venerdì 6 dicembre 2013

Gli "Esercizi di equilibrio" di Lauretta alla GAM di Palermo

Con la personale di Francesco Lauretta la Galleria d’Arte Moderna di Palermo prosegue il suo progetto espositivo dedicato agli artisti siciliani delle ultime generazioni. "Esercizi di equilibrio" è un’opera unica, una grande installazione che si struttura lungo gli spazi espositivi della GAM. L’esercizio è ascetico perché punta su un’ altra vita, ad un’avanzata o impennata ‘spirituale’. La mostra nell’insieme è una acrobazia performativa dove avviene un effetto di pensosità che impegna a plasmare la propria soggettività tramite l’esercizio, un esercizio e cura, su di sé. 

Un particolare dell'opera
Francesco Lauretta, tra i più talentuosi artisti italiani di media generazione, concepisce una mostra che va letta come una scrittura articolata e compatta, un testo narrativo, una sceneggiatura teatrale scandita in tre atti. Sono le immagini a ricamare una scrittura distesa su più livelli, le opere che sono chiamate Esercizio “1”, “blu”, “00”, ecc. … - sono nate e sviluppate col tempo, e col tempo continuano a crescere tramite e incessante fitness.

L’iter espositivo si articola attraverso tre ambienti. La stanza centrale è l’origine. La scritta a parete “Prendevo la luce e la fatica di salire e scendere per il paese come una benedizione” ci introduce nel cuore della mostra. Una teca conserva due libri stampati in unica copia, “La madre” e “Perla”, genesi d’amore di una lingua femminile e maschile ed assieme alla tela “Gran Madre” espandono come da un vortice la vita.

mercoledì 4 dicembre 2013

Cefalù si prepara al primo VeganMed Fest

Da venerdì 27 a domenica 29 dicembre 2013 arriva a Cefalù il VeganMed Fest, primo festival euromediterraneo delle “pratiche felici per cambiare il Pianeta” secondo i principi dell’antispecismo, della libertà e della pace. Il progetto è pretenzioso ma concreto: rendere Cefalù la capitale vegana del Mediterraneo con tre giorni di conferenze, workshop, laboratori, cinerassegne, giochi e mostre mercato, durante i quali si racconterà un mondo accogliente per tutti e capace di un futuro diverso da quello che sembra profilarsi oggi per la Terra. Di seguiti i laboratori previsti.

Pan di casa caldo caldo 

27 dicembre 2013, ore 17:30 – plesso scolastico Salvatore Spinuzza, Cefalù. Laboratorio di panificazione domestica con lievito madre di Gentilgesto Laboratorio tutorial di 120 minuti per imparare ad autoprodurre la propria pasta madre seguendo i processi della panificazione e lievitazione naturale. Il laboratorio è aperto a genitori e bambini o soli adulti e mira a far conoscere i processi di trasformazione dal chicco al pane per stimolare le pratiche di autoproduzione alimentare e i processi di convivialità e condivisione del quotidiano. La panificazione sensibilizza alla tematica dell’altro consumo, proponendo l’autoproduzione come strada per autonomia alimentare. Le prenotazioni andranno inviate via mail a info@veganmedfest.it - Quota di partecipazione comprensiva dei materiali: 8€ per gli adulti e 13€ coppia genitore e bambino. 

I vincitori del Concorso Bellini con la Sinfonica Siciliana

Un concerto di arie al Politeama Garibaldi di Palermo per celebrare i vincitori del 44° Concorso Internazionale “Vincenzo Bellini” per cantanti lirici, che saranno proclamati giovedì sera durante la finale in programma al Teatro Regina Margherita di Caltanissetta. 

L’appuntamento palermitano con l’Orchestra Sinfonica Siciliana – un fuori abbonamento – è per venerdì 6 dicembre alle ore 21.15. Sul podio salirà il direttore Gaetano Colajanni. I vincitori eseguiranno arie dei più importanti compositori da Bellini a Verdi, da Rossini a Puccini, da Donizetti a Mascagni. Il concorso “Bellini”, che ha avuto avvio l’uno dicembre scorso, prevede la partecipazione di giovani cantanti lirici provenienti da tutto il mondo. Biglietti da 10,00 a 25,00 euro. Riduzioni per junior, senior e possessori di carte sconto.

Premio Ignazio Buttitta a Matteo Collura e Marcello Sorgi

Il 5 dicembre 2013 presso il Centro Sperimentale di Cinematografia, a Palermo, all'interno dei Cantieri Culturali alla Zisa, alle ore 18, avrà luogo la cerimonia di consegna dei Premi Ignazio Buttitta- giunti all’VIII Edizione - allo scrittore Matteo Collura e al giornalista Marcello Sorgi, e del Premio Antonino Maggio allo scultore palermitano Mariano Brusca, che vive ed opera tra la Tunisia e la Sicilia.  

Seguirà "Il cuore in una barca di carta",  testo, narrazione e tamburo del cantastorie iracheno Yousif Latif Jaralla (uno dei pochi cantori stranieri che vivono in Europa), con Said Benmsafer (liuto) e Mario Bajardi (violino, sound designer). Con Il cuore in una barca di carta,  Jaralla racconta il tragitto tortuoso della speranza di tanti uomini e donne che tentano di raggiungere un “paradiso”  con il sogno di poter ricominciare a vivere, lontano dalle guerre, dalla fame, dalla persecuzione e dalla morte.  La manifestazione gode del patrocinio della Presidenza dell’Assemblea regionale siciliana e del Comune di Palermo. Collaborazione del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo

La nuova programmazione di Wagner al Teatro Massimo

L’anno musicale dedicato a Verdi volge al termine, dopo la conclusione delle ultime repliche della Traviata – spettacolo che ha fatto registrare il tutto esaurito per ogni rappresentazione e che è stato apprezzato anche dal ministro per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo, Massimo Bray – e con la conferma che il Teatro Massimo di Palermo non rinuncia alla sua vocazione di palcoscenico wagneriano. 

"Das Rheingold" al Teatro Massimo di Palermo
Il commissario straordinario, prefetto Fabio Carapezza Guttuso, insieme al regista Graham Vick confermano infatti che – alla fine della stagione 2015, e come titolo inaugurale di quella 2016 – saranno messe in scena Siegfried e Götterdämmerung di Richard Wagner, giornate conclusive del ciclo Der Ring des Nibelungen, cominciato con successo di pubblico e critica all’inizio del 2013. 

Ragusa Ibla, torna la Settimana multimediale del Barocco

Dopo il successo del Premio Heritage Sicilia, l'Heritage Sicilia Festival 2013 ritorna dall'8 al 14 dicembre con la Settimana multimediale del Barocco, che si svolgerà nell'Auditorium S. Vincenzo Ferreri a Ragusa Ibla

Ragusa Ibla
L'obiettivo della manifestazione, organizzata dall'Associazione culturale Heritage Sicilia e dal Centro studi Helios, consiste nel valorizzare e promuovere il patrimonio culturale siciliano, tangibile e immateriale, sia attraverso strumenti tradizionali di diffusione della cultura sia attraverso nuove tecnologie multimediali.

A tal fine, nell'Auditorium S. Vincenzo Ferreri saranno allestite due mostre collettive. La prima, dal titolo “Armonie Barocche”, esporrà le opere pittoriche di quindici artisti raffiguranti il Barocco, nelle sue forme e nei suoi colori. L'altra, intitolata “Barocco e Multimedia”, proporrà un percorso espositivo fotografico, con stazioni multimediali che proietteranno le immagini del Barocco e dei monumenti delle città inserite nella World Heritage List dell’Unesco.

sabato 30 novembre 2013

Palermo, restauro in vista per il Politeama Garibaldi

La giunta del Comune di Palermo ha approvato su proposta dell'assessore Agata Bazzi, il progetto di restauro e messa in sicurezza del Politeama Garibaldi, per un importo complessivo di 4,4 milioni di euro. L'intervento era stato inserito nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche e il consiglio comunale aveva autorizzato anche il ricorso ad un mutuo per la realizzazione dei lavori. 

