giovedì 30 dicembre 2010

Prorogati i termini per partecipare al Premio Pirandello

È stato prorogato al 30 aprile 2011 il termine per la presentazione delle opere al “Premio Teatrale Luigi Pirandello”, promosso dalla Fondazione Banco di Sicilia. La cerimonia di premiazione è stata fissata al 2012, in coincidenza con il novantesimo anniversario della prima rappresentazione dell'Enrico IV, capolavoro del grande drammaturgo siciliano, andato in scena nel 1922 al Teatro Manzoni di Milano. 

Il “Premio Nazionale di Teatro Luigi Pirandello” è aperto a tutti gli scrittori di lingua italiana per opere di teatro originali, anche edite, ma che non siano state rappresentate né trasmesse dalla radio o dalla televisione, né premiate in altri concorsi e che possano costituire uno spettacolo di normale durata.

L'arpa celtica accoglie il 2011 al Museo di Aidone

Sarà un concerto di arpa celtica, protagonista la solista palermitana Antonella Calandra, a salutare martedì 4 gennaio il nuovo anno – quello del ritorno della Venere - nella ex Chiesa dei Cappuccini che introduce al Museo Archeologico di Aidone, uno scrigno di preziosi reperti provenienti dall’antica città di Morgantina dove in primavera tornerà per sempre dagli Stati Uniti la celebre statua della Venere trafugata negli anni Settanta. Si comincia alle ore 18 e l’ingresso è gratuito.

Alcuni degli Argenti conservati nel Museo di Aidone
Ideato dal direttore del Parco Archeologico di Morgantina e del Museo di Aidone, Enrico Caruso, il concerto è organizzato in collaborazione con il Rotary Club di Piazza Armerina. In programma una serie di brani d’epoca medievale della tradizione celtica. “Sarà l’occasione – spiega il direttore Caruso – per avviare una nuova stagione di eventi che accendano i riflettori su Morgantina e i suoi tesori: un patrimonio storico e artistico ancora poco conosciuto ma pieno di grandi potenzialità per la comunità ennese e, di riflesso, per quella siciliana”.

mercoledì 29 dicembre 2010

Palermo, musica e danza a Palazzo Riso

Danza, musica e arte questa sera dalle 19 alle 23,30 a Palermo. Nelle sale di Palazzo Riso è in programma una performance di danza contemporanea della coreografa Giovanna Velardi seguita dalla musica classica e passionale, che guarda molto alle influenze tanguere del Trio Omniart e dalle sonorità etniche e mediterranee dei Sun. L’iniziativa è promossa dall’Assessorato ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana ed ospitata da Riso, Museo d'arte contemporanea della Sicilia. L’ingresso è libero.

In questi giorni, e fino al 31 marzo, a Palazzo Riso è in corso la mostra “PPS – Paesaggio e Popolo della Sicilia”, curata da Giovanni Iovane: 23 artisti siciliani interpretano il loro concetto di Isola e insularità. La mostra domani resterà aperta fino alla fine della manifestazione, il biglietto di ingresso costa 6 euro (ridotto 3 euro) e 1 euro per i residenti di Palermo e provincia.

Circuito del Mito: "Mons Regalis" debutta a Messina

Prosegue "Sulle orme del Sacro", il calendario di appuntamenti del "Circuito del Mito", organizzato dall'assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo che anima siti archeologici, chiese ed altri suggestivi siti siciliani.

Stasera alle 21 al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, è prevista la prima assoluta di "Mons Regalis". L'opera, tratta dai testi del teologo Salvino Leone, racconta la storia del duomo di Monreale, uno dei più imponenti spazi architettonici creati dall'ingegno umano, con i suoi mosaici unici al mondo e la sua storia legata alla cultura greco-arabo-normanna che caratterizzò la Sicilia occidentale fra il XII e il XIII secolo. La cantante e autrice Lucina Lanzara ha composto le musiche orchestrate da Massimo Sigillò Massara. La messa in scena di oggi a Messina e domani, 30 dicembre, a Marsala, si avvale delle coreografie di Davide Padiglione e dell'allestimento scenico di Sebastiano Romano con una vera e propria installazione per raccontare il Duomo.

martedì 28 dicembre 2010

Le sculture di Salvatore Rizzuti a Caltabellotta

È stata inaugurata il 23 dicembre scorso, a Caltabellotta, la mostra di sculture di Salvatore Rizzuti, curata da Pinuccia Stravalli e Alessandro Turturici e allestita nel Palazzo della Signoria, sede del Museo Civico di Caltabellotta. Trentasette opere in legno e terracotta, di notevoli dimensioni e impatto visivo, saranno per la prima volta esposte nel paese natio dell'artista.

In occasione della mostra l'artista donerà alla comunità caltabellottese il Vespro, opera in legno che si ispira alla guerra dei Vespri Siciliani (1282), che si concluse con la Pace di Caltabellotta nel 1302.

La mostra sarà aperta tutti i giorni tranne il lunedì dalle ore 9 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30, fino al 30 gennaio 2011. L'ingresso è libero.

lunedì 27 dicembre 2010

Concerto di Capodanno con la Sinfonica Siciliana

Capodanno 2011 con l’Orchestra Sinfonica Siciliana: il primo gennaio alle 18, l’OSS festeggerà il primo dell’anno insieme al pubblico del Politeama Garibaldi di Palermo, con un concerto diretto da Sebastian Lang Lessing, un rinfresco ed un brindisi offerti dagli sponsor alla fine dell’evento, oltre alla distribuzione di cadeaux di benvenuto agli spettatori.

Il programma musicale prevede un mix di brani famosi tratti dalla tradizione leggera dell’operetta e del valzer. Ad aprire e chiudere il concerto saranno due pagine tratte dall’Orfeo all’Inferno, l’operetta più famosa di Jacques Offenbach; l’Ouverture, nella quale sono introdotti i temi più importanti dell’operetta, introduce con il suo carattere brillante il clima festoso della serata, che proseguirà nello spirito della danza e, in particolar modo, del valzer viennese. Saranno, infatti, eseguiti alcuni valzer di Johann Strauss Junior oltre all’Ouverture del Pipistrello e le danze dell’operetta La vedova allegra, autentico capolavoro di Franz Lehár. Il concerto, nel quale sarà eseguita anche La danza delle ore dalla Gioconda di Amilcare Ponchielli, sarà concluso in un turbinio di suoni e di colori, dal travolgente Can can, tratto dall’operetta Orfeo all’Inferno

venerdì 24 dicembre 2010

Mimmo Cuticchio riporta in scena il suo "Aladino"

Mimmo Cuticchio in una scena di "Aladino di tutti i colori"
Vigilia e Natale tra i pupi, ma anche tra i bambini di tutto il mondo: alle 18,30 del 24 e 25 dicembre per la "Macchina dei sogni" nel Laboratorio di via Bara all’Olivella, a Palermo, Mimmo Cuticchio riporta in vita il suo “Aladino di tutti colori”, spettacolo storico che unisce con semplicità e naturalezza attraverso la “parola”, la cultura occidentale e quella orientale. Aladino nasce nell’ambito di un più vasto progetto di convivenza universale e di tolleranza, avviato molti anni fa con lo spettacolo “Francesco e il Sultano” di Mimmo Cuticchio e Salvo Licata, dove alle crociate i due autori contrapponevano la cultura francescana: alla spada si sostituisce il Vangelo e all’aggressione, l’accoglienza.

giovedì 23 dicembre 2010

Il concerto di Natale al Teatro Massimo di Palermo

Giovedì 23 dicembre, alle 20.30, al Teatro Massimo di Palermo, Robert Purvis, direttore e compositore inglese celebre per le sue letture del repertorio anglosassone del musical, torna molto atteso alla guida dell’Orchestra del Teatro per accompagnare il Coro di Voci Bianche del Teatro diretto da Salvatore Punturo e due solisti vocali come il soprano Soula Parassidis e il tenore Norman Reinhardt in un programma che prevede nella prima parte alcune fra le più note e meravigliose pagine dalle operette di Johann Strauss (“Il pipistrello”) e Franz Lehar (“La vedova allegra” e altre), mentre nella seconda una originale scelta di , di melodie indimenticabili, icone musicali delle festività di tutto il mondo.

