lunedì 28 febbraio 2011

Torna a Palermo il sax di Mondelci con "Gli Armonici"

Il sassofonista Federico Mondelci torna a Palermo con l’Orchestra da Camera “Gli Armonici”, diretta da Umberto Brunolunedì 28 febbraio alle 17,15 e martedì 1 marzo alle 21,15, al Politeama Garibaldi, ospite degli Amici della Musica. Per l'occasione Mondelci propone il Concerto in mi bemolle maggiore op. 109 di Alexander Glazunov (1936) e due brani — Melodia sospesa e la Suite per sassofono, pianoforte e archi — espressamente realizzati da Nicola Piovani. 

Federico Mondelci (foto: Luigi Angelucci)
La seconda parte del programma prevede, per il pomeridiano, l'esecuzione, con Alberto Maniaci al pianoforte, del Concerto grosso n. 1 di Ernst Bloch, scritto nel 1924-25 per l’Orchestra del Conservatorio di Cleveland; per il turno serale, invece, l’inedito Frammento per sassofono e archi di Federico Incardona (composto per “Gli Armonici”, ma rimasto sino ad ora ineseguito) e la Sinfonia da camera op. 110a di Shostakovich, dietro al cui titolo si cela la trascrizione dell’Ottavo Quartetto (1960) firmata da Rudolf Barshai.

sabato 26 febbraio 2011

"Le opere monumentali" di Piero Guccione a Palermo

Le più importanti realizzazioni pubbliche di Piero Guccione e i relativi lavori preparatori sono ospitati fino al 18 aprile nei saloni del piano nobile di palazzo Sant'Elia a Palermo per la mostra “Piero Guccione – Le opere monumentali” organizzata dalla Provincia regionale di Palermo e da Il Cigno GG Edizioni, con il contributo di Fondazione Roma Mediterraneo. 

Piero Guccione - "Il muro del mare" (olio su tela, 2010)
La mostra è stata inaugurata venerdì 25 febbraio dal presidente della Provincia Giovanni Avanti e dall’assessore regionale ai Beni culturali e all’Identità siciliana Sebastiano Missineo, alla presenza dell’artista. 

Un’esposizione inedita che propone circa 30 opere del maestro di Scicli fra le quali il grande olio, commissionato all’artista dall’allora presidente del Senato Marcello Pera, che campeggia nel Salone Garibaldi di Palazzo Madama a Roma, il “transatlantico” dei senatori. In mostra anche le due magnifiche pale presenti nella Cappella del Battistero di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri a Roma, chiesa ufficiale dello Stato italiano, presentate da Antonio Paolucci, direttore dei Musei Vaticani, in occasione della loro collocazione definitiva.

venerdì 25 febbraio 2011

Strauss e Čajkovskij per la Sinfonica Siciliana

Conversazione musicale e concerto, per il weekend dell’Orchestra Sinfonica Siciliana. Si comincia venerdì 25 febbraio alle ore 20.00, nella Sala Rossa del Politeama Garibaldi di Palermo, dove Maurizio Biondi converserà con il pubblico su “Una sinfonia estrema: la Patetica di Čajkovskij”; l’ingresso è libero. 

Alle 21.15 sarà la volta del concerto d’abbonamento dell’OSS diretto da Alain Lombard e valido per il ciclo Grandi Interpreti e per il ciclo Integrale delle Sinfonie di Čajkovskij. La serata prevede una prima parte dedicata a Richard Strauss, con l’esecuzione di Vier letzte Lieder (Ultimi quattro Lieder) per soprano e orchestra, ed una seconda parte riservata all’esecuzione della cajkovskijana Sinfonia 6 in si minore op.74 “Patetica”, precedentemente illustrata da Maurizio Biondi.

mercoledì 23 febbraio 2011

Viktoria Mullova interpreta Bach al Bellini di Catania

Una delle più apprezzate violiniste della scena musicale internazionale sarà protagonista del prossimo appuntamento con la Stagione sinfonica 2010-2011 al Teatro Bellini di Catania: Viktoria Mullova si esibirà giovedi 24 febbraio alle ore 21 (turno A) in un recital interamente dedicato a Johann Sebastian Bach.

Il programma che l’artista ha scelto per questa serata di grande musica ha un filo conduttore non soltanto nell’autore unico, ma anche nel programma che va inteso come un unicum, essendo le composizioni scelte tutte parti di un ciclo compositivo di carattere fortemente unitario, scritte tra il 1717 e il 1723, anni in cui il grande compositore tedesco dedicò la sua attività principalmente proprio al violino da suonare come strumento solista; e sono tutte composizioni da considerarsi fondamentali tra tutte quelle dedicate al prezioso strumento, tra quelle di maggiore difficoltà esecutiva, e nelle quali dunque si potranno apprezzare la grande abilità e l’enorme talento di Viktoria Mullova. Comincerà il recital con la Sonata n. 1 in sol minore BWV 1001, cui farà seguire la Partita n. 3 in mi maggiore BWV 1006, per concludere con la Partita n. 2 in re minore BWV 1004.

martedì 22 febbraio 2011

"La Gioconda" torna dopo 41 anni al Teatro Massimo

Dopo 41 anni di assenza torna sul palcoscenico del Teatro Massimo di Palermo La Gioconda di Amilcare Pochielli, opera amata dal pubblico degli appassionati, celebre anche per la complessità dell'allestimento e la difficoltà esecutiva. 

