venerdì 8 luglio 2011

"La Baronessa di Carini" rivive a Catania

A perpetuare il vivo ricordo di Giuseppe Andolfo, il rinomato scenografo e costumista catanese scomparso appena lo scorso 2 luglio, sono e saranno le sue opere più o meno recenti, come la produzione del Teatro Stabile di Catania Quei ragazzi di Regalpetra di Savatteri/Pirrotta, ultimo allestimento da lui firmato per la cavea del Teatro greco romano. O il collaudato musical La Baronessa di Carini, opera cult di Tony Cucchiara, di cui Andolfo ha curato i costumi.

Una scena dello spettacolo (foto Alfredo Farina)
Lo spettacolo approda dal 12 luglio al Cortile Platamone, l’altro sito en plein air in cui lo Stabile etneo allestisce la ricca programmazione estiva. La regia è di Angelo Tosto, altro beniamino del pubblico, mentre le scene sono di Salvo Manciagli. Nel ruolo del titolo c’è la figlia dell’autore Annalisa Cucchiara, al suo fianco Graziano Galatone, che interpreta Ludovico Vernagallo, e lo stesso Tosto nei panni di Don Cesare Lanza di Trabìa. In scene con loro ben 14 attori, tra cantanti e ballerini.

Nessun commento:

Posta un commento