venerdì 18 ottobre 2013

Teatro Massimo, presentata Stagione sinfonica 2014

Il soprano Laura Giordano
“La nuova Stagione sinfonica 2014 del Teatro Massimo di Palermo – afferma il Commissario Straordinario della Fondazione, il Prefetto Fabio Carapezza Guttuso – si presenta come il giusto complemento di quella di opere e balletti, della quale calca le orme completando importanti ritratti d’artista: è innanzitutto il caso di Richard Strauss, del quale celebriamo il 150° anniversario della nascita, e di Wolfgang Amadeus Mozart: due compositori d’importanza capitale per il repertorio operistico ma anche sinfonico e cameristico, che saranno i protagonisti del mese di aprile, con cinque appuntamenti loro dedicati. Non mancano naturalmente pagine del più noto repertorio classico e romantico tedesco, con Haydn, Beethoven e Brahms, o ancora Mahler e Bernstein, ma anche il repertorio russo e francese con Stravinskij e Ravel. Importante ritengo sia, anche in questa Stagione, la valorizzazione delle professionalità interne, con occasioni solistiche affidate ad alcuni professori d’orchestra, tre cantanti palermitane come Laura Giordano, Marianna Pizzolato e Chiara Amarù, e un il finale in autunno con tre bacchette d’eccezione, Gabriele Ferro, Daniel Oren e Omer Meir Wellber”.

La nuova Stagione di concerti del Teatro Massimo si inaugura quindi sabato 1 febbraio 2014, caratterizzandosi per una speciale programmazione del mese di aprile, in cui l’attività sinfonica sarà molto fitta e che si arricchirà anche di ulteriori iniziative volte al coinvolgimento del pubblico più ampio e dei tanti turisti che generalmente frequentano Palermo in primavera.

Sinfonica Siciliana, si parte con la nuova stagione

Tutto pronto al Politeama Garibaldi di Palermo per l’inaugurazione della Stagione concertistica 2013/2014, firmata da Ennio Nicotra. Venerdì 18 ottobre alle ore 21.15, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, diretta da Aldo Ceccato, eseguirà un concerto con musiche di Rossini, Mozart e Dvořák. 

Il direttore d'orchestra Aldo Ceccato
Il direttore milanese ha sposato la causa dell’OSS, offrendo la prestazione a titolo gratuito, così come la pianista, Galina Chistiakova, interprete mozartiana. Il nuovo corso della Sinfonica, annunciato lo scorso mese dal Sovrintendente Francesco Guttadauro, prende così forma con una serata accompagnata da alcuni eventi collaterali offerti dagli sponsor tecnici: una degustazione di caffè nel foyer (a partire dalle 20.15) e una di gelato artigianale alla fine del concerto; un’esposizione di fotografie dell’Orchestra Sinfonica Siciliana realizzate dagli alunni della Scuola Stabile di Fotografia di Palermo e in mostra sotto il colonnato esterno del teatro; un allestimento di piante e composizioni floreali all’interno della sala; inoltre, è sempre possibile visitare la mostra “Musicisti e notturni” di Gianni Maimeri, in Sala degli Specchi. Infine, il pubblico in sala potrà ammirare – prima del concerto – il sipario storico di Gustavo Mancinelli, che resterà calato fino all’inizio del concerto.

A Palermo danza Butoh sulle musiche di Bach

Un insolito abbinamento che vedrà le suite per violoncello di J. S. Bach accostate alla danza Butoh sarà la proposta dell’Associazione “Antonio Il Verso” per il prossimo appuntamento con la sua stagione concertistica in programma domenica 20 ottobre alle ore 21, nella Sala delle Capriate di Palazzo Chiaramonte a Palermo.

Alessandro Palmeri e Sayoko Onishi
Eseguite dal violoncellista Alessandro Palmeri, musicista specializzato nell’esecuzione del repertorio antico e già più volte apprezzato dal pubblico palermitano, le suite bachiane si uniranno alla danza di Sayoko Onishi, artista giapponese ormai da molti anni stabilmente residente a Palermo il cui lavoro ha ottenuto numerosi riconoscimenti in ambito internazionale per il valore delle sue interpretazioni e delle sue creazioni coreografiche. 

Musica e spettacoli nell'Agrigento ritrovata

Dopo gli interventi di pulizia straordinaria, che hanno restituito dignità e decoro a tutto il quartiere “Vallicaldi” di Agrigento, le associazioni LabMura, Artificio e NonSoStare, che hanno dato vita al progetto “La bellezza delle lacrime a pagamento”, tornano ad organizzare nuovi eventi il venerdì sera, al fine di coinvolgere gli agrigentini, giovani e non, nella riscoperta del cuore antico della vecchia Girgenti, tra arte, musica e cultura. 