Per questo ritorno (l'ultima edizione è del 1970, protagonista Leyla Gencer, sul podio Antonino Votto), un cast composto da noti interpreti di oggi: Daniela Dessì, Aquiles Machado, Marianne Cornetti, Elisabetta Fiorillo, Alberto Mastromarino e Alexander Vinogradov saranno rispettivamente Gioconda, Enzo, Laura, la Cieca, Barnaba e Alvise

Per il soprano Daniela Dessì, ospite frequente delle stagioni del Massimo, si tratta di un debutto in uno dei ruoli più simbolici e impegnativi dell'opera italiana. In alcune recite gli interpreti saranno invece Victoria Safronova, Francesco Grollo / Ernesto Grisales, Oksana Volkova, Cristina Melis, Carlo Guelfi e Ruben Amoretti. 

Dirige Srboljub Dinic – anche lui al suo debutto con quest'opera – che torna attesissimo sul podio dell'Orchestra del Teatro Massimo dopo i tanti successi delle ultime stagioni. Completano la locandina il Coro (diretto da Andrea Faidutti), il Coro di voci bianche (diretto da Salvatore Punturo) e il Corpo di Ballo del Teatro Massimo (diretto da Luciano Cannito).

lunedì 21 febbraio 2011

"Povera & Guerra", l'arte di Franco Politano a Palermo

I saloni dell'ex Cavallerizza di palazzo Sant'Elia, in via Maqueda, a Palermo, ospitano fino al 20 marzo la mostra dello scultore catanese Franco Politano dal titolo ''Povera & Guerra'', promossa dalla Provincia di Palermo e organizzata dall'associazione culturale ''Dietro le quinte'' e dall'associazione ''Volo'', in collaborazione con ''Fanale Arte Architettura''. La mostra è stata inaugurata lo scorso 18 febbraio dal presidente della Provincia Giovanni Avanti e dall'assessore alla cultura Eusebio Dalì, alla presenza dell'artista.

Franco Politano, "Bevete, questo è il mio sangue"
L’esposizione, curata del critico Luca Maria Venturi, è costituita da 16 grandi installazioni scultoree che accompagnano il visitatore, suggerendo le fasi di un inedito percorso umano che racconta l'uomo, dal suo concepimento sino ad una morte che deriva dallo scegliere la violenza, la guerra e l'autodistruzione. L'atto creativo di Franco Politano, in queste inedite installazioni, prende possesso della storica sede espositiva, invade la fantasia, possiede sia lo spirito delle cose sia l'anima dello spettatore in una mostra più da vivere che da vedere.

sabato 19 febbraio 2011

Catania, "archeologia tattile" per la Giornata del Braille

La spettacolare conchiglia di pietra del Teatro Greco di Siracusa, l’imponente Tempio della Concordia in cima alla Valle dei Templi di Agrigento e infine la ricostruzione della nave punica custodita a Marsala (Tp), testimone dell’abilità degli antichi cartaginesi nell’ingegneria navale.

I resti della nave punica di Marsala
Sono gli ultimi tre modelli in scala realizzati dalla Stamperia Braille di Catania e che, in occasione della IV Giornata nazionale del Braille – celebrata in tutta Italia il prossimo 21 febbraio – lasceranno il Museo del Polo Tattile Multimediale per essere esposti tutto il giorno nell’Auditorium Giancarlo De Carlo, all’interno dell’ex Monastero dei Benedettini, sede della Facoltà di Lettere di Catania.

È qui che dalle 9 del mattino alle 18.30 del pomeriggio del 21 febbraio si svolgerà il Convegno Internazionale di Studi sul Braille (il sistema di lettura con i puntini a rilievo utilizzato dai non vedenti di tutto il mondo e inventato da Louis Braille nel 1821) organizzato dalla Stamperia Regionale Braille, dall’Istituto Ardizzone Gioeni, dall’Unione Provinciale Ciechi, dall’Università di Catania e dal Centro regionale Helen Keller di Messina.

venerdì 18 febbraio 2011

Turismo, weekend di visite guidate gratuite in Sicilia

Anche le guide siciliane aderiscono alla ventunesima edizione della Giornata Internazionale della Guida Turistica in programma in tutto il mondo il 21 febbraio e che prevede in Italia una serie di itinerari guidati e gratuiti per tutto il weekend, sabato 19 e domenica 20.