Uno dei disegni del progetto di restauro
Una somma di circa 620 mila euro è disponibile da un finanziamento del Ministero delle Finanze e la quota rimanente sarà appunto coperta con un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti. Un primo intervento di messa in sicurezza delle facciate era iniziato negli anni scorsi ma dopo una lunga vicenda amministrativa si era giunti alla rescissione del contratto nel 2011, lasciando incompleti gli interventi sul prospetto di via La Lumia, iniziati nel 2007. 

L'amministrazione ha deciso però di dare prosecuzione ai lavori avviando anzi un più completo e complesso intervento di restauro. Saranno interessati dagli interventi gli apparati decorativi delle facciate su piazza Ruggiero Settimo e le vie Turati e Amari, le tre terrazze che circondano il palcoscenico e l’atrio rotabile di piano terra. Saranno inoltre realizzati degli interventi per il miglioramento strutturale di alcune murature e di alcuni elementi in ferro e voltine di laterizi, la revisione dei lamierini in rame delle coperture, il rifacimento dei lucernari che sormontano la sala, la razionalizzazione dei sistemi gronde/pluviali che smaltiscono nelle due terrazze laterali le acque piovane, il miglioramento degli infissi lignei, la pulitura dei lampioni e il ripristino del lampione artistico di facciata danneggiato da un violento nubifragio del marzo del 2008.

venerdì 29 novembre 2013

Fausto Pirandello ad Agrigento, è boom di visite

Alle Fam, la mostra su Fausto Pirandello, è già record. In meno di una settimana sono stati oltre mille, infatti, i visitatori - cinquecento dei quali soltanto nel giorno di domenica, all’indomani dell’inaugurazione - per l’evento dell’anno ad Agrigento, dove il figlio del premio Nobel Luigi è protagonista, per la prima volta, di una mostra a lui dedicata con il supporto di rigorosi studi scientifici.

Fausto Pirandello, "Spiaggia affollata"
Organizzata dalle associazioni “Amici della Pittura Siciliana dell’Ottocento” e “Associazione Fausto Pirandello”, vede la curatela degli storici dell’arte Fabrizio D’Amico e Paola Bonani e propone uno studio dell’opera dell’artista agrigentino circoscritto a un periodo storico cruciale, 1939-1945, che coincide con gli anni durissimi della seconda guerra mondiale. 

A Palermo si celebrano i 50 anni del Gattopardo

"C’era una volta in Sicilia: I 50 anni del Gattopardo" è un percorso nel film che nel 1963 sancì uno dei grandi trionfi internazionali del cinema italiano, lanciando una delle immagini più forti e influenti della Sicilia nel mondo. Un viaggio tra il romanzo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa e l’opera di Luchino Visconti, per ripercorrerne le vicende e misurarne l’attualità.

Claudia Cardinale e Alain Delon in una scena del film
Al centro dell’evento, a Palermo, nel Palazzo dei Normanni, c’è una Mostra multimediale, che si inaugura venerdì 6 dicembre alle ore 18, concepita come un viaggio, un racconto della genesi e dello svolgimento de "Il Gattopardo", che si protrarrà fino al 9 febbraio 2014.

Il visitatore attraversa i luoghi fondamentali del film, attraverso una serie di “stanze” ideali: dopo un prologo dedicato al romanzo, il percorso si snoda partendo dal Palazzo Boscogrande (con la presentazione dei personaggi), toccando poi la battaglia di Palermo, il viaggio e la sosta a Donnafugata e infine il clou del film, con il lungo ballo finale e l’epilogo all’alba. 

"Le Isole dell'Isola" negli scatti di Pucci Scafidi

Domenica 1 dicembre verrà presentato a Palermo "Le Isole dell'Isola", il nuovo libro fotografico di Pucci Scafidi accompagnato dai testi di Lorenzo Matassa, edito da Marcello Clausi Editore. L'evento sarà arricchito da un'installazione all'interno dei locali del Loggiato San Bartolomeo. Protagonisti assoluti saranno nove scatti tratti dal libro stampati sulla prestigiosa carta museale a base di cotone dell'azienda tedesca Hahnemuhle su formato 100x200, e applicati su pannelli di alluminio.

Pucci Scafidi, "Egadi"
Parte dell'incasso dei libri venduti nel corso dell'evento verrà devoluto alla parrocchia Maria Santissima dell'Addaura per contribuire alla ristrutturazione del campo sportivo. "Anche nella città, e Palermo non fa eccezione, ci sono isole - dice don Fabrizio Fiorentino - Quartieri, che apparentemente potrebbero essere trapiantati altrove senza che 'il centro' se ne avvedesse. Sul nostro mare c'è una piccola isola, un campetto sportivo di parrocchia, che è l'unico spazio gratuito per giocare di molti bambini e ragazzi dei quartieri limitrofi all'Addaura. Vorremmo farne un polo aggregativo anche per i disabili, ma ci serve il vostro aiuto".

Palazzo Adriano festeggia "Nuovo Cinema Paradiso"

La famosa piazza che ospitò le riprese di “Nuovo Cinema Paradiso” raduna per un giorno registi, autori, critici, fotografi ed esponenti di spicco del mondo della produzione cinematografica: in programma mostre, musica live, cortometraggi e la proiezione di interviste inedite. 

Palazzo Adriano, piazza Umberto I
Per celebrare i 25 anni dall’uscita di “Nuovo Cinema Paradiso” nelle sale cinematografiche, si riaccendono i riflettori sulla famosa piazza di Palazzo Adriano nella quale Giuseppe Tornatore ambientò il film che gli valse un Oscar. Con “La piazza è mia - Suoni colori e visioni della Sicilia a 25 anni da Nuovo Cinema Paradiso”, evento organizzato dalla testata giornalistica Magaze e in programma sabato 14 dicembre, il piccolo paese sicano raduna per la prima volta registi, autori, critici cinematografici, fotografi e esponenti di spicco del mondo del cinema e della produzione audio e video.

giovedì 28 novembre 2013

Teatro Biondo, c'è lo stipendio ma non l'integrativo

Senza integrativo i dipendenti del Teatro Biondo di Palermo. I lavoratori hanno ricevuto gli stipendi arretrati, dei mesi di agosto, settembre e ottobre, ma non è stato ancora versato il riconoscimento della produttività, ovvero l’integrativo aziendale che spetta ai lavoratori dello spettacolo, previsto dal contratto di II livello. Lo rende noto la Slc Cgil in una nota. Oggi, nel corso del secondo incontro con il neo direttore Roberto Alajmo, ai sindacati è stato annunciato che "con il pagamento del mese di novembre verrà riconosciuto in acconto il 50 per cento dell’integrativo dei mesi di agosto e settembre".

Un annuncio che ha portato i sindacati a indire un’assemblea per martedì 3 dicembre alle 10. "Come avevamo chiesto già tre mesi fa, occorre sedersi a un tavolo e trovare con i lavoratori un accordo. I soci non possono dissdettare unilateralmente gli accordi e decidere di non pagare gli integrativi, parte consistente dello stipendio, o di pagarne solo la metà - dice il segretario Slc Cgil di Palermo Maurizio Rosso - I nostri iscritti hanno già rinunciato per la crisi a sei mesi di straordinario sotto la direzione di Carriglio". 

L'etnofolk di Anna Bonomolo al Brass Group di Palermo

Nuovo appuntamento per la rassegna musicale di fine anno che porta la firma della Fondazione The Brass Group di Palermo. Dopo l'inaugurazione di Vito Giordano, che ha fatto sold out sabato scorso, al Ridotto dello Spasimo, è l'ora della voce di Anna Bonomolo e del sound della Folkage band. L'appuntamento è per venerdì 29 novembre alle 21.35 (ingresso 8 euro).

La vocalist Anna Bonomolo
"Folkage Band - spiega la vocalist Bonomolo - è un progetto che si propone come una ricerca musicale che parte dalla tradizione folk-pop meridionale, attingendo a piene mani dalla nostra Rosa Balistreri, Domenico Modugno (di fatto un siciliano adottivo) e filtra il tutto con le sonorità del più attuale etno-pop internazionale, pur non tralasciando altri folk del mondo. Al repertorio tradizionale il gruppo ha voluto aggiungere un paio di composizioni, anche queste in dialetto siciliano, scritte con la collaborazione di Marcello Mandreucci".