Salvatore Nocera e Sandro Sciaratta
Nel piccolo “palchetto” allestito dai numerosi volontari che si sono prodigati nel recupero dell'area di via Vallicaldi, si esibiranno nell'ordine, il duo Sandro Sciarratta e Salvatore Nocera, ed il cantautore empedoclino Dan Gagliano. I primi proporranno lo spettacolo “Il tempo di un bicchiere: la carne sigillata”, il giovane Gagliano, invece, proporrà alcuni brani del suo vasto repertorio. 

L'evento è fissato per venerdì 18 ottobre e avrà inizio alle 21.30 e proseguirà fino alla mezzanotte. Sarà sempre possibile visitare e conoscere la storia del quartiere, accompagnati da Marco Falzone e Pietro Fattori, visitare la “Cannameli Gallery”, le varie installazioni e partecipare all’inaugurazione della nuova mostra fotografica di Mario Donato dal titolo “La stagione di mezzo” presso la sede dell’ass. cult. LabMura. 

Lo storico Guy Patterson inizia uno studio su Gangi

Nei giorni scorsi Guy Patterson professore di storia moderna presso l’università di Cambridge e Dublino, autore del libro "Sicilian Village in the Fascist", pubblicato nel 1990 e autore di altri lavori sulla Sicilia, in particolare sul piccolo Comune di Milena, ha deciso di avviare uno studio su Gangi e l’esperienze del periodo fascista concentrando la ricerca sulla figura di Cesare Mori. Patterson, dopo una visita ai principali monumenti cittadini ha anche deciso di prendere casa a Gangi grazie all’iniziativa dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giuseppe Ferrarello, di cedere gratuitamente vecchi immobili del centro storico. Ad accogliere lo scrittore, che ha ricevuto in dono alcune pubblicazioni su Gangi, è stato il vice sindaco Nino Blando. 

Brass Group, nasce l'orchestra per giovani talenti

Il nome è semplice ma efficace: "Youth Brass Orchestra", ovvero l'orchestra giovanile della Fondazione The Brass Group di Palermo. Proprio come avviene per le più importanti realtà internazionali, che affiancano all'orchestra titolare anche quella composta da giovani promesse – (basti pensare alla European Union Youth Orchestra) – anche il Brass ha pensato ad un grande ensemble per dare una nuova possibilità ai ragazzi nel campo del jazz.

Ecco quindi pronto il bando che consentirà ai talenti di età compresa tra i 16 ed i 30 anni di entrare a far parte dell'eccellenza siciliana jazzistica. Il bando è aperto a tutti i musicisti di tromba, trombone, sassofono, pianoforte, chitarra, contrabbasso e basso, percussioni, batteria e canto.

Una apposita giuria valuterà in prove pratiche e di facile lettura musicale la preparazione dei candidati, per poi stilare una graduatoria d'accesso. Scelti gli strumentisti, si inizierà a lavorare su brani che vanno da Duke Ellington a Frank Foster, da Gil Evans a Vince Mendoza, solo per citarne alcuni. Poi la big band si confronterà con il pubblico in svariati concerti dal vivo, il cui programma sarà presto annunciato.

giovedì 10 ottobre 2013

Hubert Soudant dirige Mozart con la Sinfonica Siciliana

Una serata mozartiana, fuori abbonamento, con un podio d’eccezione: il direttore Hubert Soudant, ancora una volta, non fa mancare il suo sostegno alla Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana dirigendo gratuitamente l’orchestra al Politeama Garibaldi di Palermo

Hubert Soudant
Venerdì 11 ottobre alle 21.15, il pubblico potrà ascoltare quattro delle pagine mozartiane più amate, che coprono un arco di tempo compreso tra il 1773 e il 1786: l’ouverture Le nozze di Figaro, la Sinfonia n.25 K 183 in sol maggiore, l’ouverture Il Ratto del Serraglio e la Sinfonia n.35 “Haffner”

Completata il 5 ottobre 1773, la Sinfonia K. 183, pur essendo l’opera di un diciassettenne, dimostra già la maturità raggiunta da Mozart nel genere sinfonico, dal momento che in questo lavoro, oltre ad apparire un mondo sinfonico nuovo e diverso non più ancorato agli schemi formali delle ouverture all’italiana, si afferma un clima preromantico legato allo Sturm und Drang. 

mercoledì 9 ottobre 2013

Palermo, riapre la chiesa dello Spasimo

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e l'assessore alla Cultura Francesco Giambrone oggi hanno dato il via alla riapertura della Chiesa e della navata del complesso monumentale dello Spasimo, che potrà essere visitabile tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30 tranne il lunedì.

