sabato 31 agosto 2013

"L'armonia inquieta" di Turi Simeti alle FAM di Agrigento

Dal bianco al rosso, dal blu al giallo, verde, grigio, arancio. Colori densi, carichi, intensamente evocativi dove forme ovali affiorano e, come partiture musicali, scandiscono pause e suoni. "Turi Simeti. L’armonia Inquieta", a cura di Sergio Troisi, dal 7 settembre al 3 novembre 2013, è il titolo della mostra che le Fabbriche Chiaramontane di Agrigento dedicano al maestro originario di Alcamo (Tp) che da decenni vive e lavora a Milano. 

Turi Simeti al lavoro nel suo studio
Con il supporto di opere di grande formato, Troisi traccerà per Simeti un ampio percorso espositivo negli spazi delle FAM attraversando tutta la carriera dell’artista e creando un ambiente unitario, dove le relazioni tra i colori e il ritmo delle forme ovali si costituiranno come una nuova esperienza dello spazio.

“Simeti – spiega Troisi - è tra i protagonisti di quella stagione dell’arte italiana e internazionale che, all’inizio degli anni Sessanta, nel processo di riduzione dell’opera ai suoi costrutti elementari, indicava un nuovo orizzonte estetico in linea con la contemporaneità. L’artista, che già negli anni Sessanta ha individuato nella forma ovale una propria inconfondibile cifra formale, adopera un ventaglio ridotto di colori sempre con la medesima saturazione di tono e stesi con una campitura omogenea. Colori dotati di una intensa carica evocativa che il ritmo di affioramento degli ovali potenzia e modula come armonie modali, nel solco di quella corrispondenza tra musica e pittura, tra colore e geometria, che Kandinskij per primo aveva teorizzato. La ricerca di Simeti si lega tanto a quella di artisti come Enrico Castellani e Agostino Bonalumi, quanto a quella del tedesco Gruppo Zero, che tendono a stabilire una relazione di scambio tra l’opera e i valori dello spazio e dell’ambiente”.

Alla mostra "Turi Simeti. L’Armonia Inquieta" alle FAM di Agrigento, organizzata dall’associazione Amici della Pittura Siciliana dell’Ottocento, è dedicato un catalogo realizzato da Silvana Editoriale. Patrocinata dai Comuni di Agrigento, Porto Empedocle e Realmonte, si avvale del contributo di Elenka; Benessere & Bellessere; Orler. Gli spazi delle Fabbriche Chiaramontane di Agrigento sono aperti da martedì a domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. Chiusi i lunedì, aperti venerdì 1° novembre.L’ingresso è gratuito.

Nessun commento:

Posta un commento