mercoledì 14 dicembre 2011

Isole Eolie: un 2012 tra cultura e natura

Il Centro Studi Eoliano e la Federalberghi Isole Eolie, il 6 dicembre scorso hanno presentato a Roma presso la sede della stampa estera: “Eolie 2012, natura e cultura”. Un’occasione per ribadire la volontà e la possibilità di valorizzare i beni culturali ed ambientali anche in un’ottica di sviluppo turistico sostenibile del territorio.

Lipari - Foto: www.martin-liebermann.de - Licenza: CC-BY-NC-SA 3.0
Un evento molto partecipato, moderato da Marcello Sorgi, al quale hanno preso parte diverse personalità, tra le quali anche Ettore Scola. Il Direttore di Federalberghi, Alessandro Cianella, su richiesta del presidente di Federalberghi Eolie, Christian Del Bono, ha illustrato una lettura per itinerari dell’offerta turistica eoliana le cui tappe sono già puntualmente individuate in una serie di siti e servizi già attivi e ascrivibili ad alcuni temi specifici: storia e archeologia, natura e vulcani, cultura ed eventi, mare e diportismo nautico.


Federalberghi Eolie nel contribuire e dare forza al progetto di potenziamento dell’offerta turistica ha altresì presentato alcune delle prossime iniziative supportate dall’associazione: la guida "I 15 migliori sentieri delle Isole Eolie", a cura dell’Associazione Nesos, strumento di supporto al turista e agli addetti ai lavori; la mostra d’arte moderna aperta a Lipari, per l’intero mese di settembre (2012), dedicata a Lucio Fontana e i giovani degli anni 60. Inoltre Il Teatro del Fuoco, International Firedancing festival, che alla sua V edizione garantirà nel mese di luglio 2012 una settimana di intensa programmazione che attraverserà quasi tutte le Eolie.

Nino Paino, oltre a presentare il ricco programma del Centro Studi per il 2012 – con i "Pomeriggi culturali eoliani", "Eolie in video" e "Un mare di cinema" che occuperanno le due settimane centrali del mese di luglio – ne ha sottolineato la ricorrenza dei 30 anni di attività.

Isabella Brega, direttrice della rivista “Qui Touring” del Touring Club Italiano, nell’illustrare i recenti cambiamenti nel settore turistico in Italia, ha confermato che le destinazioni come le Eolie per competere sul mercato devono andare oltre il sole e il mare e proporre un’esperienza attraverso lo sviluppo del turismo culturale.

Tobias Piller, Presidente dell’Associazione Stampa Estera, ha lanciato una provocazione sostenendo che molti dei turisti stranieri che un tempo consideravano l’Italia come la meta per eccellenza, ora preferiscono destinazioni alternative con un miglior rapporto qualità-prezzo.

Il sindaco Mariano Bruno ha colto l’occasione per evidenziare la positiva conclusione del processo di privatizzazione Tirrenia/Siremar, convinto che questo potrà avere un impatto positivo sulla prossima stagione turistica; ha anche annunciato l’avvio del progetto sul nuovo porto di Lipari, la nascita del museo della mineralogia nell’isola di Vulcano e la creazione sempre a Lipari di una summer school internazionale per scambi universitari.

Nessun commento:

Posta un commento