Il soprano Soula Parassidis
Brani come Silent Night, Jingle Bells o White Christmas, i cui titoli sono da sempre nella “playlist” personale di Babbo Natale, devono la loro universale notorietà alla penna di compositori di prima grandezza come Irving Berlin che hanno intonato versi scritti da parolieri di identico valore. La semplicità, la freschezza inventiva e l’immediato appeal di queste canzoni, infatti, sono il risultato di un processo compositivo tutt’altro che facile e scontato, essendo frutto di un sapiente lavoro di sottrazione e di sintesi delle differenti tradizioni classiche, folkloriche e popular; una scrittura vocale e orchestrale in cui ogni nota è un fiocco di neve e, come ogni fioco di neve, è composta da invisibili ma perfetti cristalli.

La Natività nell'arte di Incorpora, una mostra a Catania

Una mostra multimediale sul tema della “Natività in Sicilia”, che punta sull’espressionismo di Salvatore Incorpora, pittore e scultore capace di tradurre in arte la peculiare tradizione etnea. Una formula inedita per approfondire, nella cornice della Chiesa di San Francesco Borgia a Catania, un emozionante percorso artistico e spirituale, associato a sollecitazioni letterarie e musicali. 

Salvatore Incorpora - "Presepe con figure azzurre"
“La Natività nell'opera di Salvatore Incorpora: figure, parole e musiche all'ombra del Vulcano" esprime già nel titolo le articolate linee dell’iniziativa. L’esposizione, che è stata inaugurata il 22 dicembre, si protrarrà fino al 9 gennaio 2011 e costituisce una delle più importanti manifestazioni approntate in città per le prossime Festività.

Parte così a Catania il progetto "Percorsi identitari del Val Demone", promosso dall'Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana retto dall'assessore Sebastiano Missineo e dal relativo Dipartimento guidato dal direttore generale Gesualdo Campo. Molteplici le attrattive dell’iniziativa, attuata su proposta della dirigente del Polo Museale del Val Demone, Maria Grazia Patanè, alla guida del Servizio dipartimentale di recente istituzione, con l’obiettivo di promuovere in rete la specificità del patrimonio culturale e artistico del territorio di riferimento, ossia l’area nordorientale dell'isola, incluso il capoluogo etneo.

mercoledì 22 dicembre 2010

Nuove luci illuminano la Valle dei Templi di Agrigento

Il Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi di Agrigento si rifà il look. Uno spettacolare percorso notturno di luci accompagnerà i visitatori dall’area del Quartiere ellenistico–romano all’area del tempio di Zeus. La medesima zona, che è stata sottoposta al potenziamento dell’illuminazione, sarà fruibile fino alle 19 a decorrere dal 27 dicembre prossimo. In più una novità assoluta: la collocazione nel piazzale Hardcastle dell’Angelo della Valle, opera di Ernesto Lamagna, a buona memoria della mostra Arte contemporanea per il Tempio di Zeus, promossa dall’Unesco e dalla casa editrice Il Cigno.

L'Idv denuncia il degrado del Politeama di Palermo

Affreschi deturpati con fori, chiodi, ganci, scritte e assi di legno. Parti decorate coperte da uno strato di intonaco bianco. Pavimentazione a mosaico in parte danneggiata da gettate di cemento. Soffitti crollati. Umidità e altri danni strutturali. Ecco come appare oggi il Teatro Politeama di Palermo, uno dei monumenti simbolo della città di Palermo e sede della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana.

La denuncia arriva da Fabrizio Ferrandelli, consigliere comunale e capogruppo dell'Italia dei Valori al Comune di Palermo, che ha esposto alla stampa non solo i risultati dell’ispezione effettuata all’interno del Teatro Politeama, ma anche l’interrogazione che presenterà in Consiglio comunale per accertare le reali responsabilità di un tale degrado e per chiedere all’Amministrazione comunale di stipulare una convenzione con l’Orchestra sinfonica siciliana affinché provveda alla manutenzione ordinaria e straordinaria del bene, offra maestranze qualificate, già in carico al Comune, per i lavori di ristrutturazione e per rendere finalmente fruibile il Teatro anche ai turisti.

Oltre al consigliere comunale, alla conferenza stampa ha partecipato anche Ester Bonafede, il sovrintendente della Fondazione.

martedì 21 dicembre 2010

Il Laboratorio Saccardi in mostra fra Salemi e Palermo

La Fondazione Sambuca, nell’ambito del sistema diffuso per la promozione dell’arte contemporanea, organizza per le festività natalizie, la mostra diffusa del Laboratorio Saccardi dal titolo "Sikania rising projects", tre mostre in tre luoghi per tre istituzioni diverse, a cura di Paolo Falcone. Un progetto che si snoda in un percorso in tre diversi spazi della Sicilia con opere legate al territorio, che rendono "Sikania rising project" un progetto specifico ed unitario.

Al Museo della Mafia di Salemi, è stata inaugurata il 19 dicembre l’opera del Laboratorio Saccardi dal titolo: la Robba, in una doppia mostra personale con Rossella Biscotti, a cura di Paolo Falcone. Un carretto siciliano in legno, dove gli artisti hanno istoriato in bianco e nero i principali fatti di mafia della Sicilia, misteri insoluti della storia politica del nostro Paese. Simbolo della Sicilia, per tradizione il carretto è decorato con rappresentazioni mitologiche delle gesta dei condottieri. La riscrittura dell’apparato iconografico del carretto condotta dal Laboratorio Saccardi racconta invece la cruda attualità delle stragi di mafia: da Portella della Ginestra, l’assassinio di Peppino Impastato, la strage di Ustica, le stragi di Capaci e di via d’Amelio.

Messina, una serata musicale dedicata a Stravinskij

"Serata Stravinskij", il primo dei tre concerti che l'Ente Teatro di Messina organizza in collaborazione con le associazioni concertistiche cittadine Accademia Filarmonica, Filarmonica Laudamo e Vincenzo Bellini, in programma al Vittorio Emanuele il 22 dicembre alle 21, è dedicato interamente a un genio della scena musicale del Novecento. Di Igor Stravinskij saranno eseguite il Concerto "Dumberton Oaks", il "Capriccio" nella prima parte e il "Pulcinella" nella seconda.

"Un programma affascinante - spiega Claudio Desderi, che dirigerà l'Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele - dedicato allo Stravinskij del periodo francese, con il virtuosismo di questo genio universale della Musica del Novecento: così ci immergiamo nel mondo neoclassico del Pulcinella (versione completa) con l'omaggio alla vocalità di Pergolesi dopo il fugato bachiano che spunta nel vortice complicatissimo del Concerto Dumberton Oaks e i richiami romantici del pianismo di Capriccio. L'intero programma è strutturato per valorizzare al massimo la bravura degli strumentisti e cantanti coinvolti, un programma raffinato per ascoltatori curiosi e affezionati affidato ad esecutori che con i loro strumenti offriranno il meglio della capacità compositiva nella sua incredibile duttilità del grande compositore russo. Un’esperienza che mi piace percorrere con la Orchestra del Teatro di questa splendida città mediterranea e con giovani cantanti che in queste due "estreme" punte del nostro Paese vivono e operano".

lunedì 20 dicembre 2010

Battiato, Accardo e Veronesi al "Circuito del Mito"

Ottanta appuntamenti, ventuno produzioni. Musica, spettacoli, mostre, favole, poesie, cinema e, come palcoscenico, angoli suggestivi dell'isola: teatri, chiese, scalinate, luoghi di pregio storico recuperati alla fruizione. Un mix di cultura e turismo in programma dal 20 dicembre al 20 febbraio 2011. 