Il cortile di Palazzo Platamone a Catania
La manifestazione, organizzata dalla World Federation on Tourist Guide Associations (WFTGA) coinvolge in Italia l’ANGT, l’Associazione Nazionale Guide Turistiche e molte altre associazioni di categoria con l’obiettivo di far conoscere al grande pubblico la guida turistica, figura professionale di riferimento in un Paese come l’Italia la cui economia è legata alla fruizione dello sterminato patrimonio di beni culturali e all’indotto che genera nelle attività ad esso collegate (trasporti, ricettività, ristorazione, divulgazione, editoria, prodotti tipici, gadget e souvenir). Un settore che vede protagoniste sul campo le guide turistiche, vero e proprio trait-d’union fra il patrimonio artistico-culturale ed etnoantropologico e il turista, italiano o straniero che sia.

Ecco di seguito il calendario di visite gratuite proposto in Sicilia dalle guide di Federagit-Confesercenti.

Teatro, il "Mercadet" di Balzac in scena a Catania

Nuova edizione e cast prestigioso per il capolavoro di Balzac Mercadet (L’affarista): regia a firma di Antonio Calenda, protagonista Geppy Gleiesses. Continua così la carrella di spettacoli ospiti inseriti nel cartellone di prosa del Teatro Stabile di Catania, impaginato dal direttore Giuseppe Dipasquale sul leitmotiv “il tempo della musica”, metaforico tema conduttore, a sottolineare come in tempi di crisi s'imponga l'esigenza di linguaggi universali. 

Paila Pavese, Geppy Gleiesses e Marianella Bargilli
Lo spettacolo sarà in scena all'Ambasciatori dal 22 febbraio al 6 marzo. In scena, oltre Gleijeses, Marianella Bargilli, Paila Pavese, Osvaldo Ruggieri, Francesco Benedetto, Adriano Braidotti, Piergiorgio Fasolo, Antonio Ferrante, Ferruccio Ferrante, Antonio Tallura, Alfonso Veneroso, Jacopo Venturiero. Le scene sono di Pier Paolo Bisleri e le musiche di Germano Mazzocchetti; coproduzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Teatro Stabile di Calabria, Teatro Quirino “Vittorio Gassman”.

Torna a Palermo il violoncello di Giovanni Sollima

Dopo avere esplorato per molti anni le potenzialità del violoncello elettrico e di altri originali strumenti musicali, Giovanni Sollima è ritornato al suono "naturale" del violoncello classico e propone, lunedì 21 febbraio alle 17,15 e martedì 22 alle 21,15, al Politeama Garibaldi di Palermo per gli Amici della Musica, un singolare percorso in cui si intrecciano idealmente la musica del passato a quella del nostro tempo.

Per questi due concerti, Sollima ha riunito intorno a sé un piccolo gruppo di amici/colleghi di cui fanno parte Monika Leskovar (vincitrice del Concorso "Caruana-Stradivari" di Milano, 1999), Giuseppe Andaloro (vincitore del Concorso "Busoni" di Bolzano, 2005), Tijana Andrejic e Simone Baroncini (primo corno del Teatro di San Carlo di Napoli).

giovedì 17 febbraio 2011

Sinfonica Siciliana e Amici della Musica: serata Mozart

Orchestra Sinfonica Siciliana e Amici della Musica di Palermo insieme per un concerto dedicato al grande Mozart. L’appuntamento al Politeama Garibaldi, un fuori abbonamento per il pubblico della Sinfonica, è per venerdì 18 febbraio alle ore 21.15

Alain Lombard
Sul podio Alain Lombard, impegnato a dirigere la Serenata in sol maggiore K525 (Piccola musica notturna), il Concerto per pianoforte e orchestra n. 20, KV 466 e la Sinfonia concertante in mi bemolle maggiore K364 per violino e orchestra. 

Completata il 10 agosto 1787, Eine kleine Nachtmusik è una delle opere più note di Mozart non solo tra coloro che frequentano assiduamente le sale da concerto, ma anche tra quelli che comunemente le disertano.  Secondo il musicologo tedesco Alfred Einstein, Mozart avrebbe scritto questo piccolo autentico gioiello soltanto per soddisfare un’esigenza interiore, mentre appare più plausibile la tesi, avvalorata dall’atmosfera gioiosa che pervade l’intera composizione, secondo la quale l’opera sarebbe stata scritta per la celebrazione di qualche avvenimento gioioso.

Messina, Ottavia Piccolo racconta Anna Politkovskaja

"Monologo per grande attrice", potrebbe essere definito così lo spettacolo "Donna non rieducabile" di Stefano Massini, interpretato da Ottavia Piccolo con la regia di Silvano Piccardi e le musiche per arpa eseguite dal vivo da Floraleda Sacchi. L'appuntamento è nella Sala Laudamo dal 18 al 20 febbraio per la sezione "Concerto per Attore Solo" del cartellone di prosa dell'Ente Teatro di Messina.

Ottavia Piccolo in una scena dello spettacolo
La "donna non rieducabile" è Anna Politkovskaja, la giornalista assassinata a Mosca il 7 ottobre 2006, un omicidio che ha gettato un'ombra profonda sulla democratizzazione della Russia dopo la caduta del regime sovietico.

