venerdì 8 giugno 2012

Cecchi Paone testimonial del Palermo Pride 2012

Alessandro Cecchi Paone, intervenuto a palazzo Sambuca a Palermo per la presentazione del suo libro "Il campione innamorato" nell'ambito degli eventi "Verso il Palermo pride 2012", è stato ufficialmente investito del ruolo di testimonial del pride. 

Daniela Tomasino, Alessandro Cecchi Paone,
Francesco Pantaleone e Massimo Milani
"Il Pride non deve essere solo una festa, ma deve consistere in una serie di eventi culturali, incontri, dibattiti, mostre, cene, feste, deve diventare un appuntamento fisso della vita culturale delle città. Ed in questo il Palermo pride è all'avanguardia. È dal sud, da città come Palermo e Salerno che parte la riscossa del movimento LGBT italiano, - ha dichiarato Cecchi Paone - bisogna formare una nuova classe dirigente LGBT, persone preparate che riescano a rispondere a testa alta agli insulti degli omofobi. Per troppo tempo siamo stati il movimento dei locali, delle saune delle feste. Se è vero che la colpa della diffusione dell'omofobia in Italia è in massima parte delle pressioni del Vaticano sulla politica, parte della colpa è del movimento. Per fortuna da alcuni anni la situazione è cambiata, anche grazie al vostro lavoro".

Nessun commento:

Posta un commento