È "Sulle orme del sacro", il nuovo cartellone de "Il Circuito del Mito", la manifestazione dell'assessorato regionale al Turismo e Spettacolo nata nel 1998 da un'idea di Franco Zeffirelli, ripresa nel 2009 dall'assessorato.

"Sulle orme - aggiunge l'assessore Daniele Tranchida - del Sacro è l'ultima fase del Circuito del mito 2010. Un cartellone ispirato in gran parte alla sacralità del Natale e che vanta presenze nazionali e internazionali come Franco Battiato, il violinista Salvatore Accardo, il maestro Alberto Veronesi, il coro del Patriarcato ortodosso di Mosca, l'attore Peppe Barra, ma anche importanti produzioni siciliane come Mons regalis, l'opera musicale che racconta la storia del duomo di Monreale e che viene presentata in un nuovo allestimento scenico, in anteprima, proprio dentro il Circuito del mito". 

Palermo, artisti siciliani in mostra a Palazzo Riso

Riso, Museo regionale d'Arte Contemporanea, apre fino alla fine di marzo le porte alla creatività di ventitré artisti siciliani che presentano opere - alcune realizzate appositamente - che offrono un'immagine dell'Isola non convenzionale e soprattutto non deformata dai mezzi di comunicazione di massa.

Da questi presupposti nasce la mostra "Pps - Paesaggio e popolo della Sicilia", curata da Giovanni Iovane, inaugurata il 17 dicembre dal presidente della Regione, Raffaele Lombardo, dall'assessore regionale dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, Sebastiano Missineo, dal direttore del museo Riso, Sergio Alessandro, e da Renato Quaglia, responsabile del progetto culturale.

L'esposizione, che sviluppa linguaggi diversi, idee e progettualità, è realizzata dagli artisti siciliani di S.a.c.s., l'archivio continuamente aggiornato, creato tre anni fa da Riso.

sabato 18 dicembre 2010

Morgan assessore "creativo" nella Salemi di Sgarbi

Il Comune di Salemi ha un nuovo assessore. Si tratta di Marco Castoldi, in arte Morgan, l’ex leader dei Blu Vertigo, che ha accettato la proposta del sindaco Vittorio Sgarbi di ricoprire la carica con le deleghe “all'Ebbrezza, alla Creatività, ai Diritti Umani e alle Visioni”. Il cantautore ha sciolto la riserva con una telefonata al critico d'arte che si trovava a Praga per presentare una mostra alla Nardoni Galerie.

"Il racconto di Villa Igiea", una conferenza a Palermo

Il 19 dicembre 2010 sarà il 110° anniversario dell'inaugurazione del Grand Hotel Villa Igiea. Una data importante, che segnò l'esordio a Palermo di una struttura alberghiera di grande qualità, rivolta a un turismo esigente ed elitario, strettamente legato al clima di belle époque che si respirava in città in quegli anni, e al periodo di massima potenza economica della famiglia Florio.

Domenica 19 alle 18 nella Sala Basile dello stesso albergo, la Delegazione FAI di Palermo ne racconta la nascita con una conferenza a cui parteciperanno i massimi esperti dell’art-noveau a Palermo: Eliana Mauro ed Ettore Sessa. Al termine il Villa Igiea Hilton offrirà un aperitivo.

Villa Igiea fu progettata da Ernesto Basile, architetto simbolo della belle époque palermitana, che vi lavorò con uno dei maggiori esponenti della manifattura mobiliera italiana del periodo,Vittorio Ducrot, e con il Maestro della pittura liberty siciliana, Ettore De Maria Bergler

"Memento Vitae", le fotografie di Emma Vitti a Catania

Sarà inaugurata sabato 18 dicembre alle 19, alla Galleria Dietro le Quinte di Catania, “Memento Vitae”, la mostra fotografica di Emma Vitti, a cura di Cristina Trivellin. Presentazione e critica di Roberto Mutti

Sono circa 15 le fotografie che permetteranno al pubblico di viaggiare tra le metafore visive dell’artista. Una serie di scatti al mercato del pesce di Catania: luogo in cui si respira forza, energia primaria, dove odori, suoni, voci e colori sono tonalità intense, dove – secondo l'artista – vita e morte sono mescolate insieme. 

Se negli antichi dipinti i memento mori rappresentavano un monito, una richiesta di attenzione sulla caducità, la contingenza, ricordandoci attraverso i simboli la nostra imminente fine, il memento vitae pone la stessa urgenza, le medesime dinamiche ma ribaltandone l’avvertimento.


La London Symphony Orchestra al Teatro Massimo

Serata di grande musica al Teatro Massimo di Palermo. Nella Stagione concertistica 2010, domenica 19 dicembre alle 18, protagonista una delle più importanti orchestre del mondo, la London Symphony, guidata per l'occasione da uno fra i più celebri ed eleganti direttori di oggi, Sir John Eliot Gardiner, per la prima volta a Palermo. Solista ospite una violinista d'eccezione come Viktoria Mullova, interprete del Concerto per violino e orchestra in Re maggiore Op. 61 di Ludwig van Beethoven, in questi giorni impegnata in una tournée europea con l'orchestra londinese che si concluderà il 21 dicembre nella sede ufficiale al Barbican Centre di Londra. 

Il concerto, interamente dedicato a note pagine repertorio classico e romantico, si aprirà con l'ouverture dall'opera di Carl Maria von Weber “Der Freischütz” del 1821, mentre dopo il concerto beethoveniano, la seconda parte sarà costituita dalla Sinfonia n. 4 in La maggiore Op. 90 “Italiana” di Felix Mendelssohn Bartholdy, partitura che risente delle ricerche del compositore sul passato musicale italiana. Ultimata a Berlino in seguito a una commissione della London Philharmonic Society, la Sinfonia n. 4 venne eseguita dall'orchestra della stessa società filarmonica sotto la direzione dell'autore il 13 maggio 1833.

venerdì 17 dicembre 2010

Arriva a Salemi la "Donna seduta con gatto" di Picasso

Un grande capolavoro di Pablo Picasso ed una originale festa per promuovere il vino. Sono le due iniziative volute da Vittorio Sgarbi per richiamare a Salemi, la cittadina da lui amministrata, nuovi visitatori durante le feste di Natale e Capodanno. 

Dopo i capolavori di Rubens, Caravaggio, Guercino, Modigliani e le numerose mostre provenienti dal Festival dei Due Mondi di Spoleto, la città torna a ospitare un capolavoro dell'arte mondiale, «Donna con gatto» di Pablo Picasso, per la prima volta esposto in Sicilia dal 19 dicembre e proveniente dalla collezione privata di una nobildonna italiana.

Sabato 18 e domencia 19 invece si svolgerà la seconda edizione di "Benedivino", la grande festa del vino ideata da Oliviero Toscani e Vìttorio Sgarbi nel 2009 quando il teatro all'aperto del Carmine fu trasformato in una enorme piscina piena di mosto.

Orari di apertura della mostra:

L'inaugurazione è in programma domenica 19 dicembre alle 16,00 al Palazzo dei Musei nell'ex Collegio dei Gesuiti in via D'Aguirre nel centro storico.

L'opera sarà visitabile tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 10, 00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00. Il venerdì, sabato e domenica l'apertura è prolungata fino alle 20,00.