Sul palco ci saranno, oltre ad Anna Bonomolo (voce), Diego Spitaleri (piano), Aldo Messina (basso), Innocenzo Bua (fisarmonica), Gianni La Rosa (percussioni) e Sebastiano Alioto (batteria). Ulteriori informazioni sul sito www.thebrassgroup.it.

Alvarez e Guccione in mostra a Siracusa

Sabato 7 dicembre alle 18, nella Galleria Quadrifoglio (Via Santi Coronati 13, Ortigia-Siracusa) sarà inaugurata la mostra di Sonia Alvarez e Piero Guccione dal titolo "La poetica dell’immagine", a cura di Mario Cucè. L'evento è patrocinato dal Comune di Siracusa.

Sonia Alvarez, "Rosa e le persiane"
"La mostra di Sonia Alvarez e Piero Guccione – come scrive Paolo Nifosì nel dépliant - è particolarmente intrigante per diverse ragioni. Piero e Sonia sono compagni di vita e da trentacinque anni discutono anche di pittura quotidianamente”. Non solo. I due artisti, oltre al comune senso “classico” della pittura, sono complementari quanto a scelte iconografiche.

La Alvarez dipinge immagini di interni, "gli angoli della sua casa saturi di memorie, di letteratura, di dipinti di artisti amati, dalle icone russe che le ricordano la casa dei nonni di origine greca, alle stoffe di Vermeer e degli interni olandesi in cui ha vissuto per alcuni anni, ai dipinti di La Tour o di Chardin". Nella sua pittura è la penombra ad essere protagonista.

Sinfonica Siciliana, Renzetti gratis sul podio

La Sinfonia n.1 in sol minore “Sogni d’Inverno” di Čajkovskij e la Sinfonia n.2 in do maggiore op.61 di Schumann sono in programma al Politeama Garibaldi di Palermo per il prossimo concerto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana in calendario venerdì 29 novembre alle ore 21.15. Sul podio il direttore Donato Renzetti che ha deciso di sostenere l’Orchestra in questo difficile momento di congiuntura economica dirigendo gratuitamente. 

Donato Renzetti
Nel 1865, fresco di diploma in composizione Čajkovskij accettò l’incarico di docente di teoria musicale nel Conservatorio di Mosca appena fondato e diretto da Nikolaj Rubinštejn. A Mosca, dove visse un periodo di grave depressione dovuta alla solitudine e a un senso di estraneità nei confronti della città, si dedicò con impegno alla composizione iniziando la stesura della sua Prima sinfonia in sol minore la cui composizione particolarmente impegnativa minò la sua salute nervosa. Completata la partitura alla fine del 1866, la Sinfonia fu eseguita per la prima volta il 15 febbraio 1868 a Mosca in uno dei concerti della Società Russa di Musica sotto la direzione di Nikolaj Rubinštejn.

mercoledì 27 novembre 2013

Cercasi artisti per il Natale a Palermo - ECCO IL BANDO

Avrà un costo massimo di 360 mila euro la programmazione delle attività artistiche e culturali nel periodo di Natale e Capodanno a Palermo e dovrà coprire tutte le otto circoscrizioni. Le attività dovranno inoltre favorire la fruizione di aree pedonali diffuse in tutta la città e dovranno essere sempre accessibili ai cittadini con disabilità motorie. 

Sono questi i punti salienti del bando da oggi online sul sito del Comune per la programmazione festiva. Tutti i concorrenti dovranno dimostrare di avere un curriculum specifico in questo settore e dovranno presentare proposte progettuali che comprendano attività teatrali, di musica e danza dal vivo, proiezioni cinematografiche, il Concerto di Capodanno che si terrà al Politeama ed attività di promozione del turismo verso Palermo. Particolare attenzione dovrà essere rivolta ai giovani e alle attività che incentivino la lettura. 

Catania, al via la dodicesima edizione di "Magma"

Al via a Catania la dodicesima edizione di "Magma - mostra di cinema breve". La rassegna si è inaugurata oggi alle ore 16 presso il Monastero dei Benedettini e dal 28 al 30 novembre si sposterà presso il Margherita Multisala alle 20.30 di Acireale.

Con le 630 opere iscritte quest'anno da 56 paesi del mondo, "Magma" si conferma come un punto di riferimento per conoscere lo stato dell'arte del cortometraggio nel mondo. In selezione 37 corti che si contenderanno il Premio Lorenzo Vecchio, dedicato al fondatore di Magma prematuramente scomparso nel 2005.

La giuria sarà presieduta dall'attore e montatore di origine iraniana Babak Karimi, Orso d'Argento a Berlino come miglior attore per il film "Una Separazione" (2011, di Asghar Farhadi), a sua volta vincitore del Premio Oscar per il Miglior film straniero e dell’Orso d’Oro a Berlino. Già docente di montaggio presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, come montatore Karimi ha lavorato con Abbas Kiarostami, Babak Payami, Vera Belmont, Pasquale Scimeca, Maurizio Zaccaro, Gianfranco Pannone e altri.

Gli ebrei di Sicilia celebrano la "Festa delle luci"

L’ultima si era celebrata più di cinquecento anni fa, quando gli ebrei di Sicilia furono espulsi da ogni territorio del Regno di Spagna con l’editto di Ferdinando di Castiglia e Isabella di Aragona: primi perseguitati della stagione dell’Inquisizione, che poi mise nel mirino luterani, calvinisti e ogni genere di “irregolari”, dalle streghe agli intellettuali. 

Adesso la cerimonia ebraica di Chanukkah, la festa delle luci, torna a Palermo proprio in quel carcere del Sant’Uffizio che vide reclusi per secoli centinaia di uomini e donne accusati di eresia. Da oggi fino a mercoledì 4 dicembre, le celle dell’Inquisizione le cui mura sono coperte dalla testimonianze dei prigionieri saranno rischiarate dalle luci che ricordano la vittoria degli ebrei sull’esercito siriano nel 165 avanti Cristo, e precisamente l’episodio in cui gli uomini di Giuda Maccabeo – riconsacrando il tempio di Gerusalemme – trovarono un’ ampolla di olio puro che poteva bruciare per 24 ore e che invece bruciò per otto giorni.

Festival di Morgana 2013, è tempo di bilanci

Marionette arrivate dalla lontana Siberia, l'ironia nascosta dentro gli oggetti quotidiani made in Usa, sacchetti di plastica trasformisti, la poesia di una marionetta che ingaggia un conturbante corpo a corpo con il manovratore: questi e altri gli spettacoli presentati dalla trentottesima edizione del Festival di Morgana, organizzata dal Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino di Palermo, con la direzione di Rosario Perricone.

Sette spettacoli per un totale di tredici repliche e millecinquecento spettatori che hanno affollato la sala teatro del museo. "Poikilìa: variazioni sul tema" questo il titolo per questa edizione del Festival, che ha proposto la ricerca della differenza attraverso molteplici pratiche teatrali.

L'Ottocento siciliano di Antonino Leto in mostra a Marsala

Approdano a Marsala, nelle sale del Convento del Carmine, le tredici opere di Antonino Leto riunite dalla Fondazione Sicilia nell’esposizione "Un secolo, ma non si vede" per celebrare il centenario della morte dell’artista siciliano (Monreale 1844- Capri 1913).

Antonino Leto, "La mattanza di Favignana" (1887)
La mostra, visitabile dal 29 novembre fino al 26 gennaio 2014 con ingresso gratuito, giunge da Palazzo Branciforte di Palermo, dove è stata esposta dal mese di maggio, ed è una pregevolissima collezione di olii realizzati nell’ultimo scorcio dell’Ottocento. Accompagna l’allestimento una selezione di documenti bibliografici e d’archivio con cui si ricostruisce l’evoluzione dell’arte del pittore, celebre per le sue vedute e i paesaggi marini popolati di pescatori e fanciulle immortalate nella calda luce del sole siciliano e colte nella semplicità dei gesti quotidiani. 

