sabato 3 dicembre 2011

Hilary Hahn debutta al Teatro Massimo di Palermo

La Stagione concertistica 2011 del Teatro Massimo di Palermo prosegue con un appuntamento eterogeneo che, accanto all'Orchestra diretta da Peter Feranec, ha per protagoniste due musiciste, la violinista statunitense Hilary Hahn, considerata una delle violiniste più importanti del nostro tempo, e l'arpista piemontese ma ormai palermitana d'adozione, Elena Zaniboni.

La violinista Hilary Hahn
Il programma musicale del concerto di domenica 4 dicembre, con inizio alle 18,30, si aprirà proprio con l'esibizione di quest'ultima impegnata nel Concerto per arpa scritto nel 1947 da Nino Rota, del quale l'arpista è da decenni interprete d'eccezione avendolo perfezionato con il compositore stesso ed eseguito sui palcoscenici di tutto il mondo. Si tratta di un omaggio al celebre compositore, del quale tutti ricordano le numerosissime colonne sonore, nel centenario della nascita.

Quindi i riflettori si accenderanno sulla trentenne statunitense Hilary Hahn, una violinista fra le più celebri dei nostri giorni, che debutta tanto attesa a Palermo con il “mitico” Concerto in mi minore Op. 64 di Mendelssohn, caposaldo della letteratura romantica per violino. Hilary Hahn è personaggio fuori dal comune, musicista specchio del nostro tempo, in continuo dialogo mediatico con i propri fan attraverso il proprio blog, dove raccoglie il diario delle sue esibizioni, ma anche i disegni e i “bis” che il pubblico compone per lei e che poi esegue durante i concerti.

Nella seconda parte del concerto, l'Orchestra del Massimo sotto la guida di Peter Feranec sarà impegnata invece nella celebre Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73 di Johannes Brahms.

Il costo dei biglietti va da euro 8 a euro 30 (esclusi diritti di prevendita).

Nessun commento:

Posta un commento