lunedì 12 dicembre 2011

Parole, musica e immagini per ricordare Incardona

Un convegno e un documentario per ricordare Federico Incardona, il geniale compositore palermitano scomparso prematuramente nel 2006. Il 13 dicembre, alle 21.30, al Cinema Rouge et Noir di Palermo, verrà proiettato in anteprima il documentario di Silvia Scerrino: “Dell’infranta compiutezza”, mentre le due giornate del 13 e 14 dicembre, presso il Centro Sperimentale di Cinematografia dei Cantieri Culturali alla Zisa, si terrà il convegno dal titolo "Bagliori del melos estremo", a cura di Stefano Lombardi Vallauri e di Marco Spagnolo

Federico Incardona
Si tratta del primo appuntamento scientifico – dopo numerosi articoli, monografie, dissertazioni – dedicato integralmente al compositore. Ma è anche uno dei primi convegni su un compositore di una generazione che comincia appena adesso a venire storicizzata dalla musicologia accademica. Si propone infatti, non solo di portare avanti gli studi su un artista di primo piano nel panorama della musica contemporanea, ma di dare anche un contributo alla costruzione della generale visione storica della composizione musicale nel passato più prossimo e nel presente.

Il convegno sarà suddiviso in tre sezioni tematiche. La prima ricostruirà, sotto diversi punti di vista (storico, estetico, sociologico, attento alle politiche culturali), l’ambiente generale entro il quale Incardona operava. La seconda prenderà in esame il contesto più particolare della storia musicale e culturale in Sicilia e a Palermo. Nella terza infine ci si occuperà dei tratti specifici dell’opera di Incardona (ricostruzione della poetica, analisi dello stile, studio delle tecniche compositive, delle specifiche prassi esecutive, filologia delle fonti, etc.).

Il convegno fa parte di un programma di iniziative – tra cui un concerto e l'incisione di un disco monografico – curate da Silvia Scerrino(di Eikonos) insieme a Marco Spagnolo del Laboratorio Musicale del Dipartimento Fieri-Aglaia dell'Università di Palermo. Ad aprile 2012 seguirà la pubblicazione di un volume contenente gli atti del convegno e ulteriori testi originali per la Duepunti Edizioni.

Nessun commento:

Posta un commento