Le criticità del turismo archeologico in Sicilia

Turismo archeologico con le ali tarpate per mancanza infrastrutture e collegamenti impossibili. Questa l’analisi del vice presidente per gli Affari del Mezzogiorno U.R.P.S., già presidente della VII Commissione Archeologia, beni culturali e monumenti, Giuseppe Regalbuto. "Importanti siti archeologici come Monte Bonifato e Morgantina restano off limits per i visitatori" commenta Regalbuto, "il sito Ennese fuori dagli itinerari turistici, le scoperte del trapanese non esposte". 

L'area archeologica di Morgantina
Il turismo archeologico, prosegue Regalbuto, "potrebbe essere un ottimo potenziale da sfruttare in Sicilia, ma anche in questo campo non mancano i limiti, che appaiono evidenti tanto quanto l’inerzia delle istituzioni competenti ai vari livelli. Parliamo, fra tutti, di due siti archeologici in grande espansione, come quello dell’Antica Morgantina, nell’Ennese, e di Monte Bonifato, nel Trapanese. Il primo caso è sicuramente anche il più eclatante. Nelle ultime settimane di lavoro di scavi sono state riportate alla luce muri e stanze dall’antica Morgantina, nella zona della Cittadella, ricoperte da una foltissima vegetazione. Il sito archeologico, divenuto uno dei più importanti in Sicilia, dopo i primi scavi degli anni 50, è, però, fuori dagli itinerari turistici a causa della sua inaccessibilità. Eppure proprio dall’area della Cittadella provengono i più bei reperti di età preistorica ed arcaica esposti nel Museo archeologico regionale di Aidone, tra i quali anche la Venere di Morgantina. Il sito, purtroppo, non può essere visitato neanche dai più attenti fruitori dell’archeologia, poiché strade scoscese e cunette interrompono il deflusso delle acque piovane e impediscono di raggiungerlo agevolmente". 

lunedì 11 novembre 2013

Festival di Morgana, "The Bag Lady" in scena a Palermo

Musica e canto si intrecciano con immagini suggestive in un raffinato spettacolo dal carattere fortemente evocativo che esplora le possibili connessioni tra il teatro di oggetti e il corpo. Protagonista di The Bag Lady (la signora dei sacchi), in scena martedì 12 novembre al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino di Palermo, è una donna solitaria che costruisce intorno a sé un silenzioso mondo artificiale. 

Una scena dello spettacolo
Nelle sue mani ogni sacco si trasforma fino a prendere vita e diventare personaggio. Immersa nel buio, la Bag Lady intraprende un viaggio alla riscoperta del proprio passato e dei propri ricordi, trasferendo desideri e fantasie sui suoi personaggi. Emergono così pezzi di vita che illuminano a poco a poco l’oscurità del palcoscenico. Le figure create con le buste di plastica raccontano di una ballerina che non può danzare finché non scoprirà i propri sentimenti, di un gentiluomo che sta aspettando la donna amata, di una geisha che trasforma una canna di bambù in un flauto mortale e così via.


sabato 9 novembre 2013

Scacchi viventi al Teatro Massimo di Palermo

Domenica 10 novembre, dalle 10,30, la scalinata del Teatro Massimo di Palermo si animerà per una insolita partita a scacchi con pedine viventi che rievocherà una sfida parigina della seconda metà dell’Ottocento.

Gli Ambasciatori del Teatro Massimo - gruppo di 18 studenti delle Facoltà di Lettere e Filosofia e di Scienze della Formazione dell'Università di Palermo che sta svolgendo il proprio stage formativo curriculare in Teatro - hanno ideato un gioco-spettacolo coinvolgendo il “Centro Scacchi Palermo”: ai piedi della scalinata sarà posizionata una scacchiera gigante realizzata dai laboratori del Massimo sulla quale sarà riprodotta la partita che ebbe luogo a Parigi il 21 ottobre del 1858, in un palco della Salle Le Peletier (allora Teatro Imperiale dell’Opera) durante un intervallo della Norma di Bellini (alcune cronache raccontano sia stato Il barbiere di Siviglia o la Cenerentola di Rossini): la sfida, denominata “Partita dell’Opéra” e considerata esemplare dai maestri di scacchi, contrapponeva il celebre giocatore americano Paul Morphy (pezzi bianchi) e due giocatori alleati in consultazione fra loro, il tedesco duca Carlo di Brunswick e il francese conte Isouard (pezzi neri). Le cronache raccontano che la partita coinvolse anche i cantanti in palcoscenico.

venerdì 18 ottobre 2013

Teatro Massimo, presentata Stagione sinfonica 2014

Il soprano Laura Giordano
“La nuova Stagione sinfonica 2014 del Teatro Massimo di Palermo – afferma il Commissario Straordinario della Fondazione, il Prefetto Fabio Carapezza Guttuso – si presenta come il giusto complemento di quella di opere e balletti, della quale calca le orme completando importanti ritratti d’artista: è innanzitutto il caso di Richard Strauss, del quale celebriamo il 150° anniversario della nascita, e di Wolfgang Amadeus Mozart: due compositori d’importanza capitale per il repertorio operistico ma anche sinfonico e cameristico, che saranno i protagonisti del mese di aprile, con cinque appuntamenti loro dedicati. Non mancano naturalmente pagine del più noto repertorio classico e romantico tedesco, con Haydn, Beethoven e Brahms, o ancora Mahler e Bernstein, ma anche il repertorio russo e francese con Stravinskij e Ravel. Importante ritengo sia, anche in questa Stagione, la valorizzazione delle professionalità interne, con occasioni solistiche affidate ad alcuni professori d’orchestra, tre cantanti palermitane come Laura Giordano, Marianna Pizzolato e Chiara Amarù, e un il finale in autunno con tre bacchette d’eccezione, Gabriele Ferro, Daniel Oren e Omer Meir Wellber”.

La nuova Stagione di concerti del Teatro Massimo si inaugura quindi sabato 1 febbraio 2014, caratterizzandosi per una speciale programmazione del mese di aprile, in cui l’attività sinfonica sarà molto fitta e che si arricchirà anche di ulteriori iniziative volte al coinvolgimento del pubblico più ampio e dei tanti turisti che generalmente frequentano Palermo in primavera.

Sinfonica Siciliana, si parte con la nuova stagione

Tutto pronto al Politeama Garibaldi di Palermo per l’inaugurazione della Stagione concertistica 2013/2014, firmata da Ennio Nicotra. Venerdì 18 ottobre alle ore 21.15, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, diretta da Aldo Ceccato, eseguirà un concerto con musiche di Rossini, Mozart e Dvořák. 

Il direttore d'orchestra Aldo Ceccato
Il direttore milanese ha sposato la causa dell’OSS, offrendo la prestazione a titolo gratuito, così come la pianista, Galina Chistiakova, interprete mozartiana. Il nuovo corso della Sinfonica, annunciato lo scorso mese dal Sovrintendente Francesco Guttadauro, prende così forma con una serata accompagnata da alcuni eventi collaterali offerti dagli sponsor tecnici: una degustazione di caffè nel foyer (a partire dalle 20.15) e una di gelato artigianale alla fine del concerto; un’esposizione di fotografie dell’Orchestra Sinfonica Siciliana realizzate dagli alunni della Scuola Stabile di Fotografia di Palermo e in mostra sotto il colonnato esterno del teatro; un allestimento di piante e composizioni floreali all’interno della sala; inoltre, è sempre possibile visitare la mostra “Musicisti e notturni” di Gianni Maimeri, in Sala degli Specchi. Infine, il pubblico in sala potrà ammirare – prima del concerto – il sipario storico di Gustavo Mancinelli, che resterà calato fino all’inizio del concerto.

A Palermo danza Butoh sulle musiche di Bach

Un insolito abbinamento che vedrà le suite per violoncello di J. S. Bach accostate alla danza Butoh sarà la proposta dell’Associazione “Antonio Il Verso” per il prossimo appuntamento con la sua stagione concertistica in programma domenica 20 ottobre alle ore 21, nella Sala delle Capriate di Palazzo Chiaramonte a Palermo.