L'ingresso è di 5 euro e dà diritto a visitare il Museo della Mafia, il Museo del Risorgimento e il Museo del Paesaggio e il Castello normanno svevo.

giovedì 16 dicembre 2010

Presentato il progetto del Parco Termale Imerese

L'amministrazione comunale di Termini Imerese, puntando sulla valorizzazione dei beni culturali, ha presentato il progetto per la realizzazione del Parco Termale Imerese, che prevede un piano di riqualificazione urbana che interessa 12mila mq di superficie per un costo di 31.300.000 euro, di cui 20 milioni e 300 mila euro a investimenti pubblici e 11 milioni ad investimenti privati. 

Ecco cosa prevede il progetto: 

- la riqualificazione del Grande Albergo delle Terme, di proprietà comunale e gestito dalla Igar, per un investimento previsto di 2.800.000 euro. Un progetto già inserito nel PIST, Piano Integrato di Sviluppo Territoriale, denominato Pist Madonie Termini, in attesa di finanziamento regionale.

- Nuovi impianti termali aperti al pubblico, da realizzare nell’area pianeggiante adiacente al Grande Albergo delle Terme, per un investimento di 3 milioni di euro.

- Realizzazione di un parcheggio coperto e di una piazza sul mare di 5500 mq., per un valore di 11 milioni e mezzo di euro, un progetto inserito nel Pist, per cui è stato chiesto un finanziamento regionale a copertura totale.

- Realizzazione di una funivia di collegamento tra il punto più basso del Parco, la Porta Erculea, e quello più alto, le terrazze del Belvedere, un investimento da 5 milioni di euro.

- Centro Servizi del Parco Termale per un valore di 3 milioni di euro.

- Realizzazione dei Giardini del Parco, investimento: 3 milioni di euro.

- Recupero della Porta Erculea e di Piazza Duomo, che nel progetto individuano le Porte del Parco, per 1 milioni e mezzo di euro.

- Creazione di una mobilità interna al parco ecosostenibile, con il recupero delle storica strada della Serpentina, per un investimento di 1 milione e mezzo di euro.

Seminari sulla Sicilia preistorica a Cefalù

Inizia venerdì 17 dicembre il seminario su “Luoghi e culture nella Sicilia preistorica” promosso dalla sede locale di SiciliAntica di Cefalù. Il primo incontro, dopo la presentazione di Melina Greco, presidente della sede di Cefalù e di Alfonso Lo Cascio della presidenza regionale di SiciliAntica, avrà per titolo “Espressioni artistiche nella Sicilia preistorica”, e sarà tenuto da Maria Teresa di Blasi, archeologa, della Soprintendenza ai Beni culturali di Siracusa.

Il seminario che si terrà nell'Aula Magna dell'Istituto comprensivo "Rosario Porpora", via E. Fermi 4 Cefalù, con inizio alle ore 17.00 prevede cinque incontri. Il successivo si terrà venerdì 14 gennaio 2011 e avrà per titolo “L’alimentazione nella preistoria siciliana" tenuto da Maurizio Di Rosa, bioarcheologo, si prosegue venerdì 28 gennaio con "Architetture funerarie nella Sicilia antica", curato dall’archeologo Nicolò Bruno, il successivo invece è venerdì 11 febbraio: "Cefalù e le Madonie tra la preistoria e l'età antica", con Antonio Franco, docente di lettere, ricercatore di Storia antica. A concludere il seminario l’archeologo preistorico e soprintendente Beni culturali di Trapani Sebastiano Tusa, venerdì 25 febbraio con un incontro su "La Sicilia preistorica alla luce delle recenti scoperte".

Previste inoltre visite guidate ai musei archeologici di Caltanissetta, Himera, Siracusa, e alla necropoli di Pantalica. Ai corsisti sarà rilasciato attestato di partecipazione. Per informazioni ed iscrizioni tel. 0921.423642, cell. 347.3363088.

Volo diretto in Sicilia per la Venere di Morgantina

Nel Paul Getty Museum di Malibù sono già iniziate le operazioni per il trasferimento della Venere di Morgantina, la statua che, dopo essere stata esposta per trent’anni come il più splendido trofeo della struttura museale californiana, è stata presa ufficialmente in consegna dall’assessore regionale per i Beni Culturali e l’Identità Siciliana, Sebastiano Missineo. “Ci dispiace vederla partire”, dice David Bomford, direttore del P.Getty, “ma siamo contenti, allo stesso tempo, che ritorni alla sua casa originaria”. Destinazione: il museo di Aidone 

La statua arriverà ad Aidone nella primavera prossima e non farà tappe intermedie per sollevare il Comune dagli oneri organizzativi dell’accoglienza e dell’ospitalità. Il luogo di provenienza, come è già avvenuto per il rientro degli acroliti e del tesoro di Eupòlemos, attiverà tutte le proprie risorse per far fronte all’evento. 

Il Coordinamento tecnico-scientifico per il rientro della Venere, di cui fanno parte la Provincia Regionale di Enna ed il Comune di Aidone, è già operativo e, secondo le finalità indicate nell’atto ufficiale della sua istituzione, svilupperà le sue attività in collaborazione, nel rispetto delle specifiche competenze, con la Regione Sicilia, la Soprintendenza per i BB. CC. AA. di Enna, il Parco Archeologico di Morgantina e delle Aree archeologiche di Aidone e dei comuni limitrofi, coinvolgendo associazioni e realtà locali, perché l’evento non si esaurisca nel rientro di una prestigiosa opera d’arte, ma sia anche l’occasione per il rilancio turistico ed economico di un territorio che riscopre e rafforza la propria identità culturale.

mercoledì 15 dicembre 2010

Un appello per salvare le aree protette in Sicilia

“Salviamo le aree naturali protette siciliane”. Questo l’appello promosso e sottoscritto da docenti e ricercatori, che denuncia il rischio di chiusura di parchi e riserve e chiede al Governo ed al Parlamento siciliano di garantire le risorse per la gestione delle aree naturali protette e di rilanciare le politiche di conservazione della natura in Sicilia. Nel testo si fa esplicito riferimento all'esperienza delle riserve naturali gestite dalle associazioni ambientaliste.

Chi fosse interessato può firmare l’appello online, oppure inviare una email scrivendo a areeprotettesicilia@gmail.com. Infine è possibile stampare il documento per raccogliere le firme nei territori delle riserve, nelle scuole o nelle amministrazioni locali. Per informazioni contattare lo 0921 420908.

Nella foto di Dario Minnalà la Playa dell'Alta Valle dell'Anapo (Sr)

lunedì 13 dicembre 2010

Itinerari d'arte, seminari per le guide turistiche

L'assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo della Regione siciliana, nell'ambito del progetto di valorizzazione turistica "Paesaggi d'autore", organizza due cicli di seminari di approfondimento, rivolti alle guide turistiche, sugli itinerari turistici, rilevabili attraverso le descrizioni, celebrazioni e riproduzioni di scrittori, artisti, pittori, registi, che hanno operato nel territorio regionale.

I seminari sono promossi dal Dipartimento Turismo, Sport e Spettacolo, anche ai sensi della Legge n. 40/2007, la cosiddetta "legge Bersani", per migliorare la qualità dell'offerta del servizio, in relazione allo specifico contesto tematico del progetto.

I cicli di incontri si terranno a Palermo dal 13 dicembre 2010 per le guide della Sicilia occidentale, e a Catania dal 10 gennaio 2011, per quelle della Sicilia orientale. Si svolgeranno con quattro moduli di circa 3 ore al giorno sulle seguenti tematiche: 

1) "Topografie letterarie. La Sicilia degli scrittori".
2) "Lo schermo a tre punte. La Sicilia nel cinema".
3) "Per una proiezione estetica dell'ambiente. Il paesaggio nella storia dell'arte siciliana".


Nella foto la Riserva naturale orientata di Vendicari (Sr)

Gli "Angeli morti" di Lecis al Teatro Libero di Palermo

Debutta giovedì 16 dicembre alle ore 21.15 con replica venerdì 17, al Teatro Libero di Palermo, lo spettacolo prodotto dal Teatro Akroama di Cagliari, "Angeli morti", drammaturgia e regia di Lelio Lecis, con Tiziano Polese, Maria Elisabetta Podda, Diana Guindina, Lea Karen Gramsdorff, Rosalba Piras, le musiche sono di Riccardo Leone, eseguite da Chiara Moccia, Ottavia Guarnaccia e Giada Vettori.