"Questa - hanno detto Orlando e Giambrone - è una nuova occasione importante per restituire ai palermitani uno dei monumenti più importanti che racconta la storia di Palermo creando anche nuovi itinerari turistici. L'apertura della chiesa e della sua navata fa parte di un più ampio progetto che prevederà a breve anche il recupero del giardino interno e della messa in sicurezza di altri spazi condivisibili, anche con la creazione di una caffetteria, per rendere il complesso ancora più fruibile ed accogliente per i cittadini di Palermo e i turisti".

martedì 8 ottobre 2013

"Contaminazioni" al Palazzo Reale di Palermo

Giovedì 10 ottobre 2013 alle 19, presso la Sala Duca di Montalto al Palazzo Reale di Palermo, si inaugurerà "Contaminazioni", una mostra di circa 80 dipinti e sculture, frutto di una selezione delle opere di due artisti contemporanei, divise in due sezioni: "Dionisiache" di Fiamma Zagara e "Reflexa" di Nino Ucchino. 

Un'opera di Fiamma Zagara
L’esposizione prevede anche l’installazione, nello spazio esterno, antistante l’ingresso alla Sala Duca di Montalto, di due sculture: "Mercurius Duplex" di Fiamma Zagara e "Sturm" di Nino Ucchino.

Come anteprima dell’evento, oggi alle ore 18.30, avrà luogo l’inaugurazione, in piazza Castelnuovo della scultura in acciaio del maestro Nino Ucchino, "La piramide e gli zoccoli", alla presenza del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, del presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone e del direttore generale della Fondazione Federico II, Francesco Forgione

Per l’occasione sono stati realizzati due cataloghi, editi dalla Fondazione Federico II, che si è avvalsa del contributo del curatore della mostra Prof. Francesco Gallo Mazzeo.

La mostra “Contaminazioni”, sarà aperta al pubblico, al costo di € 3,00, dalle 8,15 alle 17,40 tutti i giorni, da venerdì 11 Ottobre a lunedì 18 Novembre, ad eccezione delle domeniche e dei giorni festivi, nei quali la mostra è visitabile fino alle ore 13,00.

giovedì 3 ottobre 2013

Palermo, forestali ripuliscono i giardini del Politeama

Lavoratori forestali al lavoro, questa mattina, al Politeama Garibaldi di Palermo. Sette operai del Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali, hanno cominciato a ripulire le aiuole del giardinetto all’angolo tra via La Lumia e via Amari, infestato da erbacce e rampicanti. 

Operai forestali al lavoro al Politeama Garibaldi
L’intervento s’inquadra nel contesto di un accordo siglato tra la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana - cui spetta la manutenzione ordinaria della struttura comunale - e il Dipartimento Foreste Demaniali, in virtù della Legge Regionale n.9/2013 sul “Contenimento della spesa e valorizzazione delle risorse umane nel settore forestale” secondo cui l’azienda regionale può utilizzare il proprio personale per la “cura e pulizia del verde pubblico comunale” (art.25). I lavori di bonifica degli spazi esterni del teatro proseguiranno gradualmente fino a riportarli allo splendore originario. 

“L’accordo raggiunto con il Dipartimento Forestale rappresenta un nuovo tassello nel più ampio quadro di apertura del teatro alla cittadinanza – afferma il sovrintendente Francesco Guttadauro –: il Politeama Garibaldi è un bene pubblico e la libera fruizione passa anche attraverso un’azione di partenariato tra gli enti locali che possa garantire il regolare funzionamento della struttura”.

Il Conservatorio di Palermo in trasferta a Catania

È il Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo l’ospite del prossimo concerto di Classica & Dintorni al Castello Ursino di Catania (sabato 5 ottobre, ore 19) con l’Ensemble di strumenti antichi “Alessandro Scarlatti” costituito da docenti e allievi del prestigioso istituto di formazione musicale. Il concerto rientra nell’ambito di un progetto promosso da Classica & Dintorni in collaborazione con il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio palermitano.

Il maestro concertatore Ignazio Schifani
In programma un omaggio a Luigi Rossi (1597-1653), compositore di musica da camera – di origine pugliese è autore di un Orfeo, rappresentato a Parigi nel 1647 - molto celebre in Francia e in tutta Europa tra il Seicento e il Settecento, quindi per molti anni dopo la sua morte. “Una fama postuma – spiega Alessio Ruffatti, docente di Storia della musica del conservatorio di Palermo- che giunge fino al secolo dei lumi, quando Rossi rappresenta ancora uno dei modelli italiani più importanti ed è incoronato da Voltaire nell’olimpo dei musicisti francesi a fianco di Jean Baptiste Lully”.