"Anna - scrive Piccardi nelle note di regia - non era una militante politica, era una giornalista. Una giornalista e una donna, senza alcuna mira di potere o altro, se non quello di portare avanti, con tenacia e determinazione, il proprio mestiere. Il suo fu uno sguardo aperto, senza prevenzioni né compromessi, su quanto avveniva nel suo paese, partendo dalla lontana Cecenia, per arrivare a incontrare i momenti più terribili della recente storia russa, dalla strage al Teatro Dubrovka di Mosca, a quella nella scuola di Beslan".

mercoledì 16 febbraio 2011

Le due anime di Poggioreale negli scatti di Savettiere

Il vecchio sito del comune di Poggioreale, vittima del terremoto nel Belice del 1968, è protagonista della mostra fotografica di Luca Savettiere che s'inaugura a Palermo il 18 febbraio alle 19,30 nei locali dell'Associazione culturale Katakusinós in via Garzilli 26.

Attraverso i suoi scatti Savettiere lega la normalità e la quotidianità della vita prima del terremoto alla trasformazione della piccola cittadina della Valle del Belice dopo la tragedia, costretta a scegliere un'altra collocazione per le sue abitazioni. Nei cinque anni in cui Savettiere ha fotografato quei luoghi, ne ha colto la “metamorfosi altra”, la continua simbiosi tra ruderi e natura e il lento ma progressivo trionfo di quest’ultima su tutto il resto. 

Oltre al progetto fotografico, un racconto video, prodotto dello stesso Savettiere insieme al videomaker Francesco Di Gesù, accompagnerà i fruitori della mostra, tra luoghi e i rumori di un mondo lontano da ogni tempo. La mostra ospiterà anche i lavori fotografici sul tema Poggioreale realizzati dagli allievi del corso fotografico organizzato dall’Associazione Katakusinós di cui Luca Savettiere è docente.

La mostra, patrocinata dall'Assessorato Regionale Beni Culturali e dell'Identità Siciliana e dal Comune di Poggioreale, sarà visitabile fino al 18 maggio 2011, da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19.

martedì 15 febbraio 2011

Bilancio positivo per la mostra di Modigliani a Catania

“Questa mostra con i suoi oltre 30 mila visitatori è un punto di partenza per fare di Catania una città che vive di cultura”. Lo ha detto il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli, nel corso della conferenza stampa che, nel fare il bilancio dell’operazione Modigliani, è stata l’occasione per annunciare i prossimi grandi eventi: le mostre di Guttuso e Picasso in programma per la primavera e per il Natale 2011. 

Foto: Antonio Parrinello
La mostra "Modigliani, ritratti dell’anima" ha registrato un totale di 30.088 visitatori (dal 10 dicembre 2010 al 13 febbraio 2011), sono stati venduti 27654 biglietti (staccati al botteghino con valore di ricevuta fiscale), a questi si aggiungono 754 biglietti omaggio e gli inviti alle personalità e alle istituzioni per l’inaugurazione del 10 dicembre (1500 inviti) e della serata di gala del 5 febbraio (200). Sono state effettuate 246 visite guidate (circa 9840 partecipanti, il gruppo poteva ospitare un massimo di 40 persone). Nei due giorni di proroga sono state 1320 le persone che si sono recate al Castello (716 sabato 12 febbraio e 604 domenica). Parte dell’incasso di questi due giorni, su delibera del Comune di Catania, sarà devoluta a due associazioni impegnate nella prevenzione del cancro al seno e nell’assistenza alle donne mastectomizzate.

lunedì 14 febbraio 2011

"Dittico" di Puccini al Vittorio Emanuele di Messina

Torna la lirica al Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Martedì 15 febbraio alle 21 andrà in scena un atipico adattamento dell'opera Gianni Schicchi di Giacomo Puccini, in una versione ambientata negli anni Sessanta del secolo scorso. Nella stessa sera, debutterà anche Suor Angelica, che insieme al Tabarro, costituisce il Trittico di atti unici composto dal musicista nel 1918.

Una scena di "Gianni Schicchi". Foto: Domenik Giliberto
Il regista Stefano Vizioli spiega la scelta di ambientare una vicenda del 1299 nella Firenze degli anni '60.  "Con lo scenografo Ciammarughi - ha detto Vizioli, che nella scorsa stagione a messo in scena a Messina "Madama Butterfly" - abbiamo ambientato Schicchi in una Firenze anni ‘60, in un clima da commedia all’italiana tipo Signori e Signore di Germi o Il Boom con Alberto Sordi. Abbiamo pensato che avidità e spasmodico senso del possesso non hanno connotazioni temporali particolari: il medioevo di Schicchi è un pretesto e 'parenti-serpenti' così si trovano ovunque in tutti i paesi e in tutte le epoche".

"Cavalleria rusticana" e "Pagliacci" al Bellini di Catania

Sono due dei titoli d’opera più amati dal pubblico e, spesso, appaiono insieme nei cartelloni delle stagioni d’opera. Lo saranno anche per la Stagione lirica 2011 del Teatro Massimo Bellini che, dal 17 al 27 febbraio prossimi, propone, dopo molti anni di assenza, il dittico Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo. Otto le repliche, una delle quali in “fuori abbonamento”.

