giovedì 8 agosto 2013

Ron apre la sesta edizione di "Scruscio" a Cinisi

Sembrava proprio che quest’anno fosse naufragata, ed invece ritorna "Scruscio", la manifestazione ideata e condotta da Massimo Minutella, che dedica attenzione agli artisti che mettono in risalto la Sicilia attraverso l’uso del dialetto. La sede consolidata è l’atrio di Palazzo dei Benedettini a Cinisi, che ospiterà le tre serate di dibattito-talkshow-musica secondo la formula Minutella – 9, 10 e 11 agosto -, per poi chiudere la manifestazione con un grande concerto al 3Divino, lunedì 12 agosto, della band Ci piace Vintage.

Il cantautore Ron
“E’ stato un miracolo esserci anche quest’anno – dice Massimo Minutella -. Ma con l’aiuto di chi ci ha sempre creduto e per non deludere tutti coloro che aspettavano “Scruscio”, siamo di nuovo qui”.

Si inizia domani (venerdì 9 agosto alle 21) a Palazzo dei Benedettini, a Cinisi: il Premio Scruscio sarà consegnato a don Pietro D’Aleo, arciprete di Cinisi molto amato dai suoi parrocchiani, che quest’anno festeggia 50 anni di attività sacerdotale. Quindi Paride Benassai e Marcello Mandreucci presenteranno estratti dal loro spettacolo “Sale Pepe e un po’ di aceto per un cunto culinario. Esercizi teatrali per un pranzo ben servito”, che vede in scena l’attore con il musicista come aiuto-cuoco. Dinanzi a fornelli, pentole, casseruole, ingredienti odori, erbe e spezie, l’improbabile cuoco sciorina il suo “cunto culinario” tutto da ridere.

A ruota, uno dei cantautori più amati della sua generazione: Ron. 43 anni di carriera portati con il brio del musicista impegnato, dopo quattro anni di silenzio discografico, Ron è ritornato proponendo la musica che da sempre ama e ascolta, sulla scia del nuovo cd, “Way out”. Un messaggio di cambiamento in 12 brani, semplicità, resistenza e resilienza, come risposta al momento di crisi che il mondo sta attraversando. 12 cover tratte dalla nuova onda musicale cantautorale anglo americana, fedelmente e accuratamente tradotto, con un’attenzione che ne esalta il significato, arrivando a tutti. Rosalino Cellamare, pungolato da Massimo Minutella, si racconterà a tutto campo: dai primi anni ’70 quando divideva il palco con Nada, a “Il gigante e la bambina” primo testo forte sulla violenza sui minori (una frase venne addirittura modificata per superare la censura), ai tour con Dalla e De Gregori, a tanto altro. E non mancherà di imbracciare l’amata chitarra. Chiude la serata la prima degustazione a cura dell’Istituto regionale Vini e Oli di Sicilia.

Sabato 10 agosto: le favole di Nicù, premio a Biagio Conte, incontro con Lirio Abbate, le gag di Sasà Salvaggio. Si inizia alle 18 con le gag e le favole “al contrario” di Nicù, il clown irresistibile creato da Elisa Parrinello per i più piccini. Alle 21 il Premio Città di Cinisi a Biagio Conte a cui verrà anche consegnato un assegno di 1000 euro da parte dell’IperCoop La Torre che ha sempre dimostrato grande attenzione per la solidarietà. Negli anni scorsi il premio è andato a grandi uomini dello spettacolo e giornalisti siciliani, da Lando Buzzanca a Pino Caruso, Luigi Maria Burruano,Giovanni Pepi; quest’anno invece, spinti anche dal grave momento di crisi che sta attraversando il Paese, gli organizzatori hanno preferito riconoscere e premiare l’attività di chi sta dalla parte degli ultimi. Dopo la consegna, Massimo Minutella intervisterà Lirio Abbate, giornalista de L’Espresso, che ha da poco pubblicato “Fimmine ribelli” per Rizzoli. Chiuderà la serata, la verve di Sasà Salvaggio alle prese con i suoi “siciliani” oltre le mura: vizi e virtù, disgrazie e difetti del popolo siciliano, di stanza nell’Isola o “emigrato” altrove.

Visite guidate, una lezione di Vittorio Sgarbi, Toti&Totino, domenica 11 agosto. Sono in programma due visite guidate: il “tour dei cento passi” e le cripte della chiesa di Santa Fara. Alle 18 navette gratuite partiranno dalla pizzeria Impastato (ss.113 km 288.8 Cinisi - uscita svincolo Villagrazia di Carini) e condurranno il pubblico alla Casa memoria intitolata a “Peppino e Felicia Impastato”, contando i 100 passi che la separano dalla residenza di Tano Badalamenti che ordinò la morte di Peppino Impastato. Oggi la sua casa è tra i beni confiscati alla mafia ed è un trionfo kitsch di marmi e dorature che sottolinea la potenza del boss di Cinisi. Sempre alle 18 si potrà scegliere invece una visita guidata alle cripte della chiesa di Santa Fara con guida turistica.

Dalle 21 nell’atrio del Palazzo dei Benedettini, Vittorio Sgarbi “racconterà” alla sua maniera una tela del '600 attribuita alla bottega pittorica di Gaspare Bazzano (Lo Zoppo di Gangi), "Matrimonio mistico di Santa Caterina", conservata nell’Oratorio delle Anime Sante, a Cinisi. Chiudono la serata, Toti & Totino con i loro sketch tanto amati dal pubblico di “Insieme” e non solo.

Lunedi 12 agosto, concerto Vintage. Si chiude al 3 Divino, con il concerto della band A noi ci piace Vintage, gruppo palermitano fondato da Vincenzo Ferrera e Dario Sulis, che propone vecchi successi degli anni ’80 ma anche ’60 e ’70. Dal Trash alla canzone d’autore. 

La manifestazione è organizzata da Il Melangolo con il sostegno del Comune di Cinisi e dell’assessorato regionale al Turismo e Spettacolo. Degustazioni a cura dell’Istituto Regionale Vini ed Oli di Sicilia.

Le serate iniziano alle 21 e sono ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

"Scruscio" sarà registrato dalle telecamere di Casa Minutella e mandato in onda in autunno. Media partner, Radio Action che manderà in onda in diretta le tre serate di talk show. Si ringraziano: Banca Mediolanum, Pasticceria Palazzolo, Diesse, Centro Commerciale La Torre, Hotel Magaggiari, Artigrafiche Abbate, Grace risto-pizza.

Nessun commento:

Posta un commento