venerdì 19 luglio 2013

Omaggio al jazz di Charles Mingus alle FAM di Agrigento

Sabato 20 luglio, alle 21, presso le Fabbriche Chiaramontane di Agrigento, si terrà il secondo appuntamento della rassegna Movie&Music, a cura di Sandro Sciarratta. Continua l’omaggio di Sciarratta e Filippo Portera ai grandi jazzisti, con una serata dedicata a Charles Mingus, il contrabbassista che ha rivoluzionato la storia del jazz. La rassegna proseguirà fino al 12 agosto.

Le Fabbriche Chiaramontane, contenitore di arte ed eventi culturali, sono impegnate in un ambizioso progetto di rilancio dell’offerta culturale nel centro storico di Agrigento, progetto che passa anche dall’elaborazione del Cartellone dell’estate 2013. L’iniziativa delle FAM è sostenuta dai Comuni di Agrigento, Porto Empedocle e Realmonte, riuniti in consorzio per l’occasione.




MOVIE&MUSIC - IL PROGRAMMA 



27 luglio

DUET in DYPILON: concerto dal vivo. Un viaggio attraverso il tempo sul tema della libertà dell'uomo, delle sue idee e della sua anima. Con: Filippo Portera e Sandro Sciarratta.

31 luglio

Jali Diabate concerto di founraising per "i volontari di strada".

2 agosto

I MAGNIFICI TRE

Francesco Buzzurro guitar, Francesco Cafiso sax, Giuseppe Milici armonica

I “Magnifici Tre” è un format inedito della musica siciliana: il chitarrista Francesco Buzzurro, l’armonicista Giuseppe Milici ed il sassofonista Francesco Cafiso. Se l’idea del produttore discografico Alfredo Lo Faro, anch’egli siciliano, può apparire facilmente vincente per spettacolarità di somma di talenti, non altrettanto scontato è, sul piano artistico, mettere assieme tre musicisti di spiccate vocazioni solistiche e differenti ambiti stilistici. Ed invece la magia dell’incontro, che molti da sempre auspicano, è scaturita spontanea, rigogliosa e convincente, mescolando i rispettivi suoni in un affascinante linguaggio globale ed infiammando il pubblico che ha gremito i teatri nelle precedenti manifestazioni a Varsavia e Palermo. Alternandosi in varie combinazioni, dal solo al duetto al trio, i musicisti fanno sfoggio di un virtuosismo mai fine a se stesso, puntando, soprattutto, all’emozione del dialogo, all’intensità interpretativa ed all’ampiezza senza confini del repertorio scelto. Molte sono le sorprese programmate nello spettacolo, come l’intermezzo pianistico di Cafiso (con la sola destra) durante l’esecuzione di “Estate” di Bruno Martino e il quartetto Ombre Magiche (tastiere, chitarra, basso e batteria) che, suonando dietro un telo, accompagna gli ultimi brani dei “Magnifici Tre”; anche alcune “involontarie” sono previste per accendere la platea, come la vertiginosa vocalità scat in cui si produce Buzzurro allorché il radiomicrofono del suo strumento si zittisce. Bellissima, infine, l’esecuzione di “Contemplation”, un brano sognato da Cafiso a Varsavia e scritto di getto al suo risveglio: una spirale ascensionale di straordinaria suggestione emotiva. Apoteosi conclusiva con i bis costituiti dalla celebre pagina ellingtoniana “Take the A train” e da una felliniana “Banda” firmata da Cafiso.

12 Agosto

I Fratelli Mancuso, “Un canto ideale”. Enzo (chitarra classica, ghironda, saz baglama, violino, canto) e Lorenzo (chitarra classica, harmonium, percussioni, canto).

Nessun commento:

Posta un commento