Nino Titone

Si sono svolti questa mattina presso la chiesa di Santa Maria la Nova, a Palermo, i funerali di Nino Titone docente di Storia della musica e organizzatore culturale tra i più attivi della città, scomparso all’età di 79 anni. 

Il Conservatorio "Vincenzo Bellini" di Palermo
Palermitano d’azione, Titone ha ricoperto negli anni molti incarichi di prestigio tra cui quello di direttore artistico dell'Associazione “Amici della Musica”, di presidente del Conservatorio di Musica “Vincenzo Bellini” e infine anche di direttore artistico dell’Associazione Amici della Musica “Salvatore Cicero” di Cefalù. A rappresentare l’amministrazione comunale oggi era presente l’assessore alla Cultura Francesco Giambrone che ricorda come Titone “è stato un grande protagonista della cultura palermitana, impegnato per anni in tanti progetti innovativi e di promozione della cultura musicale. La sua particolare attenzione per il tema della ricerca e della formazione lascia generazioni di giovani musicologi che arricchiscono la nostra città e il nostro paese e il preziosissimo archivio del CIMS che da alcuni anni fa parte del patrimonio del Comune e che l'Amministrazione intende valorizzare". 

"Prendo il corpo in parola", danza in scena a Palermo

La danza contemporanea di scena a Palermo, nell'ambito del Parco Villa Pantelleria Festival. Giovedì 25 luglio alle 21,30 si potrà assistere a "Prendo il corpo in parola", performance di musica e danza liberamente tratta dall'omonimo libro di poesie dell'autrice palermitana Francesca Guajana. In scena la danzatrice Silvia Giuffrè, che cura regia e coreografia. Musiche dal vivo di Giuseppe Rizzo, voce di Francesca Guajana, video di Cinzia Conte e scenografia e luci di Alessandro Montemaggiore.

Silvia Giuffrè
"Compiendo un viaggio immaginario attraverso il corpo - si legge nella nota dello spettacolo - ascoltiamo noi stessi e lasciamo riaffiorare i più lontani ricordi. C’è sempre un’intima verità racchiusa nei gesti che compiamo, i quali, se osservati con uno sguardo diverso, lasciano cogliere la natura del nostro essere 'artisti': ogni uomo è nei fatti un genere particolare di artista. A partire dalla consapevolezza del limite sottile tra gesto e azione, tra movimento e danza, tra suono e musica, questa esplorazione diviene ancora più autentica e sorprendente. Qualunque gesto può essere danza, ciascun suono o rumore può diventare musica, se in accordo con le nostre emozioni ... dipende dal senso che gli si dà".

"Cavalleria rusticana" e "Pagliacci" a Taormina

Dopo il Rigoletto, firmato dal regista e scenografo Enrico Castiglione, la stagione lirica al Teatro Antico di Taormina prosegue con altri due popolari titoli operistici: "Cavalleria rusticana" (8 e 12 agosto, ore 21,30) e "Pagliacci" (10 e 14 agosto, ore 21,30). Si tratta di due nuovi allestimenti che lo stesso Castiglione realizzerà sempre insieme alla costumista Sonia Cammarata.

Daniela Dessì e Fabio Armiliato
Nell’anno in cui si celebra il centocinquantenario della nascita di Pietro Mascagni, Cavalleria rusticana vedrà alla ribalta due star della lirica come il soprano Daniela Dessì e il tenore Fabio Armiliato, celebre e affiatata coppia di artisti sulla scena e nella vita. Allungando la lista dei numerosi titoli che hanno condiviso sul palcoscenico, i due artisti affrontano per la prima volta insieme il capolavoro del grande compositore livornese. Per la fuoriclasse Dessì si tratta anzi del debutto assoluto nel ruolo di Santuzza, affiancata appunto dall’autorevole presenza di Armiliato in quello di Turiddu.

Teatro di Messina, Cisl: "Ubaldo Vinci presidente"

Ubaldo Vinci per la presidenza del Teatro Vittorio Emanuele di Messina. La proposta arriva dalla Cisl messinese e dal segretario generale Tonino Genovese che ha scritto al sindaco Renato Accorinti. Ecco il testo della lettera:

Il Teatro Vittorio Emanuele di Messina

Caro Renato, in queste settimane si celebra il 50° anniversario del Cineforum Don Orione. Esso ha rappresentato una straordinaria occasione di formazione e crescita della nostra comunità, soprattutto di molti giovani che, in quegli anni, hanno vissuto turbamenti, ideali, pulsioni sociali e desiderio di cambiamenti. Ricordo ancora la grande partecipazione, i dibattiti e un confronto nuovo che spingeva e alimentava la nostra comunità su una dimensione nuova e migliore. Molta della gioventù transitata da quella opportunità porta sempre con se quel patrimonio e lo trasferisce ogni giorno nella attività che svolge nella nostra comunità.