Illustrazione tratta da un'antica edizione
 della "Cavalleria rusticana" di Giovanni Verga
Sul podio per questa edizione del “Bellini” salirà il maestro Maurizio Arena, la regia è di Giulio Ciabatti. Interpreti principali saranno Giovanna Casolla, reduce dal grande successo di Cassandra di Vittorio Gnecchi il mese scorso proprio al “Bellini”, Kristin Lewis, Rubens Pelizzari, Alberto Gazale. Entrambi gli allestimenti sono del Teatro Massimo Bellini.

La Cavalleria rusticana, tratta dalla omonima novella di Giovanni Verga, mancava dal “Bellini” dal 1988, anche se è stata proposta alcune volte nelle stagioni estive all’aperto; l’ultima recita di Pagliacci nella sala del Sada è invece del 2000. Le due opere vengono spesso rappresentate insieme e fu lo stesso Mascagni ad “inaugurare” questa consuetudine quando, nel 1926, diresse in una memorabile serata entrambe le opere alla Scala di Milano.


sabato 12 febbraio 2011

Un appello per salvare i Cantieri alla Zisa di Palermo

Sul sito www.cantierizisa.it è stata pubblicata una lettera aperta al sindaco di Palermo Diego Cammarata per sollecitare il recupero e la valorizzazione dei Cantieri Culturali alla Zisa, che vertono in stato di totale abbandono. L'appello è firmato da diversi artisti, scrittori ed intellettuali. Pubblichiamo di seguito integralmente la lettera.
*  *  * 

Nelle ultime settimane si sono succeduti, sulla stampa locale, gli interventi di diversi esponenti della cultura, che hanno denunciato lo stato di abbandono in cui versano i Cantieri Culturali della Zisa: uno spazio pubblico di grande pregio che ha rappresentato, nel tempo, uno dei luoghi strategici del disegno culturale della città, ammirato in Italia e nel resto d’Europa. Disegno che l’Amministrazione Comunale, che Lei guida da otto anni, sembrava voler proseguire, almeno a giudicare dagl’intenti enunciati dopo la Sua elezione nel 2002 e dal poderoso progetto di restauro per cui sono state impegnate ingenti risorse economiche.

Bob Wilson a Palermo con "Les Fables de La Fontaine"

I disegni realizzati per la Comédie Française, immagini, scenografie, le proiezioni dei video di Madama Butterfly e de La mort de Molière ed un workshop: Bob Wilson ritorna a Palermo con Les Fables de La Fontaine.

Una scena da "Les Fables de La Fontaine"
Si tratta di una mostra, a cura della casa editrice Novecento, che è stata inaugurata venerdì 11 febbraio all'Albergo delle Povere dall’assessore regionale ai Beni Culturali e all’Identità siciliana, Sebastiano Missineo e si protrarrà sino al prossimo 8 marzo

“Definire Robert Wilson un poeta per la bellezza delle sue rappresentazioni sarebbe fuor di luogo,  - afferma Missineo - è lui stesso a dire a conclusione dei suoi lavori: 'Ho paura che sia troppo bello'. Esteta raffinato, esperto conoscitore del teatro asiatico assai diffuso nelle università americane, ha colto l'essenza del palcoscenico giapponese saldando la cultura asiatica e quella occidentale, rifiutando ogni altro intrigo che non sia il tempo, come elemento dominante e centrale della sua poetica. In questa mostra colpiscono i suoi disegni per le Fables di Jean De La Fontaine rappresentate alla Comédie Française, le foto delle messinscene e i disegni per le scenografie, tra le altre, di Parsifal di Wagner, del Flauto Magico di Mozart, del Black Rider del Thalia Teathre, del Martyre de San Sébastien dell’ American Ballet, opere rappresentate nei maggiori teatri del mondo".

Orari: dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 dal martedì al sabato, domenica dalle 9 alle 13, chiuso lunedì.

venerdì 11 febbraio 2011

Messina, Notte della Cultura nel segno di Caravaggio

Sono giunti pochi giorni fa al Palacultura di Messina i due dipinti della mostra "I doppi Caravaggio: il mistero dei due San Francesco in meditazione" che saranno esposti in occasione dell'apertura della terza edizione della Notte della Cultura, prevista per sabato 12 febbraio. La mostra sarà aperta alle 17.30 dal sindaco Giuseppe Buzzanca e da Rossella Vodret, soprintendente per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico e per il Polo museale della città di Roma, che illustrerà i due incunaboli della pittura seicentesca, offrendo un ulteriore momento di confronto dei gradi di autografia caravaggesca. 

Caravaggio - "San Francesco in meditazione" (1605)
L'attore Maurizio Marchetti, prima della visione delle tele, proporrà una personale lettura drammaturgica del "Cantico delle creature" di San Francesco d'Assisi. In mostra l'opera doppia, due tavole a olio assolutamente identiche se non per qualche sfumatura di colore, che però appunto hanno celato il dubbio su quale dei due San Francesco in meditazione fosse l'autentico Caravaggio. 

