domenica 1 aprile 2012

Inaugurata a Catania una mostra su Luzzati

È stata Irene, una alunna della scuola Musco di Catania, a tagliare il nastro inaugurale della mostra dedicata a Emanuele Luzzati (1921-2007) “Il gioco del teatro. Manifesti e oggetti scenici”, al Teatro Sangiorgi di Catania, fino al 29 aprile. La mostra, dedicata principalmente ai ragazzi visto che arrivare a comunicare con i bambini è sempre stata la vera e propria missione che il grande artista genovese si era data, è realizzata in collaborazione con il MIL, Museo internazionale Luzzati onlus di Genova. 

Emanuele Luzzati - "Papageno e il flauto" (1972)
All’inaugurazione, il 29 marzo, erano presenti i vertici del Teatro Massimo Bellini, il commissario straordinario Enzo Zappulla e il sovrintendente Rita Gari Cinquegrana. 

Proprio gli alunni della “Musco”, assieme a quelli della “Pestalozzi”, scuole della periferia sud di Catania, sono stati i primi visitatori della mostra dedicata dal Teatro Massimo Bellini al grande ed eclettico scenografo, illustratore e animatore, un percorso che si sviluppa tra l’ampio salone d’ingresso e la sala Danzuso al primo piano: cinquanta manifesti teatrali, le sagome a grandezza naturale di Papageno e Cantastorie, le maquettes teatrali di quattro allestimenti firmati da Luzzati, "Dibuk", "Il figliol prodigo", "Candide", "L’elisir d’amore". 

In alcune bacheche, anche le testimonianze (foto di scena e libretti di sala) delle opere che Luzzati ha realizzato da scenografo e costumista al Teatro Massimo Bellini: "La carriera di un libertino" di Igor Stravinskij (1973), "Il prigioniero" di Luigi Dallapiccola (1976), "L’heure espagnole" di Maurice Ravel (1986), "Salome" di Richard Strauss (1987), "Lo schiaccianoci" di Piotr I. Ciaikovskij (1991), "L’elisir d’amore" di Gaetano Donizetti (1997), "Hansel und Gretel" di Engelbert Humperdinck nel 2006, l’anno prima della sua scomparsa. Tutti i lavori sono realizzati con tecniche di arte applicata (incisione, collage, pastelli acquarellati), quelle normalmente utilizzate da Luzzati. 

Al termine della visita, i ragazzi delle scuole Musco e Pestalozzi hanno potuto assistere alla proiezione di uno dei bei filmati realizzati da Luzzati e dedicato a "Il flauto magico" di Mozart. 

Nessun commento:

Posta un commento