“I figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle, ne presero per mogli quante ne vollero. …” (Genesi 6, 1-2). Da questi passi biblici e soprattutto dai libri di Enoch nasce tutta la storia o leggenda degli “angeli caduti”.Su tali creature esistono molteplici leggende, la più comune delle quali afferma che essi continuano a muoversi nelle viscere della Terra (non possono vedere la luce) fino al giorno del Giudizio Universale quando saranno esiliati definitamene all’inferno.

domenica 12 dicembre 2010

Amici della Musica: il Trio Debussy suona Paolo Conte

Gli Amici della Musica di Palermo salutano il 2010 con il Trio Debussy, il più longevo d’Italia e uno dei rari trii “a tempo pieno” nel panorama della musica da camera internazionale. L’ensemble si esibirà, per il turno serale, il 14 dicembre alle 21,15 al Politeama Garibaldi e porterà, per la prima volta a Palermo, tre composizione del cantautore Paolo Conte. Il resto del programma è completato da brani di Piazzolla e Ravel

Domani, lunedì 13 dicembre, per il turno pomeridiano delle 17,15, sarà la volta del giovanissimo pianista Kit Armstrong, che ha scelto brani di Bach, Mozart, Schumann, Bartòk oltre al suo “Origami” in prima esecuzione nel capoluogo siciliano. 

Questi i prezzi dei biglietti: intero € 20 - ridotto € 15 - anfiteatro € 10. Prevendita presso Libreria Idiomi, Master Dischi e Modusvivendi. I biglietti saranno in vendita anche al botteghino del Politeama Garibaldi a partire da un'ora prima dei concerti. 

Informazioni: 091/6373743 – info@amicidellamusicapalermo.it

Primi passi verso il restauro della Colombaia?

"Il trasferimento della Colombaia di Trapani dal Demanio alla Regione segna un momento importante per la storia della Sicilia. Ma è appena il primo passo. I fondi a nostra disposizione ci permettono solo di mettere in sicurezza il monumento ma diversa è la questione relativa al suo completo restauro per il quale ci impegniamo ad individuare le risorse".

Lo ha detto l'assessore regionale dei Beni Culturali e dell'Identità siciliana, Sebastiano Missineo, alla conferenza stampa per la restituzione dal Demanio alla Regione del castello della Colombaia di Trapani.

"In un momento in cui lo Stato riduce i fondi per la Cultura, e la Sicilia deve indirizzare convenientemente gli interventi sul patrimonio culturale, la gestione della Colombaia si inserisce in un piano generale - ha aggiunto l'assessore Missineo -. Accanto alla Regione, è importante coinvolgere gli enti locali del territorio e, per iniziative così eccezionali, affiancare anche l'esperienza e la progettualità delle associazioni no profit del settore che hanno dimostrato che si può tutelare e valorizzare un bene, rendendolo fruibile a tutti. Mi riferisco agli esempi consolidati del Fai con il Giardino della Kolimbetra, ad Italia Nostra o alla stessa associazione "Salviamo la Colombaia" che in questi anni ha saputo tenere alta l'attenzione su un monumento che rischiava di andare perduto".

sabato 11 dicembre 2010

"Il Vento del Nord", due giorni per il cinema siciliano

Emanuele Crialese, Beppe Fiorello, Pasquale Scimeca e Giovanna Taviani sono tra i protagonisti a Palermo di “Il Vento del Nord”, due giornate dedicate al cinema siciliano che analizza i temi dell’immigrazione e della legalità. 

Un programma, quello del 17 e 18 dicembre, che comprende un omaggio a Crialese – il regista ha girato a Linosa, a poche bracciate di mare da Lampedusa, il suo nuovo film “Terraferma” - e una “lezione d’attore” di Beppe Fiorello, oltre alle anteprime siciliane di due film che hanno già conquistato l’attenzione a Venezia: “Malavoglia” di Pasquale Scimeca e “Fughe e approdi” di Giovanna Taviani. “Il Vento del Nord” (che ha avuto una prima edizione a Lampedusa due anni fa) approda ai Cantieri della Zisa, per parlare di legalità e immigrazione, etica e impegno, ma anche di denuncia e speranza attraverso la coscienza di un luogo, la Sicilia, che attraverso il cinema, e in particolare il documentario, cerca sempre di più il riscatto di un’immagine fedele al cambiamento, lontana dagli stereotipi che filtrano dai telegiornali.

venerdì 10 dicembre 2010

Il Tesoretto di Monte Sant'Angelo esposto a Licata

Sarà inaugurata venerdì 10 dicembre alle 18 a Licata la mostra del “Tesoretto di Monte Sant'Angelo”. L'esposizione, ospitata nel Palazzo Frangipane, sarà visitabile fino al 30 dicembre prossimo. Verranno esposti gli ori e le monete rinvenuti nel settore di abitato ellenistico portato alla luce su Monte Sant'Angelo negli anni '90. La mostra è promossa dal Servizio Soprintendenza di Agrigento, con il patrocinio del Comune di Licata e la collaborazione dell'Associazione Archeologica Finziade. Questi gli orari di visita: da lunedì a sabato ore 9.30 -13.00 e 16.00 -19.30. Domenica 9.30 - 13.00. Chiuso il 25 dicembre. L'ingresso è libero. 

Informazioni: 0922 552516.

giovedì 9 dicembre 2010

Scoperta un'antica tomba monumentale nel Siracusano

Scoperta a Sortino, in contrada Rovetazzo, nel Siracusano, un'antichissima tomba monumentale tra le più importanti della civiltà castellucciana, ovvero quella preistorica, diffusa prevalentemente nella Sicilia sud-orientale. Parliamo di un'età compresa tra 2200 ed il 1450 a.C. La scoperta si deve al paleontologo Diego Barucco e all'architetto Giuseppe Libra, soci dell'associazione Natura Sicula. “Il prospetto della tomba castellucciana - si legge sul sito dell'associazione - presenta due ordini decorativi: il principale è costituito da quattro lesene per lato; il secondario, compreso nella porzione attorno al portello, è una decorazione a incisioni a linee orizzontali e due coppelle superiori. Di tombe a lesene ne esistono centinaia ma tombe con incisioni se ne conoscono pochissime”.

Nella foto la monumentale “Tomba del principe” in località Castelluccio di Noto (Sr)

mercoledì 8 dicembre 2010

Plamena Mangova ospite degli Amici della Musica

La pianista bulgara Plamena Mangova si esibirà al Politeama Garibaldi di Palermo per il turno serale degli Amici della Musica, giovedì 9 dicembre alle 21,15. Il programma prevede la celebre Sonata in do diesis minore op.27 n.2 “Al chiaro di luna” di Beethoven; 12 dei 24 Preludi op. 34 di Shostakovich; lo Studio in do diesis minore op.25 n.7 e la Ballata n.1 in sol minore op.23 di Chopin. Chiudono il concerto tre pagine di Listz: il Sonetto 123 del Petrarca Rv.10b n.6, la Valse oubliée Rv.37 n.2 e il Mephistowalzer n.1 S. 514

Nata nel 1980, Plamena Mangova ha studiato con Marina Kapatsinskaya (a Sofia) e con Dmitrij Bashkirov (a Madrid). Inoltre, ha frequentato le master class tenute in varie città del mondo da artisti come András Schiff, Rosalyn Tureck e Krystian Zimerman. Nel corso della sua carriera si è già esibita al Concertgebouw di Amsterdam (nell’ambito del progetto “Carte Blanche for Maxim Vengerov”), al Gewandhaus di Lipsia, al Mozarteum di Salisburgo e al Festival de la Roche d'Anthéron. Le sue incisioni di alcune opere di Shostakovich e di Beethoven, hanno ottenuto i massimi riconoscimenti della critica discografica europea. 