Alessandro Palmeri e Sayoko Onishi
Eseguite dal violoncellista Alessandro Palmeri, musicista specializzato nell’esecuzione del repertorio antico e già più volte apprezzato dal pubblico palermitano, le suite bachiane si uniranno alla danza di Sayoko Onishi, artista giapponese ormai da molti anni stabilmente residente a Palermo il cui lavoro ha ottenuto numerosi riconoscimenti in ambito internazionale per il valore delle sue interpretazioni e delle sue creazioni coreografiche. 

Musica e spettacoli nell'Agrigento ritrovata

Dopo gli interventi di pulizia straordinaria, che hanno restituito dignità e decoro a tutto il quartiere “Vallicaldi” di Agrigento, le associazioni LabMura, Artificio e NonSoStare, che hanno dato vita al progetto “La bellezza delle lacrime a pagamento”, tornano ad organizzare nuovi eventi il venerdì sera, al fine di coinvolgere gli agrigentini, giovani e non, nella riscoperta del cuore antico della vecchia Girgenti, tra arte, musica e cultura. 

Salvatore Nocera e Sandro Sciaratta
Nel piccolo “palchetto” allestito dai numerosi volontari che si sono prodigati nel recupero dell'area di via Vallicaldi, si esibiranno nell'ordine, il duo Sandro Sciarratta e Salvatore Nocera, ed il cantautore empedoclino Dan Gagliano. I primi proporranno lo spettacolo “Il tempo di un bicchiere: la carne sigillata”, il giovane Gagliano, invece, proporrà alcuni brani del suo vasto repertorio. 

L'evento è fissato per venerdì 18 ottobre e avrà inizio alle 21.30 e proseguirà fino alla mezzanotte. Sarà sempre possibile visitare e conoscere la storia del quartiere, accompagnati da Marco Falzone e Pietro Fattori, visitare la “Cannameli Gallery”, le varie installazioni e partecipare all’inaugurazione della nuova mostra fotografica di Mario Donato dal titolo “La stagione di mezzo” presso la sede dell’ass. cult. LabMura. 

Lo storico Guy Patterson inizia uno studio su Gangi

Nei giorni scorsi Guy Patterson professore di storia moderna presso l’università di Cambridge e Dublino, autore del libro "Sicilian Village in the Fascist", pubblicato nel 1990 e autore di altri lavori sulla Sicilia, in particolare sul piccolo Comune di Milena, ha deciso di avviare uno studio su Gangi e l’esperienze del periodo fascista concentrando la ricerca sulla figura di Cesare Mori. Patterson, dopo una visita ai principali monumenti cittadini ha anche deciso di prendere casa a Gangi grazie all’iniziativa dell’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giuseppe Ferrarello, di cedere gratuitamente vecchi immobili del centro storico. Ad accogliere lo scrittore, che ha ricevuto in dono alcune pubblicazioni su Gangi, è stato il vice sindaco Nino Blando. 

Brass Group, nasce l'orchestra per giovani talenti

Il nome è semplice ma efficace: "Youth Brass Orchestra", ovvero l'orchestra giovanile della Fondazione The Brass Group di Palermo. Proprio come avviene per le più importanti realtà internazionali, che affiancano all'orchestra titolare anche quella composta da giovani promesse – (basti pensare alla European Union Youth Orchestra) – anche il Brass ha pensato ad un grande ensemble per dare una nuova possibilità ai ragazzi nel campo del jazz.

Ecco quindi pronto il bando che consentirà ai talenti di età compresa tra i 16 ed i 30 anni di entrare a far parte dell'eccellenza siciliana jazzistica. Il bando è aperto a tutti i musicisti di tromba, trombone, sassofono, pianoforte, chitarra, contrabbasso e basso, percussioni, batteria e canto.

Una apposita giuria valuterà in prove pratiche e di facile lettura musicale la preparazione dei candidati, per poi stilare una graduatoria d'accesso. Scelti gli strumentisti, si inizierà a lavorare su brani che vanno da Duke Ellington a Frank Foster, da Gil Evans a Vince Mendoza, solo per citarne alcuni. Poi la big band si confronterà con il pubblico in svariati concerti dal vivo, il cui programma sarà presto annunciato.

giovedì 10 ottobre 2013

Hubert Soudant dirige Mozart con la Sinfonica Siciliana

Una serata mozartiana, fuori abbonamento, con un podio d’eccezione: il direttore Hubert Soudant, ancora una volta, non fa mancare il suo sostegno alla Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana dirigendo gratuitamente l’orchestra al Politeama Garibaldi di Palermo

Hubert Soudant
Venerdì 11 ottobre alle 21.15, il pubblico potrà ascoltare quattro delle pagine mozartiane più amate, che coprono un arco di tempo compreso tra il 1773 e il 1786: l’ouverture Le nozze di Figaro, la Sinfonia n.25 K 183 in sol maggiore, l’ouverture Il Ratto del Serraglio e la Sinfonia n.35 “Haffner”

Completata il 5 ottobre 1773, la Sinfonia K. 183, pur essendo l’opera di un diciassettenne, dimostra già la maturità raggiunta da Mozart nel genere sinfonico, dal momento che in questo lavoro, oltre ad apparire un mondo sinfonico nuovo e diverso non più ancorato agli schemi formali delle ouverture all’italiana, si afferma un clima preromantico legato allo Sturm und Drang. 

mercoledì 9 ottobre 2013

Palermo, riapre la chiesa dello Spasimo

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e l'assessore alla Cultura Francesco Giambrone oggi hanno dato il via alla riapertura della Chiesa e della navata del complesso monumentale dello Spasimo, che potrà essere visitabile tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30 tranne il lunedì.

"Questa - hanno detto Orlando e Giambrone - è una nuova occasione importante per restituire ai palermitani uno dei monumenti più importanti che racconta la storia di Palermo creando anche nuovi itinerari turistici. L'apertura della chiesa e della sua navata fa parte di un più ampio progetto che prevederà a breve anche il recupero del giardino interno e della messa in sicurezza di altri spazi condivisibili, anche con la creazione di una caffetteria, per rendere il complesso ancora più fruibile ed accogliente per i cittadini di Palermo e i turisti".

martedì 8 ottobre 2013

"Contaminazioni" al Palazzo Reale di Palermo

Giovedì 10 ottobre 2013 alle 19, presso la Sala Duca di Montalto al Palazzo Reale di Palermo, si inaugurerà "Contaminazioni", una mostra di circa 80 dipinti e sculture, frutto di una selezione delle opere di due artisti contemporanei, divise in due sezioni: "Dionisiache" di Fiamma Zagara e "Reflexa" di Nino Ucchino. 

Un'opera di Fiamma Zagara
L’esposizione prevede anche l’installazione, nello spazio esterno, antistante l’ingresso alla Sala Duca di Montalto, di due sculture: "Mercurius Duplex" di Fiamma Zagara e "Sturm" di Nino Ucchino.

Come anteprima dell’evento, oggi alle ore 18.30, avrà luogo l’inaugurazione, in piazza Castelnuovo della scultura in acciaio del maestro Nino Ucchino, "La piramide e gli zoccoli", alla presenza del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, del presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone e del direttore generale della Fondazione Federico II, Francesco Forgione

Per l’occasione sono stati realizzati due cataloghi, editi dalla Fondazione Federico II, che si è avvalsa del contributo del curatore della mostra Prof. Francesco Gallo Mazzeo.

La mostra “Contaminazioni”, sarà aperta al pubblico, al costo di € 3,00, dalle 8,15 alle 17,40 tutti i giorni, da venerdì 11 Ottobre a lunedì 18 Novembre, ad eccezione delle domeniche e dei giorni festivi, nei quali la mostra è visitabile fino alle ore 13,00.

giovedì 3 ottobre 2013

Palermo, forestali ripuliscono i giardini del Politeama

Lavoratori forestali al lavoro, questa mattina, al Politeama Garibaldi di Palermo. Sette operai del Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali, hanno cominciato a ripulire le aiuole del giardinetto all’angolo tra via La Lumia e via Amari, infestato da erbacce e rampicanti. 