È il caso di "doppio" da più lungo tempo dibattuto negli studi su Caravaggio. I due esemplari della chiesa di San Pietro a Carpineto Romano, in provincia di Roma (in deposito alla Galleria Nazionale d´Arte Antica di Palazzo Barberini a Roma (olio su tela, cm 128,2 x 97,4), e di Santa Maria della Concezione, chiesa dei Cappuccini in via Veneto (olio su tela, cm 130 x 98), sono stati oggetto di indagini diagnostiche. La differenza sostanziale tra i due dipinti sta nella realizzazione complessiva delle figure: addolcito, ‘piacevole´, illuminato da una luce calda che tornisce le forme il San Francesco della Concezione; aspro, duro, essenziale, invece, l'originale caravaggesco, sfiorato da una luce livida e tagliente".

Tagli alla cultura, il Bellini di Catania cambia due titoli

Nel clima di una paventata, ulteriore riduzione dei contributi pubblici per l’anno 2011, e in un’ottica prudenziale e responsabile, l’Ente Teatro Massimo Bellini di Catania è costretto a rivedere la propria programmazione pur salvaguardando numero e qualità delle produzioni previste. Lo fa sapere la direzione dello stesso Ente in una nota.

A questo proposito, due titoli della Stagione lirica 2011 dovranno essere sostituiti: al posto di Dopo la battaglia di Pippo Delbono sarà proposto il balletto Ashton Grand Soirée, uno spettacolo del Balletto di Stato della Georgia che ha sede nel Teatro dell’Opera di Tblisi, diretto dalla celebre ballerina e coreografa Nina Ananiashvili; una performance con diverse coreografie, tratte da celebri pezzi di Alexander Glazunov, Jules Massenet, Richard Strauss jr., Leo Delibes, Jacques Offenbach, Franz Listz, a suo tempo ideate dall’inglese sir Frederick Ashton, uno dei più grandi ballerini e coreografi del Novecento. Confermate le date di programmazione, dal 22 al 27 marzo 2011. 

mercoledì 9 febbraio 2011

Madama Butterfly per l'Orchestra Sinfonica Siciliana

Il primo dei tre appuntamenti con la lirica, previsti nella 52ª Stagione concertistica dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, è dedicato alla Madama Butterfly di Giacomo Puccini. Venerdì 11 febbraio alle 20.30, Pier Giorgio Morandi salirà sul podio del Politeama Garibaldi di Palermo per dirigere la tragedia giapponese in tre atti su libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giocosa che Puccini portò in scena il 17 febbraio 1904 alla Scala di Milano, incassando un clamoroso insuccesso.

L’Orchestra Sinfonica Siciliana sarà affiancata dal coro Eufonia, diretto da Fabio Ciulla. L’opera, eseguita in versione semiscenica, è realizzata con la regia di Andrea Cigni. La sfortunata Cio Cio San è interpretata da Karine Babajanyan, ruolo che fu di signore della lirica quali Renata Tebaldi, Maria Callas, Renata Scotto e Mirella Freni. Pinkerton è interpretato da Luciano Ganci, Sharpless è Simone Piazzolla, Suzuki è Rossana Rinaldi, Goro è Domenico Ghegghi, lo zio bonzo è Maurizio Lo Piccolo, Kate è Pinuccia Passarello e Alessandro Maccari è l’ufficiale/commissario/Yamadori. I costumi sono della sartoria Pipi. 

Tutto pronto per la Notte del Mandorlo ad Agrigento

Tutto pronto per “La notte del Mandorlo”, l'iniziativa patrocinata dal Comune di Agrigento, nell'ambito della 66ª edizione della Sagra del Mandorlo in fiore. L'evento avrà luogo giovedì 10 febbraio dalle 20,30, nel cuore del centro storico e sarà orientato all'integrazione delle tante culture presenti nel territorio. Coordinatore della sagra e responsabile dell’evento collaterale è Paquito Danile, in collaborazione con l’assessore comunale Gianluca Spinnato

Foto: Luca Moi
Un corteo, composto da sbandieratori e tamburinari, assieme alla Banda di Avola, composta da 45 elementi, partirà intorno alle 20,30 da piazza Don Minzoni (antistante al Duomo). In un tripudio di festa, tra musica e performance, il gruppo scenderà lungo le vie del centro storico raggiungendo la centralissima via Atenea. Contemporaneamente nel salotto cittadino avranno inizio diversi concerti a cura di band e artisti locali. 

Inoltre, l’ex leader dei Tinturia, Lello Analfino, attraverso la scalinata di piazza San Francesco, guiderà il pubblico alla volta di piazza Ravanusella, dove, intorno all'una di notte, si apriranno le danze con gli artisti locali e i gruppi folcloristici. 

martedì 8 febbraio 2011

Aprile sarà il mese della Venere di Morgantina

"La Venere di Morgantina ritornerà in Sicilia tra pochi giorni e l'inaugurazione al museo di Aidone avverrà ad aprile". La conferma arriva dall'assessore regionale ai Beni Culturali e all'Identità siciliana, Sebastiano Missineo, che ha partecipato pochi giorni fa all'audizione della Commissione Cultura dell'Assemblea Regionale riunita ad Aidone.