Informazioni: 091 6373743 – info@amicidellamusicapalermo.it.

martedì 7 dicembre 2010

Agrigento ricorda Pirandello a 74 anni dalla morte

In occasione del 74º anniversario della morte di Luigi Pirandello, si terrà il 10 dicembre alle 17 nella Biblioteca del Museo Regionale di Agrigento un convegno dal titolo: “Il percorso pirandelliano dello zolfo. Economia, cultura e società in Sicilia tra la fine dell'800 e gli inizi del '900”. L'incontro sarà preceduto alle 10 dall'azione scenica per le scuole “Personaggi popolari pirandelliani”. Partecipano al convegno Roberto Lagalla, rettore dell'Università di Palermo; Vincenzo Caruso, direttore della Biblioteca-Museo Regionale “Luigi Pirandello”; Amedeo Maria Giammuso, del Corpo Regionale delle Miniere; Stefano Milioto, del Centro Nazionale di studi pirandelliani e Graziella Corsinovi, docente di letteratura italiana dell'Università di Genova. Coordina Natale Tedesco, docente di lettere dell'Università di Palermo.

L'ingresso è libero. Info: 0922 622237 

Mezzo secolo di Sicilia nelle immagini di Enzo Brai

Mezzo secolo di lavoro e di vita, 100 immagini che documentano gli eventi e i personaggi della cronaca, la storia, le tragedie e la bellezza di una terra che di volta in volta ha sedotto, sconvolto, ipnotizzato, ma mai disarmato, l’obiettivo fotografico.

È un lungo rapporto fatto di contraddizioni, passione, talento e perizia, quello che da 50 anni lega il fotografo Enzo Brai alla Sicilia, raccontato oggi nella mostra “Obiettivo Sicilia – Cinquant’anni di storie” (la prima grande ‘antologica’ dedicata al maestro palermitano), promossa dalla Provincia regionale di Palermo su un progetto della Fondazione “Ignazio Buttitta”, realizzata con il sostegno finanziario dell’Assessorato regionale ai Beni culturali e allestita da Monica Modica.

L’esposizione aprirà al pubblico a Palermo nelle sale dell’ex Cavallerizza di Palazzo Sant’Elia (via Maqueda 81) il 9 dicembre alle 18: all’inaugurazione saranno presenti, con Enzo Brai, il presidente della Provincia Giovanni Avanti, gli assessori alla Cultura Eusebio Dalì e ai Beni culturali, Patrizio Lodato, il presidente della fondazione “Ignazio Buttitta”, Ignazio E. Buttitta

lunedì 6 dicembre 2010

"Ninnarò", l'omaggio di Pirrotta al Teatro Ditirammu

Anteprima a Palermo di "Ninnarò", il film documentario diretto da Vincenzo Pirrotta. L'appuntamento è per il 6 dicembre alle 21 al Teatro Golden. Si tratta di un omaggio al teatro popolare e a una famiglia d’arte, quella del Teatro Ditirammu, che da tredici anni con passione e generosità rinnova la magia di raccontare antiche storie.

Filippo Luna ne è il protagonista insieme a Rosa Mistretta, Vito, Elisa e Giovanni Parrinello accompagnati dalla Compagnia di Canto Popolare del Teatro Ditirammu. Musiche originali di Giuseppe Milici. Prodotto dall’Associazione Piccoli Teatri del puparo Enzo Mancuso.

L'ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

domenica 5 dicembre 2010

A Catania si svela l'inedito "Agatae" di Modigliani

L’inedito “Ritratto di Agatae” di Modigliani, il disegno mai pubblicato sinora che raffigura la santa patrona della città di Catania, sarà “svelato” ufficialmente lunedì 6 dicembre in occasione della conferenza stampa di presentazione di “Modigliani, ritratti dell’anima” la mostra in programma al Castello Ursino di Catania dall’11 dicembre all’11 febbraio 2011. Un evento senza precedenti per la città etnea che, grazie alla presenza di quest’opera inedita - documentata dalla firma del celebre artista toscano - lega per sempre la sua storia a quella di Amedeo Modigliani.

La mostra, ospitata nel Museo Civico Castello Ursino – una fortezza d’epoca medievale realizzata da Federico II di Svevia – è organizzata dal “Modigliani Institut Archives Légales, Paris-Rome”, in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, il Comune di Catania e la Galleria Side A del collezionista Giovanni Gibiino, coordinatore in Sicilia delle opere dell’artista livornese, su iniziativa del Sindaco, Raffaele Stancanelli, e dell’Assessore alla Cultura e ai Grandi Eventi del Comune di Catania, la stilista Marella Ferrera che interverranno lunedì in conferenza stampa insieme con Salvo Russo, artista e docente di pittura all’Accademia di Belle Arti e all’Università di Catania, autore di un testo in catalogo dedicato alla “virtuale” giornata catanese di Modigliani che, pur desiderandolo, non potè conoscere la città ai piedi dell’Etna dove si erano trasferiti per qualche tempo i fratelli Emanuele e Umberto.

Si chiude a Catania il Festival energie alter-native

La quarta e ultima tappa del 2010 del Festival energie alter-native, il primo e unico festival in Italia dedicato ai temi delle energie rinnovabili, chiude i battenti oggi presso Zo Centro Culture Contemporanee a Catania

Musica, teatro, danza e incontri incentrati sulle energie pulite. Giunto alla sua quarta edizione, il Festival energie alter-native è una grande carovana delle energie rinnovabili che tocca diversi Comuni e dal 2010 anche le principali città d'Italia. 

A Catania il Festival è co-organizzato dall'Associazione Culturale Energie Alter-native e da Zo - Centro Culture Contemporanee ed è sostenuto esclusivamente da sponsor privati che operano nel settore delle energie rinnovabili. Tra le aziende che sostengono il Festival a Catania ci sono l'Agenzia Provinciale per l'Energia e l'Ambiente di Catania, Kromotek – Affiliato Enel.si Punto Enel Green Power, Energie Naturali, MGM Eco Energy Management. Il Festival è stato anche realizzato con l'importante contributo di sponsor tecnici come AirBerlin (compagnia aerea ufficiale del Festival), Libera Terra e Centopassi, Azienda Agricola Guccione, Valdibella, Kibò, A Fera Bio, Azienda Agricola Giorgio Salamone “Barca Vecchia”. 

Al via la "Macchina dei sogni" nel cuore di Palermo

Dall’8 al 30 dicembre via Bara all'Olivella, a Palermo, diventerà un palcoscenico a cielo aperto dedicato al rapporto tra cinema e teatro di figura. Ritorna infatti nella sua sede storica la “Macchina dei Sogni” dei Cuticchio, giunta alla sua XXVII edizione: dopo le edizioni in giro per la città, dalla Città dei ragazzi alla caserma Falletta, la manifestazione ideata da Mimmo Cuticchio si era infatti trasferita a Polizzi Generosa per due edizioni. Adesso il ritorno nel cuore di Palermo, dove vive ancora lo storico teatrino che ospiterà gli spettacoli. 