Julia Jones sul podio dell'Orchestra del Teatro Massimo

Sabato 5 ottobre alle 18,30, nuovo appuntamento della Stagione concertistica 2013 del Teatro Massimo di Palermo: ospite sul podio il direttore inglese Julia Jones, una fra le bacchette più amate di oggi nel repertorio operistico classico e in quello sinfonico della prima metà del Novecento.

Julia Jones sul podio
Il programma è dedicato alla Francia e ad alcuni compositori che hanno legato la loro carriera alla capitale francese: Debussy, Berlioz e Stravinskij. L'apertura è affidata al Prélude à l’après-midi d’un faune di Claude Debussy (1892-94), quindi l'Ouverture caratteristica Le Carnaval Romain op. 9 di Hector Berlioz (1843) e i Nocturnes di Debussy (1892-94; “Nuages”, “Fêtes”, “Sirènes”). Nella seconda parte invece Pétrouchka di Igor Stravinskij nella versione del 1947. Il Coro del Teatro Massimo impegnato in “Sirènes” di Debussy è diretto da Piero Monti.

mercoledì 2 ottobre 2013

Sinfonica Siciliana, Orlando voce in "Pierino e il Lupo"

Torna sul podio dell’Orchestra Sinfonica Siciliana – dopo sei anni di assenza – il direttore Gabriele Ferro; un gradito ritorno che lo vedrà protagonista al Politeama Garibaldi di Palermo, venerdì 4 ottobre alle ore 21.15, di un fuori abbonamento dedicato alla candidatura di Palermo a “Capitale Europea della Cultura 2019”. 

Il Politeama Garibaldi di Palermo
Durante la serata saranno eseguite l’ouverture Quattro versioni originali della "Ritirata notturna di Madrid" di Luigi Boccherini, nella versione rivista da Luciano Berio, la Sinfonia n.1 “classica” di Prokof’ev e la fiaba Pierino e il lupo, uno dei lavori più famosi di Prokof’ev che vedrà la partecipazione di una “voce narrante” d’eccezione: il sindaco di Palermo Leoluca Orlando

La Ritirata notturna di Madrid era, ai suoi tempi, un pezzo così popolare che Boccherini lo trascrisse quattro volte per diverse combinazioni strumentali. Nel 1975 quando a Berio fu chiesto un breve pezzo per l’apertura di un concerto dell’orchestra della Scala, egli decise di sovrapporre quelle quattro versioni della Ritirata e di trascriverle per orchestra. L’esecuzione avvenne il 17 giugno dello stesso anno sotto la direzione di Piero Bellugi. 

A Palermo l'assemblea dei conservatori d'Europa

Si è svolta questa mattina, presso il Conservatorio “Vincenzo Bellini” di Palermo la conferenza stampa di presentazione del 40° Congresso annuale dell'Associazione dei Conservatori d'Europa, che si terrà a Palermo dal 7 al 9 novembre e che vedrà presenti 300 delegati provenienti dai conservatori di tutta Europa, ma anche da Stati Uniti e Cina, sul tema della promozione della musica e sul ruolo dei conservatori nel panorama culturale europeo. 

Nel corso di una conferenza stampa cui hanno preso parte il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore alla Cultura Francesco Giambrone, Jeremy Cox e Sara Primiterra, rispettivamente Chief executive e Responsabile eventi dell'AEC, insieme a Giuseppe Silvestri Presidente e a Daniele Ficola Direttore del Conservatorio, sono stati messi in luce i principali punti che segneranno l'edizione 2013 del Congresso. 

Palermo, 46 candidati per la Consulta delle Culture

La commissione elettorale del Comune di Palermo, presieduta dal dirigente coordinate dell’Area della Partecipazione Sergio Maneri, ha ultimato le procedure di verifica dei requisiti dei candidati alla Consulta delle Culture. Da un’analisi dettagliata delle cinquantotto istanze si è provveduto a considerare inammissibili dodici candidature, mentre sono state considerate valide quarantasei candidature.  

Palazzo delle Aquile a Palermo
I motivi dell’esclusione dalla corsa elettorale sono riconducibili alle seguenti cause: numero insufficiente di firme per la presentazione della candidatura (minino 50), sottoscrittori non residenti nella città di Palermo, non in regola col permesso di soggiorno oppure non inseriti nella lista degli aventi diritto. Un candidato è stato escluso poiché esso stesso era privo della residenza a Palermo.  

"Il lavoro della Commissione elettorale è stato molto serio  – afferma l’assessore alla Partecipazione Giusto Catania – voglio ringraziare i componenti la Commissione che hanno lavorato giorno e notte, supportati dal personale dell’Anagrafe e dagli uffici della Questura di Palermo che hanno dato un contributo fondamentale per accertare la validità dei permessi di soggiorno".