"La statuta sarà collocata nello spazio espositivo del museo archeologico di Aidone - ha detto Missineo - e nel frattempo completeremo l'allestimento dei locali. È ovvio che, oltre all'accoglienza di aprile, dovremo prevedere nel medio termine tutta una serie di interventi per migliorare la fruizione e la valorizzazione della Venere e degli altri beni culturali del territorio. La riunione è servita per fare il punto della situazione e per dare un impulso, anche agli enti locali, affinché' vengano predisposte tutte quelle misure per trasformare l'arrivo della Venere in un grande momento di sviluppo e di crescita per l'intera provincia di Enna".

S'inaugurano gli affreschi della Cattedrale di Noto

Il Comune di Noto si prepara ad un nuovo evento legato alla ricostruzione della Cattedrale, simbolo dell'architettura barocca, in gran parte distrutta a causa del terremoto del 1996. Domenica 13 febbraio, alla presenza del vescovo Antonio Staglianò, si procederà alla solenne inaugurazione degli affreschi della cupola realizzati dall’artista russo Oleg Supereco, si ammireranno anche le nuove vetrate e l'altare maggiore.

Oleg Supereco ed un particolare dell'affresco
Alla cerimonia parteciperanno il ministro per l'Ambiente e la Tutela del territorio e del mare, Stefania Prestigiacomo, e il capo del dipartimento della Protezione Civile, prefetto Franco Gabrielli. Saranno presenti, inoltre, il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, il commissario delegato per la ricostruzione prefetto di Siracusa, Carmela Floreno Vacirca, il presidente della Provincia di Siracusa Nicola Bono e il sindaco di Noto, Corrado Valvo.

lunedì 7 febbraio 2011

Giuditta Solito a Palermo con "La Bouche"

La sensualità della bocca tra moda e critica alla società, fissata su tela dalla pittrice Giuditta Solito. La sua nuova mostra si è inaugurata a Palermo, sabato 5 febbraio, presso QAMM - Qanat Art Music Media, sede di Tacis, l'associazione nata con l'intento di ridare vita alle più interessanti istanze artistiche dell'underground cittadino. La mostra durerà fino al 3 marzo (orari: dal lunedì al sabato ore 16-19).

Giuditta Solito - "Bocca"
Come scrive Rita Cordaro, "osservando i quadri di Giuditta Solito si percepisce chiaramente il legame tra il concetto artistico-critico e il mondo da cui prende ispirazione: la moda, le modelle, l’anoressia, l’essere ossessionati dai canoni imposti dai capi dello stile, di chi fa legge nel campo della popolarità. La bocca è probabilmente quella parte del corpo che ci permette meglio di esprimere emozioni, pensieri, stati d’animo, quella che usiamo per comunicare nella non comunicazione verbale, ma che nell’immaginario comune ora, nel nostro periodo storico più di prima, è legata all’erotismo. Con le sue tele Giuditta esprime l’erotismo della bocca che diventa macro, esagerata, carnosa, lucida eccitata e legata agli altri gesti senza la quale non si arriverebbe al fine primario: vivere".

venerdì 4 febbraio 2011

Al via la 66ª edizione della Sagra del Mandorlo in Fiore

Tutto pronto ad Agrigento per la 66ª edizione della Sagra del Mandorlo in Fiore, storica manifestazione agrigentina nata nel 1934 con l’obiettivo di promuovere i prodotti tipici della Sicilia in una cornice caratteristica di anticipazione primaverile dettata appunto dalla fioritura dei mandorli. La kermesse si inaugura oggi e andrà avanti fino al 13 Febbraio.

Nel corso degli anni l’iniziativa si è arricchita della partecipazione di gruppi folkloristici locali e stranieri ed eventi di rilievo storico, tanto che quest’anno si celebreranno al contempo il 56° Festival Internazionale del Folklore, il 10° Corteo Storico d’Italia, l’11° Festival Internazionale “I Bambini del Mondo” ed il 7° Etnofestival del Mandorlo. Ad incrementare la rassegna, che si svolgerà nel suggestivo scenario della Valle dei Templi di Agrigento ed oggi è nota in tutto il panorama culturale internazionale, anche i concerti di alcuni importanti artisti musicali tra cui si segnalano Francesco Buzzurro & Antonella Ruggiero con special guest, Cristiano De André, Francesco Baccini e Misseri, il trio Alberto Fortis Matthew Lee M.C. (Agricantus).

Trabia, si presenta il Festival del Sole

Scoprire i giovani talenti siciliani e valorizzarne le capacità offrendo loro una ribalta nazionale. È il progetto ambizioso del Festival del Sole manifestazione che in estate toccherà varie città siciliane, grandi e piccoli centri, per proporre il meglio della nuova vocalità e danza isolana. Il Festival del Sole sarà presentato sabato 5 febbraio, a La Fenice di Trabia (Palermo) nel corso di un galà lirico con testimonial Carla Fracci e Vincenzo La Scola. Ingresso libero su invito.