Operai forestali al lavoro al Politeama Garibaldi
L’intervento s’inquadra nel contesto di un accordo siglato tra la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana - cui spetta la manutenzione ordinaria della struttura comunale - e il Dipartimento Foreste Demaniali, in virtù della Legge Regionale n.9/2013 sul “Contenimento della spesa e valorizzazione delle risorse umane nel settore forestale” secondo cui l’azienda regionale può utilizzare il proprio personale per la “cura e pulizia del verde pubblico comunale” (art.25). I lavori di bonifica degli spazi esterni del teatro proseguiranno gradualmente fino a riportarli allo splendore originario. 

“L’accordo raggiunto con il Dipartimento Forestale rappresenta un nuovo tassello nel più ampio quadro di apertura del teatro alla cittadinanza – afferma il sovrintendente Francesco Guttadauro –: il Politeama Garibaldi è un bene pubblico e la libera fruizione passa anche attraverso un’azione di partenariato tra gli enti locali che possa garantire il regolare funzionamento della struttura”.

Il Conservatorio di Palermo in trasferta a Catania

È il Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo l’ospite del prossimo concerto di Classica & Dintorni al Castello Ursino di Catania (sabato 5 ottobre, ore 19) con l’Ensemble di strumenti antichi “Alessandro Scarlatti” costituito da docenti e allievi del prestigioso istituto di formazione musicale. Il concerto rientra nell’ambito di un progetto promosso da Classica & Dintorni in collaborazione con il Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio palermitano.

Il maestro concertatore Ignazio Schifani
In programma un omaggio a Luigi Rossi (1597-1653), compositore di musica da camera – di origine pugliese è autore di un Orfeo, rappresentato a Parigi nel 1647 - molto celebre in Francia e in tutta Europa tra il Seicento e il Settecento, quindi per molti anni dopo la sua morte. “Una fama postuma – spiega Alessio Ruffatti, docente di Storia della musica del conservatorio di Palermo- che giunge fino al secolo dei lumi, quando Rossi rappresenta ancora uno dei modelli italiani più importanti ed è incoronato da Voltaire nell’olimpo dei musicisti francesi a fianco di Jean Baptiste Lully”.

Julia Jones sul podio dell'Orchestra del Teatro Massimo

Sabato 5 ottobre alle 18,30, nuovo appuntamento della Stagione concertistica 2013 del Teatro Massimo di Palermo: ospite sul podio il direttore inglese Julia Jones, una fra le bacchette più amate di oggi nel repertorio operistico classico e in quello sinfonico della prima metà del Novecento.

Julia Jones sul podio
Il programma è dedicato alla Francia e ad alcuni compositori che hanno legato la loro carriera alla capitale francese: Debussy, Berlioz e Stravinskij. L'apertura è affidata al Prélude à l’après-midi d’un faune di Claude Debussy (1892-94), quindi l'Ouverture caratteristica Le Carnaval Romain op. 9 di Hector Berlioz (1843) e i Nocturnes di Debussy (1892-94; “Nuages”, “Fêtes”, “Sirènes”). Nella seconda parte invece Pétrouchka di Igor Stravinskij nella versione del 1947. Il Coro del Teatro Massimo impegnato in “Sirènes” di Debussy è diretto da Piero Monti.

mercoledì 2 ottobre 2013

Sinfonica Siciliana, Orlando voce in "Pierino e il Lupo"

Torna sul podio dell’Orchestra Sinfonica Siciliana – dopo sei anni di assenza – il direttore Gabriele Ferro; un gradito ritorno che lo vedrà protagonista al Politeama Garibaldi di Palermo, venerdì 4 ottobre alle ore 21.15, di un fuori abbonamento dedicato alla candidatura di Palermo a “Capitale Europea della Cultura 2019”. 

Il Politeama Garibaldi di Palermo
Durante la serata saranno eseguite l’ouverture Quattro versioni originali della "Ritirata notturna di Madrid" di Luigi Boccherini, nella versione rivista da Luciano Berio, la Sinfonia n.1 “classica” di Prokof’ev e la fiaba Pierino e il lupo, uno dei lavori più famosi di Prokof’ev che vedrà la partecipazione di una “voce narrante” d’eccezione: il sindaco di Palermo Leoluca Orlando

La Ritirata notturna di Madrid era, ai suoi tempi, un pezzo così popolare che Boccherini lo trascrisse quattro volte per diverse combinazioni strumentali. Nel 1975 quando a Berio fu chiesto un breve pezzo per l’apertura di un concerto dell’orchestra della Scala, egli decise di sovrapporre quelle quattro versioni della Ritirata e di trascriverle per orchestra. L’esecuzione avvenne il 17 giugno dello stesso anno sotto la direzione di Piero Bellugi. 

A Palermo l'assemblea dei conservatori d'Europa

Si è svolta questa mattina, presso il Conservatorio “Vincenzo Bellini” di Palermo la conferenza stampa di presentazione del 40° Congresso annuale dell'Associazione dei Conservatori d'Europa, che si terrà a Palermo dal 7 al 9 novembre e che vedrà presenti 300 delegati provenienti dai conservatori di tutta Europa, ma anche da Stati Uniti e Cina, sul tema della promozione della musica e sul ruolo dei conservatori nel panorama culturale europeo. 

Nel corso di una conferenza stampa cui hanno preso parte il sindaco Leoluca Orlando, l’assessore alla Cultura Francesco Giambrone, Jeremy Cox e Sara Primiterra, rispettivamente Chief executive e Responsabile eventi dell'AEC, insieme a Giuseppe Silvestri Presidente e a Daniele Ficola Direttore del Conservatorio, sono stati messi in luce i principali punti che segneranno l'edizione 2013 del Congresso. 

Palermo, 46 candidati per la Consulta delle Culture

La commissione elettorale del Comune di Palermo, presieduta dal dirigente coordinate dell’Area della Partecipazione Sergio Maneri, ha ultimato le procedure di verifica dei requisiti dei candidati alla Consulta delle Culture. Da un’analisi dettagliata delle cinquantotto istanze si è provveduto a considerare inammissibili dodici candidature, mentre sono state considerate valide quarantasei candidature.  

Palazzo delle Aquile a Palermo
I motivi dell’esclusione dalla corsa elettorale sono riconducibili alle seguenti cause: numero insufficiente di firme per la presentazione della candidatura (minino 50), sottoscrittori non residenti nella città di Palermo, non in regola col permesso di soggiorno oppure non inseriti nella lista degli aventi diritto. Un candidato è stato escluso poiché esso stesso era privo della residenza a Palermo.  

"Il lavoro della Commissione elettorale è stato molto serio  – afferma l’assessore alla Partecipazione Giusto Catania – voglio ringraziare i componenti la Commissione che hanno lavorato giorno e notte, supportati dal personale dell’Anagrafe e dagli uffici della Questura di Palermo che hanno dato un contributo fondamentale per accertare la validità dei permessi di soggiorno". 

sabato 28 settembre 2013

Le sculture di Louise Nevelson in mostra a Catania

Conclusasi con grande successo il 21 luglio a Roma, la mostra dedicata a Louise Nevelson approda negli spazi espositivi della Fondazione Puglisi Cosentino a Catania, dal 28 settembre 2013 al 19 gennaio 2104.

Nevelson, allestimento in corso
Sullo sfondo foto di Pedro E. Gurrero (foto Melamedia)
Fortemente voluta, ideata e realizzata dalla Fondazione Roma - Mediterraneo e organizzata da Civita Sicilia, l'esposizione è realizzata con il patrocinio dell'Ambasciata Americana - in collaborazione con la Nevelson Foundation di Philadelphia e la Fondazione Marconi di Milano - e ospitata dalla Fondazione Puglisi Cosentino. Ingresso gratuito.

