lunedì 30 maggio 2011

Il Quartetto Pavel Haas debutta al Bellini di Catania

La Stagione Sinfonica 2010-2011 del Teatro Massimo Bellini di Catania si avvia alle ultime battute. Mercoledì 1 giugno alle ore 21 (turno A”), si terrà il penultimo appuntamento, che vedrà il Quartetto d’archi “Pavel Haas” protagonista di un recital con le musiche di Britten, Dvorak e Schubert. Il Quartetto, composto dalle violiniste Veronika Jaruskova e Eva Karova, dal violista Pavel Nikl e dal violoncellista Peter Jarusek, si esibisce per la prima volta a Catania.

Il Quartetto d'archi "Pavel Haas"
Di Benjamin Britten (1913-1976) verranno eseguiti i Tre Divertimenti per quartetto d’archi, composti nel 1933, durante l’ultimo dei suoi anni di studio nel Royal College di Londra, e più volte rimaneggiati nei tre anni successivi. Si tratta di un lavoro giovanile ma con tutti gli elementi della produzione più matura del musicista inglese.

Seguirà il Quartetto n. 12 in fa maggiore per archi “Americano”, B. 179, op. 96 di Antonin Dvorak (1841-1904), composto durante il soggiorno negli Stati Uniti, nel 1893, in appena due settimane, e che risente fortemente dei suoi contatti con la musica afro-americana. Il recital si concluderà con il Quartetto n. 14 in re minore per archi, “La morte e la fanciulla”, D. 810 di Franz Schubert (1797-1828). Scritto negli ultimi, dolorosi anni di vita del compositore austriaco, è ispirato e in qualche modo mutuato dall’omonimo lied D. 531 composto nel 1817 su un poemetto di Mathias Claudius.

Nessun commento:

Posta un commento