Uno scorcio di Capo Zafferano (PA)
Dal prossimo giugno partiranno invece le prime selezioni del “concorso-audizione” di giovani talenti siciliani delle varie discipline artistiche: dal canto lirico a quello leggero, dalla danza classica a quella moderna fino ad arrivare ad una sezione speciale dedicata al canto tradizionale siciliano ed al suo sterminato repertorio. Il festival si svilupperà successivamente nella progettazione e realizzazione di una serie di eventi-concerti che nei mesi estivi - giugno, luglio, agosto - toccherà vari luoghi della Sicilia, da Cefalù a Trabia, Pollina e tanti altri che stanno aderendo, con grande entusiasmo, alla manifestazione. L’idea base è quella di amalgamare le varie discipline tra loro per un unico successo comune.

giovedì 3 febbraio 2011

Il Ritratto di Agatae in uno speciale annullo filatelico

Il Ritratto di Agatae, l’opera inedita di Amedeo Modigliani che ha caratterizzato la fortunata esposizione al Castello Ursino di Catania “Modigliani, ritratti dell’anima”, diventa protagonista di un annullo filatelico speciale a cura di Poste Italiane.

Il "Ritratto di Agatae" (1919) di Amedeo Modigliani
(inchiostri colorati e matita su carta ) 
Nella giornata di sabato 5 febbraio, infatti, in occasione della festa di Sant’Agata, patrona di Catania, i collezionisti troveranno al Castello Ursino, dalle 14.30 alle 20.30, un funzionario delle Poste che potrà timbrare con l’effige del “Ritratto di Agatae”, francobollo e cartolina della mostra. Si tratta di un bollo speciale realizzato dalle Poste che riproduce l’opera di Modigliani svelata per la prima volta al pubblico nel dicembre scorso proprio a Catania e disegnata intorno al 1919 sul retro di un documento rimasto a lungo piegato in due celando questo straordinario ritratto. Il documento in questione, acquistato in blocco da un collezionista in un’asta internazionale negli anni Settanta, risale al 1879 ed è proveniente dalla Curia di Noto ed è probabile che sia stato utilizzato da Modigliani per l’eccellente qualità della carta che nel periodo post-bellico scarseggiava ovunque costringendo gli artisti, in euforia creativa, a disegnare su qualunque supporto.

mercoledì 2 febbraio 2011

Schellenberger e Mintz al Teatro Massimo di Palermo

La Stagione concertistica 2011 del Teatro Massimo di Palermo prosegue con due concerti nel prossimo fine settimana (sabato 5 e domenica 6, ore 18.30) dedicati principalmente al repertorio mozartiano. Ospiti dell'Orchestra del Massimo saranno due solisti di fama internazionale impegnati anche come direttori.


Hansjörg Schellenberger           
Protagonista dell'appuntamento di sabato 5 febbraio (ore 18.30) l'oboista Hansjörg Schellenberger, già primo oboe dei Berliner Philharmoniker, che ha scelto un programma che comprende alcune delle più amate e celebri pagine del compositore di Salisburgo, in cui hanno particolare rilievo gli strumenti a fiato. Nel dettaglio saranno eseguiti: l'ouverture dall'opera Così fan tutte, la Sinfonia n. 38 in re maggiore K 504 “Praga”, il celebre Concerto per oboe in do maggiore K 314 e, in chiusura, la Sinfonia n. 40 in sol minore K 550.

Domenica pomeriggio (6 febbraio, ore 18.30) il podio sarà invece per un divo dell'archetto, il violinista Shlomo Mintz che invece eseguirà e dirigerà nella prima parte i concerti mozartiani K 216 e K 218, mentre, nella seconda parte, la Sinfonia n. 9 D 944 “La Grande” di Schubert.

martedì 1 febbraio 2011

Arte russa a Palermo: in mostra le opere di Tsereteli

Un ambasciatore della cultura russa nel mondo. Zurab Tsereteli, presidente dell’Accademia di Belle arti di Russia, georgiano di nascita, artista dai mille volti, sbarca a Palermo per una personale che rientra fra le iniziative culturali designate nell'Anno della Lingua e della Cultura russa in Italia, che ricade nel 2011. 

La mostra “Questo bellissimo mondo”, promossa dalla Provincia Regionale di Palermo in collaborazione con il Ministero della Cultura della Federazione Russa, il Consolato generale della Federazione Russa a Palermo, l’Accademia di Belle arti di Russia e l’Associazione culturale “Itinerarium Art”, che cura l’allestimento, è stata inaugurata il 28 gennaio al Loggiato San Bartolomeo di Palermo dal Presidente della Provincia Giovanni Avanti, dall’assessore alla cultura Eusebio Dalì e da Mikhail Kolombet, Console generale della Federazione russa a Palermo alla presenza dell’artista e di Andrej Zolotov, accademico e critico d’arte russo. In esposizione fino al 20 febbraio, secondo il progetto artistico di Yulia Maniscalco, circa 100 opere di pittura (oli su tela) e grafica, realizzate fra il 2009 e il 2010.