giovedì 3 marzo 2011

L'Orchestra Sinfonica Siciliana ricorda Gustav Mahler

Sarà Martin Sieghart a dirigere il prossimo concerto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana, in calendario al Politeama Garibaldi di Palermo, venerdì 4 marzo alle ore 21.15. In programma musiche di Mahler e Bruckner. Il concerto è valido anche per il ciclo “G. Mahler”, nel centenario dalla morte del compositore. 

Martin Sieghart
La prima parte della serata sarà dedicata proprio all’ascolto dell’Andante, Adagio della sua Sinfonia n.10 in fa diesis maggiore. Della Decima Mahler riuscì a completare solo un movimento dei cinque previsti, anche perché si sottopose, negli Stati Uniti, ad un’estenuante tournée il cui programma prevedeva la direzione di ben sessantacinque concerti, dei quali riuscì a dirigere soltanto quarantotto. Il giorno prima di quest’ultimo concerto fu, infatti, assalito da una forte febbre. Ormai vicino alla morte, Mahler non compose più preferendo la lettura di testi di filosofia nei quali cercò le risposte alle proprie domande esistenziali.

L’unico movimento della Decima sinfonia da lui completato fu eseguito postumo solamente il 14 ottobre 1924 insieme ad un altro ricostruito per l’occasione da Ernst Křenek e intitolato Purgatorio che, nel progetto originario, doveva essere collocato al terzo posto. Nell’Adagio, Andante, l’unico movimento portato a termine e interamente costruito su un canto in forma di recitativo affidato alle viole, le cui cellule tematiche vengono sottoposte a variazione, Mahler esprime nella forma di un intenso lirismo il suo congedo dalla vita e rende efficacemente l’approssimarsi della morte facendo tacere i contrasti dinamici.

La seconda parte della serata prevede l’esecuzione della Quinta Sinfonia in si bemolle maggiore di Bruckner che la diresse, per la prima volta, l’8 aprile del 1894 a Graz, mentre suo fratello più anziano, Joseph, insieme a Franz Zotmann, la eseguì in una versione per due pianoforti il 20 aprile 1887 a Bösendorfersaal a Vienna. Bruckner, per una sorte beffarda, non poté assistere alla prima esecuzione a Graz, in quanto malato, e non ascoltò mai la sua Quinta sinfonia nemmeno nella revisione da lui stesso approntata nel 1878 che fu eseguita per la prima volta postuma a Monaco nel 1935 sotto la direzione di Hausegger.

Il concerto replica sabato 5 marzo alle ore 17.30. Ingressi al botteghino da € 10,00 a € 25,00, con riduzioni del 20% per carte sconto, insegnanti e over 65. Riduzioni del 50% per giovani fino a 28 anni.

Nessun commento:

Posta un commento