La retrospettiva, a cura di Bruno Corà, annovera oltre 70 opere della scultrice americana di origine russa Louise Berliawsky Nevelson (Pereyaslav-Kiev, 1899; New York, 1988), e narra il contributo che l'artista ha dato allo sviluppo della nozione plastica: nella scultura del secolo scorso la sua opera occupa un posto di particolare rilievo, collocandosi tra quelle esperienze che, dopo le avanguardie storiche del Futurismo e del Dada, hanno fatto uso assiduo del recupero dell'oggetto e del frammento con intenti compositivi. La pratica dell'impiego di materiali e oggetti nell'opera d'arte, portata a qualità linguistica significante da Picasso, Duchamp, Schwitters e altri scultori, nonché l'assemblage - spesso presente anche nell'elaborazione della scultura africana - esercitano una sensibile influenza sin dagli esordi dell'attività della giovane artista, che emigra con la famiglia negli U.S.A nel 1905, stabilendosi a Rockland nel Maine.

Marsala, visita notturna alla mostra di Olivieri e Verna

Anche la Pinacoteca di Marsala aderisce alla manifestazione nazionale "Una notte al Museo" indetta dal Mibac (Ministero dei Beni Culturali) per stasera, sabato 28 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio.

La mostra “Olivieri/Verna. In Parallelo” a cura di Sergio Troisi - e in programma al Convento del Carmine di Marsala fino al 27 ottobre - sarà quindi visitabile eccezionalmente dalle 18 alle 24 e l’ingresso sarà gratuito.

In mostra sono oltre quaranta opere selezionate dal curatore, lo storico e critico d’arte Sergio Troisi, per un viaggio “parallelo” lungo mezzo secolo fra due grandi interpreti della Pittura Analiticaitaliana: Claudio Olivieri (1934) e Claudio Verna (1937).

“Fra punteggiature e contrappunti – ha spiegato Troisi nel documentare l’indagine che al Convento del Carmine apre un nuovo corso in direzione dell’arte contemporanea - appaiono alcuni nodi della pittura del Novecento: l’oscillazione tra memoria e utopia, per esempio, o tra il rigore costruttivo della geometria e il pulsare (contratto, dilatato) del colore e della luce. Temi cruciali diversamente declinati da Olivieri e Verna, talvolta addirittura da posizioni divaricate”.

Alla mostra “Olivieri/Verna. In Parallelo” è dedicato un catalogo (Silvana Editoriale) con il saggio critico del curatore.

Omer Meir Wellber torna sul podio del Teatro Massimo

Riprende la Stagione concertistica 2013 del Teatro Massimo di Palermo con uno dei più attesi direttori dell'anno, l'israeliano Omer Meir Wellber, già apprezzato a Palermo nella Stagione 2011 e 2012. Ospite al suo fianco un altro straordinario talento dei nostri giorni, il pianista Alexander Melnikov.

Omer Meir Wellber
Il programma è dedicato a due compositori russi, Sergej Prokof'ev e Petr Il’ič Čajkovskij. Del primo si eseguiranno le giovanili Due liriche per coro femminile e orchestra op. 7 mentre di Čajkovskij due pagine famosissime il Concerto n. 1 in Si bemolle minore op. 23 per pianoforte e orchestra e, nella seconda parte, la Sinfonia n. 6 in Si minore op. 74 “Patetica”. Il coro femminile del Teatro Massimo impegnato nella pagina di Prokof'ev è diretto da Piero Monti.

Memore di melodie popolari e lontana dal modernismo della maturità, l'opus 7 di Prokof'ev fu eseguita per la prima volta nel 1910. I due testi (“Il cigno bianco” e “L'onda”) sono su versi di Konstantin Bal'mont, celebre poeta simbolista russo, intonati da un coro femminile.

Teatro Biondo, Roberto Alajmo nuovo direttore artistico

Il Consiglio di Amministrazione del Teatro Biondo di Palermo ieri ha nominato il nuovo direttore artistico. Si tratta del giornalista e scrittore palermitano Roberto Alajmo che sarà affiancato da Emma Dante, artista in residenza.  

Roberto Alajmo
L’amministrazione comunale attraverso il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore alla Cultura Francesco Giambrone, esprime apprezzamento per la scelta effettuata dal Cda dello Stabile e anche “grande soddisfazione per il cambio di direzione del Teatro Biondo”. 

“Le nomine – dicono Orlando e Giambrone – sono cadute su due personalità palermitane di spessore internazionale che daranno segnali di grande apertura ed elementi importanti di innovazione allo Stabile, recuperando il naturale rapporto con la città e quello con i grandi teatri internazionali che mancava da molto tempo. Siamo certi del lavoro proficuo che verrà effettuato da Roberto Alajmo e siamo felici per il riconoscimento dato a Emma Dante che assicurerà una fase nuova all’interno del teatro Stabile che sarà suo luogo di residenza per le produzioni più importanti. Ad entrambi – concludono Orlando e Giambrone – gli auguri dell’intera Amministrazione certi che il nuovo corso del Teatro accompagnerà la città nell’importante percorso alla candidatura a Capitale Europea della Cultura”.

Patrimoni Unesco, passi avanti per Cefalù e Monreale

Il sindaco di Cefalù ha partecipato alla riunione operativa per l’iscrizione dell’itinerario “Palermo Arabo – Normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale” nella lista Unesco dei siti Patrimonio dell’Umanità. Ieri, al Villino Florio di Palermo, si è svolta una riunione operativa per l’iscrizione dell’itinerario nella lista Unesco. 

Il duomo di Cefalù
All’incontro hanno partecipato i primi cittadini di Cefalù, Rosario Lapunzina, di Monreale, Filippo Di Matteo, di Palermo, Leoluca Orlando, il direttore della Fondazione Patrimonio Unesco Sicilia oltre ad alcuni rappresentanti del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e delle altre parti che fanno parte del Comitato Tecnico Istituzionale.

Gli intervenuti hanno convenuto sul fatto che il Comitato Tecnico Istituzionale porrà in essere tutti gli atti necessari al raggiungimento dell’obiettivo per il quale è stato costituito, ispirandosi ai principi di reciproca solidarietà tra i territori interessati, relativamente al Patrimonio culturale e monumentale di Palermo, Cefalù e Monreale e perseguendo obiettivi di sviluppo della conoscenza e di tutela del patrimonio culturale, di promozione e valorizzazione turistica e di sviluppo socio economico.

mercoledì 25 settembre 2013

Palermo, presentato il rapporto Federculture 2013

Partecipando oggi alla presentazione del rapporto annuale di Federculture, il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Cultura Francesco Giambrone hanno sottolineato "la netta inversione di tendenza innescata da questa amministrazione comunale rispetto al passato: nel 2011 la spesa per la cultura era stata pari ad appena lo 0,6% del bilancio comunale e già ora è raddoppiata arrivando al 1,2 con l'obiettivo di raggiungere entro il 2019 la media nazionale, che è il 3%".

Piazza Pretoria a Palermo
"Questa amministrazione ha fatto la chiara scelta politica di investire sulla cultura e sulle politiche culturali come strategia di governo della città, che è sì confermata dalla candidatura a Capitale Europea, ma è testimoniata da tanti atti concreti, piccoli e grandi volti a rimettere in moto un percorso di sviluppo che valorizzi il nostro patrimonio e la nostra tradizione mettendone a frutto le enormi potenzialità".

venerdì 20 settembre 2013

Palermo 2019, pronto il dossier per la candidatura

La Candidatura di Palermo a Capitale Europea della Cultura 2019 ha tagliato l’ultimo traguardo. Ieri pomeriggio la giunta ha esaminato il dossier di candidatura e ha deliberato l’atto che autorizza la presentazione della candidatura al Ministero dei Beni Culturali. Oggi il dossier verrà formalmente depositato a Roma presso la sede del Ministero. 

È stato anche deciso che entro la fine della prossima settimana il dossier che candida Palermo a Capitale Europea della Cultura 2019 verrà presentato alla stampa e alla intera città nel corso di una Assemblea cittadina pubblica che sarà un altro grande momento di partecipazione civica attorno al progetto di candidatura. 