Pupi, marionette, burattini e guarattelle quest’anno si intrufoleranno nel mondo di celluloide e si mischieranno alle botteghe artigiane e ai negozi tradizionali. Via Bara all’Olivella, a pochi passi dal Teatro Massimo, diventerà un palcoscenico a cielo aperto, introdotto da due enormi Paladini luminosi, con la cinepresa in mano, che accoglieranno il pubblico all’inizio della via, mentre una lunghissima pellicola luminosa si srotolerà tra le botteghe, i laboratori e il teatrino.

sabato 4 dicembre 2010

Tornano i concerti degli Amici della Musica

Tornano gli appuntamenti degli Amici della Musica di Palermo, dopo l’annullamento dei concerti della scorsa settimana per la scomparsa di Francesco Agnello, presidente dell’associazione. Domenica 5 dicembre, alle 16.30, un fuori programma: l'associazione, sempre più di frequente impegnata nel sociale, in collaborazione con l'Università degli studi di Palermo, presso l'Aula del Dipartimento Materno Infantile, organizza un concerto dedicato ai degenti, ai loro familiari e a tutto il personale del Policlinico di Palermo. Si esibisce l'Orchestra da Camera Gli Armonici con Umberto Bruno direttore. L'ingresso è libero. 

Lunedì 6 dicembre si torna, invece, alla programmazione della 79a Stagione Concertistica. Si tratta del primo appuntamento di un progetto composito che terminerà nel 2012: L'integrale dei Quartetti di Beethoven, un percorso le cui opere di Beethoven vengono eseguite in ordine cronologico, seguendo le tracce di un graduale passaggio verso l’ignoto, che coinvolge quattro importanti formazioni cameristiche internazionali, il Quartetto di Cremona (Italia), il Michelangelo String Quartet (Svizzera), l’Aviv Quartet (Israele) e l’Auryn Quartet (Germania).  Al Politeama Garibaldi, per il turno pomeridiano delle 17.15, è la volta del Quartetto di Cremona con i Quartetti “Lobkowicz”/1.

Gli studenti occupano il Teatro Massimo di Palermo

Circa tremila studenti in protesta per le strade di Palermo contro la riforma Gelmini, hanno occupato ieri il Teatro Massimo, uno dei più grandi d' Europa. I manifestanti sono entrati all'interno del Teatro, la cui biglietteria era aperta, invadendo la platea e salendo sul palco del tempio della lirica. Alla protesta hanno partecipato sia gli alunni di alcuni istituti superiori della città sia gli studenti universitari che ieri mattina avevano occupato simbolicamente l'aula magna della facoltà di Ingegneria dove si stava svolgendo la cerimonia di consegna del Premio per l'innovazione 2010.

Prima di occupare il teatro ci sono stati momenti di tensione e qualche tafferuglio tra gli studenti e gli addetti alla sicurezza dell'ente lirico, che avevano tentato di impedire l'ingresso dei ragazzi in platea. I manifestanti hanno interrotto le prove generali dell'opera "La fanciulla del West", salendo sul palco e intonando "Bella ciao".

Gli studenti universitari e delle scuole superiori di Palermo hanno poi abbandonato il teatro dopo due ore. Prima di uscire, assieme al coro del teatro, hanno intonato "Và pensiero" e sono stati applauditi dagli attori che stavano provando "La fanciulla del West".

venerdì 3 dicembre 2010

La fanciulla del West fa 100 anni: convegno a Palermo

Venerdì 10 e sabato 11 dicembre, presso la Sala ONU del Teatro Massimo di Palermo, si terrà il Convegno Internazionale “L’opera fra vecchia Europa e mito di frontiera. La fanciulla del West di Giacomo Puccini a cento anni dalla creazione”.

L'appuntamento culturale, di natura interdisciplinare, destinato a tutto il pubblico degli appassionati di musica oltre che dei melomani e dei musicologi, è a realizzato dalla Fondazione Teatro Massimo e del Centro Studi “Giacomo Puccini” di Lucca con il contributo dell’Associazione Amici del Teatro Massimo e il sostegno della Fondazione Sambuca e della Casa di Cura di Alta Specialità La Maddalena di Palermo.

Spunto dell’iniziativa sarà coincidenza con la prima rappresentazione palermitana del nuovo allestimento della Fanciulla del West di Puccini (in coproduzione con la San Francisco Opera e l'Opéra Royal de Wallonie), titolo che proprio il 10 dicembre festeggerà il centesimo compleanno.

Venerdì 10 i lavori inizieranno alle ore 11, dopo i saluti di Antonio Cognata (Sovrintendente del Teatro Massimo), Gabriella Biagi Ravenni (Presidente del Centro studi “Giacomo Puccini”), Marco Giammona (Presidente della Fondazione Sambuca) e Guido Filosto (Presidente della Casa di Cura La Maddalena).

Beni trasferiti alla Regione, soddisfatto Missineo

"Siamo orgogliosi del trasferimento alla Regione di numerosi beni archeologici e storici che arricchiscono il già immenso patrimonio culturale della Sicilia. Ma siamo anche consapevoli che la loro gestione comporterà un onere in più e che dunque sara' necessario anche un ulteriore sforzo per sostenere i maggiori costi per la tutela e la valorizzazione di questi siti".

Lo ha detto l'assessore regionale dei Beni culturali e dell'Identità siciliana, Sebastiano Missineo, dopo la decisione del Consiglio dei Ministri di trasferire 120 beni demaniali alla Regione Siciliana tra cui l'area archeologica di Siracusa, la Valle dei templi di Agrigento e il Palazzo dei Normanni a Palermo.

"È una grande opportunità - ha continuato Missineo - perché questi beni, che sono diventati di proprietà della Regione, hanno un grande valore culturale e rafforzano l'identità del patrimonio della Sicilia. Ma, per garantire ai visitatori la massima fruibilità, dovremo preservare dal degrado alcuni di questi monumenti e salvarli da un decennale stato di incuria e di abbandono, come nel caso del Castello della Colombaia di Trapani. Sono sicuro che l'investimento sul patrimonio culturale, oltre a difendere la nostra eredità, i segni e le testimonianze della tradizione, potrà servire anche per creare nuove occasioni di lavoro e favorire lo sviluppo economico e sociale della Sicilia il cui "brand" di arte e cultura è conosciuto in tutto il mondo".

Nella foto il castello della Colombaia di Trapani

giovedì 2 dicembre 2010

Arvo Pärt in Sicilia: la musica e l'eternità del suono

Il grande compositore estone Arvo Pärt arriva in Sicilia per la prima volta grazie a "Diario dell'anima", un un progetto in collaborazione tra la Fondazione Musica per Roma e l'Associazione per la musica antica Antonio Il Verso di Palermo. Sarà proprio il capoluogo siciliano ad ospitare il primo concerto, il 2 dicembre alle 21:15 presso la chiesa di Casa Professa, con un programma eseguito dal Cello8ctet Amsterdam e dal coro Vox Clamantis, che prevede tra l’altro prime esecuzioni assolute ed italiane del compositore estone. 

Da Palermo il progetto si sposterà ad Erice, nella chiesa di San Martino, per realizzare la registrazione discografica del programma presentato a Palermo. La registrazione si terrà sotto la supervisione dello stesso compositore, a cura della ECM

A seguire, il 6 dicembre, in Sala Scarlatti del Conservatorio, nuovamente a Palermo, un concerto realizzato in collaborazione tra i Conservatori di Palermo e Trapani con alcune prime esecuzioni italiane di musiche di Arvo Pärt. A chiusura di questo progetto avrà luogo un concerto dal titolo "Pari intervallo: omaggio ad Arvo Part" che si terrà al Parco della Musica di Roma, l’8 dicembre, nuovamente eseguito dal Cello Octet Amsterdam, da Vox Clamantis e dal PMCE. 

"Birmania. Riflessi d'anima", una mostra a Catania

Dal 4 dicembre 2010 al 3 gennaio 2011 le sale del Palazzo della Cultura di Catania ospiteranno la personale "Birmania. Riflessi d’anima", della fotografa catanese Rossella Pezzino de Geronimo (1950), organizzata dalla Galleria d’Arte Dietro le Quinte, con il patrocinio del Comune di Catania e dell’Assessorato alla Cultura e Grandi Eventi della città etnea. Sono oltre 50 le fotografie in mostra.