“Oggi è un giorno storico per la città di Palermo – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – e per l’amministrazione. La presentazione del dossier per la candidatura a Capitale Europea 2019 rappresenta un passo importantissimo, se non decisivo, per un cambiamento profondo del nostro territorio. La presentazione del dossier è solo il primo traguardo, adesso bisognerà raggiungere l’obiettivo finale attraverso un ancor più appassionato lavoro partecipativo che ci consentirà di essere ancora più orgogliosi della nostra palermitanità”. 

La Sinfonica Siciliana cerca voci bianche

Al via la selezione per integrare il coro di voci bianche dell’Orchestra Sinfonica Siciliana per la Stagione artistica 2013-2014, che si svolgerà al Politeama Garibaldi di Palermo giovedì 10 ottobre 2013, a partire dalle ore 15.00 e riservata ai nati/e tra l’1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2005. 

La domanda di iscrizione - scaricabile dal sito della Fondazione (QUI IL LINK) o a disposizione in portineria al Teatro - dovrà pervenire (per posta, per fax, per mail o consegnata a mano) entro lunedì 7 ottobre 2013, completa dei dati anagrafici del candidato/a, di indirizzo, numero telefonico e cellulare, di breve curriculum indicante eventuali studi musicali e di canto, e dovrà inoltre essere firmata da entrambi i genitori o da chi esercita la patria potestà. 

Le prove di selezione consisteranno in esercizi per le caratteristiche vocali, esercizi d’intonazione ed esercizi di capacità musicale e ritmica. L’elenco degli ammessi alla selezione sarà affisso nella bacheca della Fondazione mercoledì 9 ottobre 2013 e vale come attestazione di convocazione. Per altre informazioni: tel. 091 6759524 (ore 9/14), Fax 091 581875, email: info@orchestrasinfonicasiciliana.it, www.orchestrasinfonicasiciliana.it.

Cous Cous Fest: musica con De Gregori e Gazzè

Francesco De Gregori, Max Gazzè e i Sud Sound System sono alcuni degli artisti che si esibiranno gratuitamente in occasione del Cous Cous Fest, il Festival internazionale dell’integrazione culturale, la cui 16\esima edizione è in programma da martedì 24 a domenica 29 settembre prossimi a San Vito Lo Capo (Trapani).

Francesco De Gregori
La manifestazione è organizzata dal Comune di San Vito Lo Capo in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Feedback ed è finanziata dai main sponsor Bia Italia Spa, Electrolux Professional, Gruppo Campari Aperol Spritz e Conad. Il programma della rassegna, che promuove l'integrazione e il confronto tra paesi dell’area euro-mediterranea e non solo attraverso il cous cous, piatto della pace comune a moltissime culture, ogni sera dà spazio alla musica. 

Ad aprire il programma del Cous Cous Live Show, il programma musicale del Festival, sarà, martedì 24 settembre, alle 22.30, un colosso della musica italiana, Francesco De Gregori. Con quaranta anni di carriera alle spalle, De Gregori è ancora on the road, sui palchi, a incantare. A San Vito Lo Capo si potranno cantare a squarciagola i suoi grandi successi degli anni Settanta, da Alice a Rimmel, da Buonanotte fiorellino a Pablo fino a Generale, ma anche i brani dell'ultimo album Sulla strada, disco d’oro dopo pochi mesi.

martedì 17 settembre 2013

"Sul mare luccica" a Cefalù, tra cinema, teatro e musica

Sulla scia del cinquantesimo compleanno del famoso film di Visconti, si srotola la VII edizione de “Il mare luccica”, il cartellone ideato da Angelo Butera e promosso dall’assessorato regionale al Turismo e dal Comune di Cefalù, che si svolge in diversi spazi della cittadina normanna fino al 22 settembre.

Una scena di "Lighea"
Mercoledì sera (18 settembre) alle 18 a Porta Pescara, “Lighea”: uno dei racconti più belli e intriganti di Tomasi di Lampedusa sarà letto e drammatizzato da Patrizia D'Antona sul sax di Rita Collura

“Un racconto d’amore e di mare – spiegano le due artiste – che racconta l’innamoramento di uno studioso di greco antico per un’immortale sirena, una storia fantastica e straordinaria ma non per questo meno probabile di tante umane avventure. Con 'Lighea' ci riappropriamo delle nostre origini arcaiche, di quello spazio senza tempo dove l’uomo regna in perfetta armonia con la natura per approdare alla misteriosa sponda dell’esistenza in cui reale e immaginario, visibile e magico si fondono in un’unica percezione della realtà. La profonda conoscenza di Tomasi del mondo mitologico, la sua capacità visionaria, rendono credibile ogni parola del suo racconto: rimanere mortali, godere dei piaceri sensuali della vita e nello stesso tempo superare i limiti del corpo per entrare, come dice Lighea 'nelle profondità delle acque dove tutto è silenziosa quiete tanto connaturata che chi la possiede non l’avverte neppure'".

"Il barbiere di Siviglia" torna al Teatro Massimo

Martedì 17 settembre riprende la Stagione 2013 del Teatro Massimo di Palermo con uno spettacolo fra i più apprezzati degli ultimi anni: "Il barbiere di Siviglia" di Gioachino Rossini nell'allestimento prodotto dal Teatro palermitano nel 2010 e basato sui luminosi colori di Siviglia e della Spagna – il rosso, il giallo, il blu, il bianco – firmato dal regista Francesco Micheli e ripreso adesso da Alberto Cavallotti. Le scene sono di Angelo Canu, i costumi di Marja Hoffmann e le luci di Fiammetta Baldiserri.

Una scena dello spettacolo (Foto: Lannino)
Capolavoro di modernità su libretto di Cesare Sterbini da una pièce di Beaumarchais, l'opera fu scritta da Rossini in poche settimane per debuttare al Teatro Argentina di Roma nel carnevale del 1816: la prima fu un “fiasco organizzato”, mentre dalle prime repliche a oggi l'opera non è mai uscita dal repertorio dei teatri, cosa non comune a tutti i titoli. La prima a Palermo è immediata nel 1816, l'ultima – dopo oltre ottanta edizioni – al Teatro Massimo nel 2010. L'argomento è noto a tutti: una storia d'amore che inizia con una serenata al chiaro di luna, una commedia brillante in cui un Conte si allea con un Barbiere e la freschezza giovanile ha il sopravvento sul cinismo dei più anziani.

A Palermo una mostra dedicata a Daniele Schmiedt

Si è inaugurata ieri, presso la Fondazione Sant'Elia a Palermo, la mostra “Da Schmiedt a Schmiedt, tra intimismo ed impegno”, curato da Anna Maria Ruta e Gioacchino Barbera. Inserita nell’ambito della Settimana delle culture, l'esposizione presenta le opere del pittore siciliano (Palermo 16 gennaio 1888 - Messina 4 dicembre 1954) dal cognome boemo, protagonista indiscusso del panorama artistico italiano del primo Novecento. 

Daniele Schmiedt svolge la sua attività creativa in un momento storico assai difficile ma ricco di fermenti culturali. L'intera produzione è attraversata da una luce di malinconia, rivelatrice di tutto il dramma di un’epoca tormentata che lo conduce verso un lavoro impregnato di serietà morale ed impegno sociale. Il tema del mondo del lavoro, i paesaggi peloritani sconfinati, le vedute urbane da fine del mondo in cui è assente la presenza umana, colgono elementi di disfacimento e sconforto pur nelle vivaci scelte cromatiche. Ed anche le nature morte, l'interesse per le figure femminili (madri, figlie, prostitute, lavoratrici, giovani e anziane) - immagini inedite per la pittura italiana di quegli anni - i nudi ed i ritratti sono colmi di solitudine, di disperazione, di fame causata dalla guerra. 

La mostra mette in luce la capacità scarna ed essenziale di Schmiedt di usare colori corposi e codici pittorici rielaborati, coniugando la ricerca figurativa tipica dell’arte pittorica del tempo, con la lezione impressionista, con il realismo ottocentesco e con il movimento sarfattiano (Bucci, Drudeville, Sironi, Funi, Oppi, Malerba, Marussig).