“Entrare nelle sale dell’ex Cortile San Placido sarà come tuffarsi nella magia di un incontro silente e affascinante con i diversi momenti di vita vissuti da uomini al lavoro fra gigantesche e trasparenti anfore o su zattere in mezzo al fiume, oppure pronti ad offrire i loro polli al mercato, donne sorridenti o parcamente consapevoli della loro femminilità, oppure segnate, dipinte, abbellite e bambini che senza tregua catturano la nostra attenzione in un vortice di ingenuità e purezza. Tutto è dipanato da una luce vibrante e lenticolare che esalta i sentimenti e racconta l’invisibile, l’anima e i meandri empatici per poi giungere al far della sera quando la luce perlacea rende sagome gli umani ed esalta le placide armonie delle onde del grande fiume” – scrive il curatore della mostra Antonio D’Amico – “adesso spetta a noi lasciarci incantare e sedurre dagli scatti di Rossella Pezzino de Geronimo, per scoprire la profonda semplicità che vive nella magia di quella cultura così lontana e diversa dalla nostra ma così profondamente accattivante tanto da far nascere il desiderio di scrutare nell’istante di ogni volto fotografato per scorgere un microscopico dettaglio di chi siamo e di come dovremmo interagire col mondo”. 

mercoledì 1 dicembre 2010

Gli Argenti di Morgantina sono tornati ad Aidone

Scortati a vista dai carabinieri, gli Argenti di Morgantina sono finalmente “in buone mani”: il prezioso servizio d’epoca ellenistica, trafugato trent’ anni fa nelle campagne siciliane e venduto da tombaroli a mercanti e miliardari senza scrupoli, ha fatto definitivamente ritorno ad Aidone, nell'Ennese, custodito all’interno degli imballaggi dove spicca l’emblema del Metropolitan Museum di New York

La consegna del prezioso e atteso carico – dal marzo scorso gli Argenti sono stati esposti a Roma, a Palermo e a Shangai - è avvenuta lunedì nel Museo Archeologico di Aidone a cura del Soprintendente per i Beni Culturali e Ambientali di Enna, Fulvia Caffo, e della responsabile dell’Unità Operativa Archeologica della Soprintendenza, Carmela Bonanno che avevano in custodia gli argenti a Palazzo Varisano. Ad attenderle al museo era il direttore del Parco Archeologico di Morgantina, Enrico Caruso. A vigilare su tutta l’operazione i carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Artistico Siciliano coordinati dal comandante Giuseppe Marseglia.

martedì 30 novembre 2010

Presentato il Sicilia Queer Filmfest 2011

Avrà luogo a Palermo, dal 20 al 26 giugno 2011 il Sicilia Queer Filmfest, il primo Festival cinematografico internazionale di cinema d'autore a tematica glbt (gay, lesbica, bisex e transgender) realizzato a sud di Torino, Milano, Bologna, Firenze.

Alla guida del Festival il critico Alessandro Rais, con una squadra tutta siciliana di professionisti del cinema e della cultura che attraverso il mezzo audiovisivo si propone di promuovere il contrasto alla discriminazione sociale, di diffondere la cultura della diversità (di orientamento sessuale, di pensiero, di modi di vivere, etc.) e una maggiore presa di coscienza dell´apporto positivo legato alle differenze. 

lunedì 29 novembre 2010

La Sicilia e i suoi antichi riti nel libro di Claudio Paterna

Un viaggio nel cuore arcaico della Sicilia alla ricerca dei segni antichi che sono rimasti come orme indelebili nella tradizione di oggi. Lo ha condotto Claudio Paterna che li ha racchiusi in “Persistenza e ritualità arcaiche nell’entroterra. Resistenze culturali in Sicilia tra forme di mimetismo simbolico e residui di memoria collettiva”, volume edito da Novagraf che sarà presentato martedì 30 novembre alle 16,30 a Palermo, presso il Centro regionale di Restauro, a Palazzo Montalbo, via Cristoforo Colombo, 52. 

Paterna ha esaminato le diverse storie e mitologie che fanno parte della tradizione dell’Isola, le ha unite alla memoria tradizionale e da esse è partito per analizzare le differenti feste religiose, i riti più antichi, dee e semidee, tombe, dolmen, luoghi e segreti, culti dei morti, corredi sepolcrali e calendari astrali, mestieri artigianali e oggetti rituali. Ogni mestiere, festa o luogo è legato a miti e tradizioni che spesso vengono ereditati da popolazione a villaggio. Un corpus di informazioni inesauribile che disegna un territorio ricco e ancora perlopiù segreto, popolato ieri da Sibille e maghi, oggi da archeologi e antropologi.

Info: 333.5289457

Trekking per non vedenti a Cefalù ed Aragona

Intesa raggiunta tra Legambiente e Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della provincia di Palermo per dare il via al progetto di adeguamento dei sentieri naturalisti e archeologici della Rocca di Cefalù e della Macalube di Aragona. Lo rende noto Legambiente in un comunicato stampa. Il progetto, denominato “Solidarietà e Ambiente”, è stato finanziato nell’ambito del bando di perequazione per la progettazione sociale regione Sicilia del 2008, a seguito dell'accordo fra Acri, Forum permanente del terzo settore, Consulta nazionale del volontariato, Convol, Csv.net, Consulta nazionale Co.Ge. 

Tutti i lavori saranno monitorati dal Cesvop, centro servizi per il volontariato di Palermo. A sottoscrivere l’accordo, questa mattina erano presenti il presidente pro tempore dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, Giuseppe Scaccia, e la coordinatrice del progetto Paola Castiglia

Museo Riso: tre nuovi progetti per il 2011

Duecentomila visitatori in tre anni di vita. Il museo d’arte contemporanea Riso di Palermo conferma e rilancia. E dopo le mostre internazionali rivolge il suo sguardo agli artisti siciliani, riaffermando la sua funzione di “museo diffuso” sull’intero territorio regionale. “Riso è in prima fila – dice l’assessore regionale ai Beni Culturali e all’Identità siciliana, Sebastiano Missineo – e con questi numeri raggiunge un risultato eccezionale. Guardare all’Isola significa riaffermare la nostra identità, ma non rinchiudersi in essa".

L’assessore Missineo ha presentato la scorsa settimana, con il direttore di Riso, Sergio Alessandro e con il curatore del progetto culturale, Renato Quaglia i progetti del Museo per il 2011. Si inizia a fine di quest’anno con “PPS – Paesaggio e Popolo della Sicilia”, curata da Giovanni Iovane, mostra che si apre il 17 dicembre e raccoglie le opere di ventidue artisti siciliani selezionati all'interno di S.A.C.S. (l'archivio per la valorizzazione degli artisti isolani creato tre anni fa da Riso) che offrono un' immagine dell’Isola non convenzionale e soprattutto non deformata dai mezzi di comunicazione di massa. 

"I luoghi della memoria", l'arte di Tranchino a Siracusa

Sabato 4 dicembre alle 18 a Siracusa nella Galleria d’arte contemporanea Quadrifogliosarà inaugurata la mostra personale “I luoghi della memoria” di Gaetano Tranchino, a cura di Mario Cucé e con il patrocinio della Provincia regionale di Siracusa. 

La mostra “I luoghi della memoria” proporrà una ventina di dipinti di recente produzione dell’artista siracusano che illustrano gli attuali approdi compositivi, formali e coloristici della sua pittura. Narratore per immagini, Tranchino fonde il fiabesco e il surreale, creando atmosfere cariche di magia, in cui la figura umana è rappresentata con trasparenze oniriche. E tuttavia il suo raccontare per immagini è «una concretissima favola» (Lucio Barbera) che affonda le radici nell’animo umano. Una favola in cui i giardini, le palme, le colonne e le navi raffigurate, pur caricandosi di significati simbolici, rinviano ai benamati “luoghi della memoria”.